Cos’è il Patrimonio Netto

come pensano i ricchi

Non sai come è fatto il Patrimonio Netto? Leggi questo articolo e scoprirai che è composto da Attività e Passività, che ti serviranno per costruire la tua Libertà Finanziaria. Esempi alla mano.
Prova a pensare alla tua composizione umana. Per sopravvivere, devi avere una struttura che ti sostenga e che diventi più forte ad ogni sforzo che le farai fare. Ecco, con una immagine un po’ forzata possiamo dire che questo é il Patrimonio Netto.

La differenza tra Mr. Smith e il Signor Rossi

Devi sapere che nei Paesi Anglosassoni l’attenzione è più incentrata sul Cash Flow mentre nei Paesi Latini sul Patrimonio Netto, non a caso l’80% degli italiani possiede la casa in cui abita.
Questo accade per ragioni legate all’accesso al credito, che è più semplice nei Paesi Anglosassoni sia per il debito buono (investimenti) sia per quello cattivo (carta di credito). Ma anche per ragioni culturali.
In Italia infatti, le origini contadine ci hanno abituato all’idea del “possesso” della terra, che negli anni si è trasformato nel possesso della casa in cui si abita. Dunque nell’incrementare il Patrimonio Netto.
Questo non è un male perché è un elemento importante della libertà finanziaria: con un buon Patrimonio Netto, potrai usare la leva finanziaria in modo più efficace e accelerare il guadagno dalle operazioni.
Il passaggio che dovrai compiere è far lavorare i soldi per te e creare Cash Flow.
I passaggi che dovrai seguire sono comunque semplici:

  • crea entrate automatiche
  • metti da parte del capitale per fare investimenti
  • investi prima in piccole operazioni per farti le ossa moltiplicando il tuo capitale
  • usa il capitale per investimenti sempre più importanti

Attenzione: usa solo il minimo indispensabile di capitale. E cerca sempre di usare i soldi della banca o di altri.
Ma entriamo come è fatto uno Stato Patrimoniale? E’ costituito da sezioni contrapposte: attività e passività.

Patrimonio Netto – Attività

Attività: con il termine attività intendiamo tutti quei valori che possono essere trasformati in denaro. Per capire effettivamente la nostra situazione patrimoniale è buona norma suddividere le attività in categorie.
Io ho creato una definizione personale di queste categorie che si basa essenzialmente su principi di Libertà Finanziaria. Se sei un contabile rimarrai forse un po’ sorpreso, ma dal mio punto di vista la seguente distinzione delle attività è quella che ci consentirà di capire dove concentrare i nostri sforzi:

  • Liquidi: tutto quello che è immediatamente trasformabile in contante
  • Illiquidi: quegli investimenti che non sono disponibili sotto forma di contante (per esempio da investimento o partecipazioni in aziende)
  • Capricci: quegli investimenti illiquidi che ti allontanano dalla Libertà Finanziaria e che di solito vengono finanziati con debiti cattivi. Esempio tipico sono la casa di proprietà, la nuova moto /auto costosissima…
Patrimonio Netto – Passività

Passività: sono i debiti che abbiamo contratto e che ripeto, non sono di per sé un fattore negativo. Dividiamo le passività a seconda della scadenza del debito e troveremo quindi:

  • passività a breve, cioè i debiti a scadenza ravvicinata;
  • passività a lungo, cioè i debiti che verranno rimborsati mensilmente in un lungo periodo di tempo;
  • debiti per capricci, per i quali non importa la durata (sono debiti cattivi di solito contratti solamente per finanziare l’acquisto di capricci, inseriti nella sezione attività)

Il Patrimonio Netto, ovvero la differenza fra attività e passività, è la nostra ricchezza reale.

Le Banche e il Patrimonio Netto dei privati

Per quale motivo è dunque importante concentrarsi sul Patrimonio Netto? Perché tutto ciò aumenta il tuo valore e la tua robustezza agli occhi degli investitori che potrebbero partecipare alle tue operazioni, nonché agli occhi delle banche. La cruda verità sulle banche infatti è che prestano soldi purtroppo solo a due tipi di persone:

  • a chi i soldi li ha già;
  • a chi ha dimostrato di saperli restituire.

Se non hai mai chiesto un prestito e non hai garanzie reali da offrire, è assai probabile che la banca non accetterà di finanziarti. Perché?
Perché non hai uno storico e non hai un futuro che la faccia sentire tranquilla.

Mezzi propri e riserve disponibili ecco quando le banche prestano denaro

Se invece hai Patrimonio Netto e una storia bancaria, sarà molto più facile ottenere credito. E questo è un punto fisso dal quale dovrai passare, perché il credito (o mutuo) è un debito buono se fatto per generare nuove entrate. Può sembrare ingiusto è vero, però funziona così ed è giusto che tu lo sappia perché per vincere devi conoscere le regole del gioco.
Ecco ad esempio come si presenta lo stato patrimoniale di Simone, che avevamo già visto nell’articolo che ti spiega perché comprare casa è sbagliato.
Come creare cash flow e patrimonio netto con gli immobili: iscriviti al corso Investire in Immobili. L’unico seminario in Italia che ti insegna a fare soldi con le operazioni immobiliari:

La Psicologia del Denaro

Scopri i preconcetti che ti limitano nel rapporto con le tue finanze.
SCARICA GRATIS

 
Come puoi notare tutte le cose per cui Simone sta lavorando sono purtroppo legate ai debiti cattivi e ai capricci. Nonostante il risultato sia positivo perché nel tempo il rimborso del debito per l’acquisto della casa ne riduce il costo, Simone lavora per pagare debiti relativi ad attività che non producono Cash Flow.
Il problema è che un simile bilancio non potrebbe permettere a Simone di utilizzare una delle “armi vincenti” di sempre per poter diventare ricco: l’effetto leva che è un elemento chiave dunque per dare la svolta alla sua situazione patrimoniale.

La Psicologia del Denaro

Scopri i preconcetti che ti limitano nel rapporto con le tue finanze.
SCARICA GRATIS

 
Alla Tua Libertà Finanziaria
Alfio Bardolla

Condividi questo articolo
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Leggi anche