Personal Branding: come vendere attraverso la propria immagine

Personal branding

Il miglior asset strategico, online e offline, è la propria reputazione. Ecco perché è importante fare personal branding, ovvero “marketing di sé stessi”, e saper comunicare nel modo giusto le proprie competenze ed esperienze.

Il successo di imprenditori e professionisti, è anche una questione di immagine. L’immagine in certi casi fa la differenza e se usata nel modo giusto può portare anche ad avere nuovi clienti ed aumentare quindi il proprio fatturato.

Perciò averne una che sia ben riconoscibile, affidabile e in grado di trasmettere agli altri non solo i propri valori di brand ma anche più in generale sensazioni positive è fondamentale, soprattutto in un mondo in cui il passaparola vale ancora, ma dove la ricerca di informazioni avviene sempre più spesso online.

Ma perché è così importante lavorare sul personal branding? 

Questa operazione di marketing ha l’obiettivo di imprimere nella mente di individui e organizzazioni un’immagine positiva di te. 

Perché questo sia possibile bisogna impacchettarla a dovere ma soprattutto deve essere veritiera e credibile. Ingannare gli utenti della rete con false capacità o con esperienze che non ti appartengono arrecherebbe solo un danno alla tua immagine.

Meglio concentrarsi sulle doti e le capacità che rappresentano i tuoi punti di forza, metterle in evidenza e lavorare su quelle.

Come iniziare a lavorare sul Personal Branding

Oggi la presenza sul web, e in particolare sui social, è fondamentale. Sicuramente anche tu ti ritrovi a fare ricerche online prima di fare qualsiasi cosa: che sia un acquisto di un prodotto, di un servizio o di un corso, è online che cercherai informazioni.

Ci sono vari modi per poter lavorare online sul proprio personal branding, usare i social network come Facebook e Instagram, o mettere in evidenza le proprie esperienze e capacità attraverso un sito o blog personale, magari con un URL che porti il proprio nome e cognome, proprio come quello in cui ti trovi in questo momento alfiobardolla.com e ovviamente da non sottovalutare LinkedIn.

Sulla piattaforma professionale più conosciuta del web a fare la differenza sono il curriculum e le connessioni. 

Instaurare questo tipo di relazioni online è il modo migliore per aumentare la propria autorevolezza.

Ma per aumentare l’autorevolezza, lavorare sul proprio personal branding ed essere trovato online, la soluzione migliore di tutte è senza dubbio quella testata e validata dal mio amico e collega Giacomo Bruno: 

scrivere un libro e renderlo bestseller Amazon in pochissimo tempo.

In questo modo sarai riconosciuto come esperto, e aumenterai clienti e fatturato. Comincia a capirne di più scaricando l’ebook gratuito “Scrittura Veloce 3X”

Possiamo dire che il personal branding è riuscito quando è capace di far coincidere la nostra persona, il nostro marchio o i servizi che proponiamo con i bisogni di persone e/o aziende. 

Affinché questo accada, è necessario un corretto posizionamento sul mercato. Evita di essere un tuttologo e scegli la tua nicchia in cui posizionarti come esperto. Inoltre è fondamentale conoscere anche il tuo target, il pubblico a cui vuoi rivolgerti.

Il personal branding attraverso YouTube

Il successo del personal branding passa prevalentemente attraverso il web. Di esso fa parte YouTube, piattaforma che permette di trasmettere la tua immagine con dei video, creandoli in un tempo relativamente breve, abbinando un’immagine vincente e concetti importanti per chi ti sta seguendo. 

Gli esperti di personal branding consigliano poi di non sottovalutare l’importanza del podcast, trasmissione radio diffusa via Internet, scaricabile e archiviabile in formato Mp3, capace di entrare nella testa del pubblico come e più di un video.

Non trascurare il contatto diretto

In quest’epoca dove tutto avviene online, non bisogna trascurare le relazioni reali, faccia a faccia. Una stretta di mano o uno sguardo vale più di mille post su Facebook. 

Ma lì dove questo non è possibile a causa di problemi di forza maggiore, come nel caso del lockdown che non permette a nessuno di muoversi, vengono in nostro aiuto gli eventi virtuali, che facilitano la formazione a distanza creando quella relazione che un social network non può dare ma che ti avvicina quanto più alla realtà, alla condizione di un evento dal vivo, dove scambiare opinioni, confrontarsi e imparare qualcosa di nuovo.

L’immagine che diamo di noi, conta. Conta più di ogni altra cosa.

Alla tua Libertà Finanziaria

Alfio Bardolla

Condividi questo articolo
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Leggi anche