Trading online gratis: costi nascosti

Indice dei Contenuti

Vuoi fare trading online e hai bisogno di conoscere i costi, soprattutto nascosti, dei broker?

Bene, in questa guida vediamo quali sono, come riconoscerli e come evitare spiacevoli sorprese dalle piattaforme che offrono trading a “zero commissioni”.

Hai presente?

“Trading senza commissioni”
“0% commissioni”

Dunque, cosa si nasconde dietro?

A quali costi vai incontro?

E soprattutto, cosa fare per scegliere la giusta piattaforma che ti consente di fare trading online senza sorprese?

Vedi, sono ormai più di 20 anni che facciamo trading.

Opero personalmente da circa 20 anni, nel 2012 ho vinto il campionato di trading automatico e ho avuto diversi altri riconoscimenti.

Sono uno dei pochi italiani ad essere diventato un CTA (Commodity Trading Advisor) e sono diventato il Financial Coach numero 1 in Europa, anche per i miei corsi di Trading, oltre che per quelli sugli investimenti immobiliari e nel business.

Abbiamo formato e aiutato migliaia di studenti che oggi sono liberi finanziariamente grazie al trading, hanno più tempo e possono dedicarsi a ciò che davvero conta per loro.

Il punto è che dopo tutto questo tempo abbiamo individuato alcune regole che ci consentono di scegliere la piattaforma ideale per operare in modo sereno.

Il motivo è semplice, conoscerle ti permetterà di distinguerne una buona, trasparente e performante, da una, al contrario, poco chiara e solo all’apparenza conveniente.

A questo punto la domanda è…

Quali sono i criteri per scegliere una buona piattaforma di trading online?

Come prima cosa devi sapere che non tutte le piattaforme di trading online sono uguali.

È importante trovare quella che si adatti alle proprie esigenze individuali.

Un buon broker di trading online deve soddisfare diversi criteri per garantire un’esperienza di trading sicura ed efficiente.

Ad esempio, la sicurezza dei dati, un’interfaccia user-friendly, gli strumenti di trading sono tutti fattori importanti da considerare quando si sceglie una piattaforma di trading online.

Ancora, la scelta di una piattaforma di trading affidabile e regolamentata è essenziale per garantire che il proprio investimento sia sicuro.

Inoltre, assicurati che la piattaforma offra un conto demo per testare le funzionalità è soprattutto per prendere familiarità con l’interfaccia e con i diversi strumenti.

Tutto qui?

No, altre cose come, le tariffe di negoziazione, la formazione e le opzioni di pagamento e prelievo devono essere attentamente valutati prima di decidere quale soddisfi al meglio le proprie esigenze di trading.

Quindi, prima ancora di vedere quali sono i costi “occulti” che si nascondo dietro il trading gratis, esaminiamo i criteri per valutare in modo l’efficacia di una piattaforma:

1. Regolamentazione

Prima di ogni cosa, assicurati che la piattaforma sia regolamentata, ovvero che sia autorizzata da uno o più organismi di regolamentazione finanziaria come la SEC (Securities and Exchange Commission statunitense) o la FCA (Financial Conduct Authority).

2. Trasparenza

Assicurati che la piattaforma sia trasparente in materia di commissioni e di altri costi a cui puoi andare in contro. Leggi bene il contratto e le clausole.

3. Strumenti di trading

Assicurati che la piattaforma abbia una vasta gamma di strumenti, come ad esempio; valute, opzioni, futures, forex, materie prime, crypto.

4. Grafici e analisi

Assicurati che la piattaforma abbia grafici e strumenti di analisi tecnica per aiutarti a prendere decisioni più consapevoli.

5. Assistenza clienti

L’assistenza clienti è un’altra caratteristica importante da considerare. Assicurati che la piattaforma disponga di personale di assistenza qualificato e disponibile ad aiutarti e ascoltarti.

6. Sicurezza

Infine, assicurati che la piattaforma di trading online abbia un sistema di sicurezza adeguato in grado di proteggere i tuoi dati e i tuoi fondi.

I costi nascosti delle piattaforme di trading online


Ora, passiamo in esame i possibili costi nascosti a cui devi fare attenzione prima di iniziare a operare con qualsiasi piattaforma di trading online.

Perché è un aspetto importante?

Molto semplice, il GRATIS attira, e questo è un dato di fatto. L’idea di poter operare senza alcuna commissione è, in effetti, invitante.

La questione qui è, capire cosa nascondono così da valutare in modo consapevole quale sia la migliore scelta per il tuo caso specifico.

1. Commissioni

Le commissioni vengono generalmente addebitate su ogni operazione effettuata e possono essere forfettarie o in percentuale in base al valore degli asset negoziati.

In base alla strategia di investimento, le commissioni possono variare notevolmente da un broker all’altro, quindi è importante confrontare le diverse opzioni prima di decidere quale sia la migliore per te.

2. Spread variabili

Gli spread variabili si riferiscono all’ampiezza o alla riduzione del divario tra i prezzi di acquisto e di vendita di un’attività in un determinato momento.

È importante capire come gli spread variabili influenzino i profitti.

Su alcune piattaforme di trading ad esempio, gli spread variabili possono essere più alti in determinati momenti come l’apertura o la chiusura del mercato o quando c’è una maggiore volatilità nell’azione del prezzo di un asset.

3. Liquidità

La liquidità si riferisce alla capacità degli investitori o dei trader di acquistare o vendere titoli rapidamente senza influenzarne significativamente il prezzo.

Una bassa liquidità significa che ci saranno pochi acquirenti e venditori contemporaneamente sul mercato e che sarà più difficile per i trader piazzare ordini a prezzi vantaggiosi perché sarà necessario più tempo per riempirli.

Questo può portare a spread più ampi che si traducono in un aumento dei costi.

4. Swap

Lo swap si riferisce ai costi sostenuti per mantenere una posizione durante la notte dopo la chiusura del mercato. In questo caso bisogna pagare un interesse extra a seconda dal tipo di posizione, lunga (acquisto) o corta (vendita).

Il tasso di interesse pagato dalle posizioni lunghe sarà solitamente inferiore a quello delle posizioni corte, poiché le spese di swap sono stabilite dai broker in base ai tassi di interesse correnti fissati dalle banche centrali di tutto il mondo.

5. Slippage

Lo slippage si verifica quando gli ordini effettuati tramite un broker online non possono essere eseguiti ai prezzi previsti a causa di vari fattori come la mancanza di liquidità o i movimenti improvvisi dei prezzi durante i mercati in rapida evoluzione.

Questo fa sì che le operazioni vengano eseguite a prezzi meno favorevoli del previsto, causando perdite che non si sarebbero verificate se le operazioni fossero state effettuate con mezzi tradizionali al di fuori della piattaforma.

Poiché i rischi di slippage sono relativamente elevati è importante comprendere come funzionano.

6. Latenza

La latenza si riferisce al ritardo causato dalla lentezza della connessione internet quando si accede alla piattaforma.

Questo potrebbe tradursi in ritardi che incidono sulla velocità di esecuzione degli ordini, con conseguente riduzione del potenziale di profitto poiché i mercati potrebbero aver già superato i punti di ingresso favorevoli a causa della mancanza di un input tempestivo.

Per evitare di incorrere in pesanti costi di latenza, è utile assicurarsi che la velocità della propria connessione internet sia sufficientemente elevata.

7. Costo di apprendimento

Infine, aggiungo qualcosa che probabilmente non troverai da nessun altra parte.

Esiste un costo nascosto che deriva dalla tua liquidità.

Cosa significa?

Nel momento in cui inizi a usare una nuova piattaforma, i soldi che versi all’interno del conto, diventano un costo.

Vedila così: sono il costo di apprendimento e che stai “sopportando” per intraprendere questa professione e imparare a fare trading.

Ancora, altri costi possono essere:

8. Commissioni di inattività

Molti broker a zero commissioni applicano una commissione se resti inattivo per troppo tempo. Queste commissioni possono aumentare, soprattutto se operi in modo poco frequente.

9. Requisiti di saldo minimo

Alcuni broker richiedono un saldo minimo nel conto per evitare le commissioni. Questo può essere un problema se sei agli inizi o se la vostra attività di trading è sporadica. 

Conclusione

Dunque, abbiamo appena visto alcune cose fondamentali per non avere brutte sorprese con le piattaforme di trading online, quali sono i criteri per valutare la migliore per te e quali sono i costi nascosti a cui devi fare attenzione.

In definitiva, conoscere i costi nascosti ti aiuta a prendere decisioni consapevoli sulla piattaforma e soprattutto ti aiuta a proteggerti da perdite inaspettate che potrebbero derivare proprio dai costi che si celano dietro commissioni e spese apparentemente bassissime o, in alcuni casi, nulle.

EBOOK GRATUITO

Questo ebook spiega ciò che di più importante c’è da sapere su quest’incredibile innovazione.

Te ne vai a mani vuote?​

Entra nella nostra area riservata e inizia il tuo percorso verso la libertà finanziaria.

Campo richiesto
Campo richiesto
Campo richiesto
Campo richiesto

Compila il form e accedi al nostro canale telegram esclusivo

Campo richiesto
Campo richiesto
Campo richiesto
Campo richiesto