L’obiettivo dell’imprenditore? Rendersi inutile alla sua azienda

imparare a fare impresa

L’obiettivo dell’imprenditore è rendersi inutile. Sì, hai capito bene. Lo so che in questo momento stai storcendo il naso, pensando che quello che ti sto dicendo non abbia alcun senso, ma seguimi e ti spiegherò il perché.

Mi capita spesso di vedere brave persone, grandi lavoratori, che decidono di mettersi in proprio, per esempio aprendo un bar. Poi lavorano in quello stesso bar per 20-30 anni, come se fossero dei dipendenti, ma dovendo lavorare molte più ore e con molte più responsabilità a carico.
Ma perché allora una persona dovrebbe mettersi in proprio, se poi il risultato è fare una vita del genere? Solo per guadagnare qualcosa in più di un semplice dipendente?

I Numeri Chiave del Business

Sono i numeri che determinano il valore di un’azienda. Quanto vale la tua?
SCARICA GRATIS

 

L’obiettivo dell’imprenditore

Chi decide di avviare un’impresa, in genere, lo fa proprio per avere più tempo per sé e per i propri cari, per gestire il tempo come meglio preferisce e per guadagnare molto di più di un dipendente, non solo “qualcosa in più”.
Ma quando si comincia un’attività senza le dovute competenze di business, o senza delle chiare linee guida, si rischia di perdere il proprio obiettivo iniziale e di spostare il proprio focus sulle mille micro-attività da gestire e da portare a termine.
La frustrazione più grande dell’imprenditore è il fatto di avere ogni giorno una lista di tutte le cose che vorrebbe migliorare e che sa come migliorare, ma di non avere il tempo per farlo, perché per la maggior parte del tempo è impegnato a risolvere problemi che, in realtà, non sono suoi.
Chi ha frequentato il mio corso 10X Revolution sa che un’azienda per funzionare a pieno regime deve mantenere in attivo delle attività chiave, ma con una standardizzazione dei processi che sia indipendente dall’imprenditore.
Mi riferisco ad un modello comune a tutte le tipologie di aziende, che prevede il buon funzionamento delle seguenti aree, tenute insieme dalla leadership e dalla gestione delle risorse umane:
1) il denaro, e cioè la gestione finanziaria;
2) il marketing, per comunicare ai clienti ciò che vendiamo;
3) la lead generation, che consiste nel generare un flusso costante di nuovi clienti potenziali (se sei interessato ad approfondire questo aspetto ti consiglio di leggere il mio articolo “Cos’è la Lead Generation”);
4) le vendite, per trasformare un cliente potenziale in fatturato;
5) la consegna del prodotto o il servizio promesso.
Ora ti chiedo: credi sia umanamente possibile che una sola persona possa occuparsi di tutte queste attività in maniera efficace? Anche solo l’idea di gestirne alcune, da soli, è impensabile.
Se accade qualcosa del genere, vuol dire che l’imprenditore stesso, sta bloccando la crescita della propria azienda, per una ragione o per l’altra: perché magari non riesce a delegare o pensa che sia l’unico a saper fare bene qualcosa, o tutto, nella propria impresa.
Se ti trovi in una situazione del genere vuol dire che sei un uomo chiave della tua impresa, se non l’unico uomo chiave, e che hai quella che io definisco “un’azienda ad orologeria”: un’azienda che prima o poi scoppia, semplicemente perché salta il suo imprenditore, l’unico a fare la differenza.
L’azienda, invece, deve funzionare senza l’imprenditore: un’azienda ha realmente valore se può funzionare senza colui che l’ha creata o colui che la guida. Se l’imprenditore è inutile all’interno della sua azienda, e può, magari, dare tranquillamente la sua impresa ai propri figli, allora quell’imprenditore ha vinto.
Per raggiungere questo risultato hai bisogno di trovare altre persone che lavorino per te e facciano crescere la tua attività. Puoi anche metterti in affari con altri imprenditori come te: in molti vengono ai nostri corsi proprio per trovare altri pazzi come loro che vogliano fare impresa. Se avrai individuato le persone giuste, con i tuoi stessi obiettivi, allora potrai finalmente dedicarti a fare davvero l’imprenditore.
Avere un’azienda è un po’ come avere un bambino: devi spenderci del tempo per “tirarlo su”, farlo crescere; solo che quando cresce, è l’azienda che si occupa di te.
Quando l’azienda è automatica e puoi affidarla ad altri, allora sei un vero imprenditore e puoi davvero vivere la vita che hai sempre sognato.
Se sei tanto pazzo da fare l’imprenditore, mi raccomando, fallo bene.

I Numeri Chiave del Business

Sono i numeri che determinano il valore di un’azienda. Quanto vale la tua?
SCARICA GRATIS

 
Alla tua libertà finanziaria
Alfio Bardolla

Condividi questo articolo
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Leggi anche

A cosa vuoi accedere?