Capital Gain Vs Cashflow: come scegliere la direzione giusta

come pensano i ricchi

Quando ti trovi a dover programmare nel dettaglio un obiettivo finanziario devi fare quello che si chiama setting, cioè capire che tipo di investimento intendi portare avanti. Vuoi aumentare il tuo patrimonio netto oppure il tuo cashflow?
Sono due scelte queste che implicano due strade diametralmente opposte anche se non incompatibili. Spesso la preferenza dipende dall’estrazione culturale, che vieni influenzata dal paese in cui si vive. Ecco qualche esempio.

USA: cashflow is king

Negli Stati Uniti si predilige il cashflow al Capital Gain. 
Ma spieghiamo prima cosa significa Cash Flow: è la differenza fra le entrate e le uscite mensili, in poche parole quanto riesci a mettere da parte ogni mese.
E’ molto importante non solo per le aziende, ma anche per i privati. Tenerlo monitorato significa capire da dove proviene il proprio denaro e sopratutto quanto siamo in grado di sostenere il nostro stile di vita.
Il Cashflow per antonomasia è l’affitto attivo, ovvero quello che percepisci se acquisti un immobile e lo metti a reddito.

In Europa? il Capital Gain!

Uno dei motivi per il quale in Europa c’è meno attenzione al cash flow è legato alla scarsa propensione al finanziamento da parte delle banche.
In Europa il mutuo invece concesso solo a chi può garantire di poter pagare le rate, meglio se con uno stipendio fisso da dipendente. Questo rallenta l’economia ma la rende logicamente più stabile.

La Psicologia del Denaro

Scopri i preconcetti che ti limitano nel rapporto con le tue finanze.
SCARICA GRATIS

 
Se fossi negli USA e avessi un immobile che posso acquistare a 1.000.000. di dollari a fronte di un valore di mercato di 2,000.000 di dollari, potrei trovare facilmente una banca che finanzia l’operazione, anche se non ho soldi. In Italia  questo è molto raro.
Io stesso in passato mi sono sentito dire no anche per operazioni ottime solo perché non avevo garanzie o una reputazione bancaria sufficiente.
Piuttosto che Cash Flow in Italia è più facile fare quello che negli USA chiamano “buy and flip”, cioè comprare e rivendere. Questo perché il nostro mercato è meno liquido e meno efficiente di quello americano ed assai più burocratico.
In America di fatto tutti sono investitori immobiliari, dai portieri degli alberghi alle donne delle pulizie, e dai loro discorsi si può evincere chiaramente come sono abituati a fare speculazioni immobiliari così come in Borsa.
In Italia è diverso, il mercato della speculazione è riservato agli operatori, che sono un numero ridotto, questo di fatto non aiuta l’elasticità dei tempi e il valore dei prezzi.
Al contrario negli USA ho conosciuto persone che hanno anche 200 o 300 immobili a reddito. Cosa che in Italia non ho mai visto fare se non dalle grandi compagnie. Con le giuste informazioni e le giuste conoscenze tecniche in Italia è però possibile far aumentare il proprio patrimonio netto anche piuttosto velocemente.

Aumentare inizialmente il patrimonio netto e successivamente il cashflow

Il mio consiglio da coach finanziario è quindi quello di aumentare per primo il tuo patrimonio netto e successivamente il tuo cashflow.
Ricorda inoltre che le entrate automatiche possono essere create anche con le royalty (il compenso versato a un autore per sfruttare un’opera tutelata da diritti).
Si possono peraltro avere investimenti nelle aziende che creano reddito o interessi derivanti da investimenti di altro tipo.
Per riassumere:

  • Obiettivo numero 1–> Generare patrimonio netto
  • Obiettivo numero 2–> Generare cashflow in modo da poter smettere la tua professione e lasciare inalterato il proprio stile di vita!
La Psicologia del Denaro

Scopri i preconcetti che ti limitano nel rapporto con le tue finanze.
SCARICA GRATIS

 
Alla Tua Libertà Finanziaria
Alfio Bardolla

Condividi questo articolo
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Leggi anche