Introduzione al Forex

Introduzione al Forex

Ti piacerebbe avere un business dove non hai capi, né ufficio, né orari, né clienti, né alcun prodotto fisico da tenere in magazzino e da vendere?

Immaginati di poterlo fare quando vuoi, anche dalla spiaggia di Santo Domingo, tra un tuffo e l’’altro. E intanto guadagni.
Pensa di ricevere pagamenti istantanei, con ricarichi anche fino al 400% e con un fatturato che, se sei bravo, può arrivare fino a cifre a 6 zeri.
Sarebbe bello un business così, vero? Non è un sogno ma è pura realtà: è il trading sul Forex.

Cos’è il trading sul Forex

Forex è l’abbreviazione di Foreign Exchange Market ed è il mercato finanziario più grande, più liquido e più versatile del mondo con migliaia di miliardi di dollari al giorno di scambi. Molto, ma molto di più, rispetto a qualsiasi altra Borsa di qualunque altro paese.
A differenza della Borsa tradizionale però, sul Forex non si compravendono titoli, ma valute, cioè monete. Esistono decine e decine di combinazioni: ad esempio puoi comprare Dollari e vendere Euro, oppure comprare Sterline e vendere Yen.
Le valute infatti vengono sempre considerate in coppia, ognuna delle quali forma tecnicamente un “cross”. Quando ad esempio leggi EUR/USD vuol dire che quel cross ti mostra il valore dell’Euro rispetto al Dollaro (americano ovviamente).
Per renderti il concetto ancora più chiaro e semplice, ti spiego come funziona nella sostanza il Forex.
Immagina di dover andare a New York e di dover fare il cambio dei tuoi soldi nella moneta americana, cioè di fare il cambio di Euro in Dollari. In altre parole, vendi i primi per acquistare i secondi. Supponi di vendere 750 Euro per acquistare 1.000 Dollari.
Al momento del ritorno ti avanzano 100 Dollari che quindi vuoi nuovamente (ri)cambiare in Euro.
libri

10 Motivi per fare Forex

Scopri i vantaggi del Trading nel mercato delle valute e costruisci la tua libertà finanziaria.
SCARICA GRATIS

 
Con quei 100 Dollari acquisterai più o meno di 75 Euro? Questi numeri rappresentano il tasso di cambio, ovvero il rapporto col quale una valuta può essere scambiata con un’altra.
In base a come si è mosso il cambio Euro/Dollaro o EUR/USD otterrai più o meno di 75 Euro.

Come si guadagna o si perde con il Forex

Beh, la risposta è semplice: se il valore del Dollaro è diminuito allora avrai più di 75 Euro, altrimenti meno. Nel primo caso ci avrai guadagnato, nel secondo ci avrai perso.
Il tasso di cambio dipende da come vanno le economie delle nazioni, dal loro stato di salute e dalle politiche nazionali. Ad esempio, se durante la tua vacanza l’’economia degli USA si è rafforzata, anche il Dollaro si sarà rafforzato e tu guadagnerai degli Euro: cioè con lo stesso numero di Dollari potrai comprare più Euro. In caso contrario, cioè se è stata l’economia europea a rafforzarsi o quella americana a indebolirsi, allora tu perderai Euro perché dovrai “comprarli” in Dollari (ovvero cambiare i Dollari rimasti in Euro).
Il rapporto di cambio tra le valute varia di secondo in secondo e offre opportunità di guadagno che sono numerose e rapidissime. Fare trading con il Forex vuol dire quindi comprare e vendere valute, non fisicamente ovviamente, ma semplicemente con un computer, un software di trading e un conto da un broker di Forex.
Sai cos’è un broker? Il broker è quell’intermediario in grado di prestarti anche il 99% dei soldi che desideri, offrendoti così una leva finanziaria (cioè un aiuto incredibile) che ti permette di guadagnare ancora più soldi rispetto alle tue reali potenzialità. E’ un po’ come dire che puoi investire 100.000 euro pagandone solo 1.000.
Mi rendo conto che, se prima d’ora non hai mai avuto modo di sentire o leggere niente riguardo al mercato del Forex, tutto questo può sembrarti veramente un altro mondo, ma è tutto vero.
E ti dirò di più:

  • è un mercato aperto 24 ore su 24: puoi fare trading anche alla sera tardi, cosa impossibile invece con gli altri mercati (fatta eccezione per quello delle criptovalute);
  • l’esecuzione dell’ordine è istantanea: grazie all’alta liquidità del Forex, l’esecuzione è immediata;
  • puoi guadagnare anche quando il mercato scende: perché è un mercato molto versatile dove puoi comprare e vendere in qualunque momento;
  • non subisce influenze dei media: il mercato del Forex è talmente grande e liquido che le previsioni degli analisti o le notizie sui media non lo influenzano.

Come vedi, ci sono ottimi motivi per fare trading nel Forex, ma ciò che conta è avere sempre molta prudenza, oltre a passione e serietà. Devi infatti imparare bene le regole e capire come e quando fare le operazioni.
Nei prossimi articoli, entrerò più nello specifico. Nel frattempo, pensa all’opportunità che hai a tua disposizione per poter raggiungere la tua libertà finanziaria. Puoi iniziare con due giorni di corso, per imparare bene tecniche e strategie, e poi iniziare subito ad operare.
trading-forex

10 Motivi per fare Forex

Scopri i vantaggi del Trading nel mercato delle valute e costruisci la tua libertà finanziaria.
SCARICA GRATIS

 
Al prossimo appuntamento con la tua libertà finanziaria,
Alfio Bardolla

Questo articolo ha 134 commenti.

  1. Nel 2° giorno del corso lei dice che nel trading intraday si può guadagnare da 50 a 5000 € al giorno. Da cosa dipende la differenza e che possibilità ci sono di guadagnare la cifra più grossa giornalmente?

  2. La dimensione dei guadagni dipende da quanto si investe, ovvero si mette a rischio. Con 5000 euro, seguendo la regola di non rischiare piu’ dell’1-2% del capitale su un trade abbiamo a rischio 100 euro, ovvero circa 10 pip, che sono pochini (probabilmente con un capitale iniziale cosi’ piccolo bisogna spingersi fino al 4% del rischio su un trade). Con questo rischio si puo’ ipotizzare di guadagnare almeno altrettanto su un trade (100% o piu’), ma mettendo in conto i trade che vanno male, la cifra di 50 euro di guadagno giornaliero medio, magari e’ prudente, ma realistica. Con un capitale maggiore o con un rischio maggiore i guadagni aumentano. Consideri che fare il 2-300% di guadagno su un trade e’ possibile, ma le variabili sono sempre la dimensione del conto e il money management (quanto rischiare per ogni trade). Per esempio se lei decuplica il capitale e accetta un rischio doppio il guadagno giornaliero puo’ aumentare di 20 volte.

  3. ciao Alfio ho letto il tuo libro…mi piacerebbe essere finanziariamente libera per passare più tempo con la mia fam., il forex mi intriga molto ma ancora non ho il coraggio di spendere tanti soldi x fare il tuo corso, ho ancora molti dubbi, per esempio:un software di trading dove lo trovo? aprire un conto da un brocker? per me è come se parlassi arabo. è il caso di studiare qualche materia prima di venire a un tuo corso??(es. economia..)

  4. Puoi comprarti un libro sul Forex e iniziare da la’. Ancora piu’ semplicemente, puoi iniziare leggendo il mio ebook gratuito sul Forex che trovi su questa pagina. La piattaforma di trading te la da’ il broker quindi e’ gratuita (ne esistono anche piu’ sofisticate a pagamento, ma quella gratuita e’ piu’ che sufficiente).

  5. il broker apre una linea operativa dicredito,mi sebra di aver capito,allora come si garantisce se il cambio è negativo oltre il limite prefissato.
    salutoni a tutti.
    Arch. Roberto

  6. cosa pensi invece delle società forex alle quali affidi il tuo capitale e loro ti garantiscono un rendimento mensile variabile dall’8al 30 %?
    ad esempio nel mese di luglio , la percentuale è stata del 21%.
    Ovvero il 21% d’interesse sul tuo capitale investito.
    forse è un pò controproducente ai tuoi corsi certo perchè cosi tutti potrebbero usare il forex per guadagnare però penso che sia come cultura personale che per avere conoscenza e possibilità di trattare i tuoi soldi in modo più sicuro, qualche corso bisogna farlo, per rimanere autonomi e non dipendere da altri.

  7. Ho scritto un articolo su questo tipo di investimenti (High Yield) dove spiego cosa penso di questo tipo di investimenti. In sostanza il rischio e’ infinito ovvero non ho nessun controllo sull’investimento e la cosa non mi piace e non la raccomando.

  8. Beh, in quel suo articolo è stata messa una grande risposta(commento)da ernesto carlo.
    I l fatto è che lei non puoi di certo consigliare “vivamente” queste società, di cui una in particolare nella quale sono registrato, perchè altrimenti non avrebbe più alunni da illuminare in 2 giorni.
    con questo non dico che non mi interessa o che non consiglio , di diventare un bravo trader, ma di certo preferisco affidare 1000 euro a queste società ,che spenderli per un corso che di sicuro non ha quel valore commerciale,e vorrei aggiungere che in qualsiasi ambito commerciale, il “soddisfatti o rimborsati” ,va offerto a prodotto acquisito per intero non per metà.
    Se io non sono soddisfatto del suo corso (per es),dopo i due giorni perchè non posso essere rimborsato?se il corso è di due giorni come faccio a valutarlo e decidere entro il primo??!
    Con queste mie perplessità le voglio comunque fare i miei più sinceri complimenti per come è riuscito a “riuscire” nella vita in questo campo che mi appassiona molto.
    Però da grafico pubblicitario ,che sono, le vorrei consigliare di cambiare i suoi “slogan”,rendendoli più realistici e meno enfatizzanti.
    saluti

  9. Antonio, riguardo alla nostra garanzia sui corsi: sono stato il primo a portare in Italia i concetto di “soddisfatto o rimborsato” sui seminari di formazione. Un giorno e’ sufficiente, secondo me, per valutare la qualita’ della formazione. Le ricordo che c’e’ anche un’altra garanzia su tutti i seminari “base”: si possono ripetere gratuitamente un’altra volta, proprio per chiarire eventuali dubbi. Pero’ cio’ che conta e’ l’applicazione di cio’ che si impara, DOPO aver frequentato il seminario. Su questo non possiamo intervenire purtroppo – ne’ garantirlo in alcun modo – ma e’ l’elemento responsabile del successo o dell’insuccesso di qualsiasi investimento in formazione.

  10. fammi venire al tuo corso e io ti porterò molti clienti…
    fidati tu anche non solo chi deve venire da te.
    Alfio tu perderai solo un pò di fiato…. metti questo mex se hai il coraggio di accettare questa offerta.

  11. Roby, se hai clienti da far venire, falli venire con te al corso e ti riconosco uno sconto. Se hai abbastanza clienti la tua partecipazione puo’ venire fuori gratis o addirittura guadagnarci. Se le tue non sono solo chiacchiere saro’ ben felice di pagarti le commissioni che guadagnerai.

  12. Pare che le tasse vengano comunque pagate, se utilizzi un broker estero, e le devi dichiarare, se no sei un evasore fiscale!
    Perchè ciò viene negato da lei, sig. BARDOLLA.

  13. Il Forex ha una legislazione particolare sui guadagni che non vengono tassati per una particolarita’ insita nel modo in cui i broker gestiscono gli account. Credo di aver gia’ citato l’informazione specifica, altrimenti e’ facile trovare informazioni online. Le tasse vanno pagate, ma sui guadagni del forex non c’e’ tassazione, almeno per ora.

  14. Ciao Alfio,
    ho partecipato al tuo corso sul forex di fine Settembre 2009…BELLISSIMO!!!! ora mi stò allenando come un pazzo
    in demo e qualche risultato si vede…. volevo sapere cosa ne pensi degli Expert Advisor che tanto vengono pubblicizzati su Interntet (tipo FPA TURBO…..). Grazie! A presto al corso Advanced Forex.
    Eugenio

  15. Non ho pregiudizi sugli Expert Advisor, ce ne sono centinaia e ne ho provato qualcuno, ma nel complesso ho trovato poco soddisfacenti quelli diciamo “consumer”. Di FAP Turbo non ho esperienza diretta, so che trada pochino e sostanzialmente di notte, anche se con risultati accettabili (insomma non e’ un prodotto per diventare ricchi velocemente, come del resto la maggior parte degli EA, ma meglio cosi’: vorresti mica mettere in tuoi soldi in mano a un software che rischia eccessivamente? Io no). Ho invece fatto realizzare un sistema esperto per il trading che usiamo in aggiunta al trading “manuale” e che funziona molto bene. Ma non e’ un prodotto commerciale (mi e’ costato infinitamente di piu’). Ti aspetto al Forex Avanzato, vedrai che strategie “pesanti” ti spieghero’.

  16. Ciao Alfio, complimenti per i risultati che stai ottenendo con i corsi di formazione, sicuramente è l’attività che ora ti stà fruttando di più, visti i prezzi per accedervi, mi sento di darti un consiglio, rendi i tuoi corsi più accessibili e in proporzione al numero di persone che “formerai” guadagnerai ancora di più! per ora sei solo o quasi nel tuo settore specifico, anche perchè hai investito molto in pubblicità ma non ti fermare qui continua a fare anche altro prima o poi avrai tanta concorrenza.
    Ti auguro tanta fortuna e spero di poter partecipare a un tuo corso, quando lo renderai possibile, visto che sono molto giovane, ma credo nel trading per quanto ne sono a conoscenza e sono anche molto determinato a imparare e renderla la mia principale fonte di guadagno. grazie a presto Andrea

  17. No, Andrea, i corsi di formazione non sono l’attività che mi sta fruttando di più. Se non guadagnassi molto bene dagli investimenti immobiliari, dal trading e dalla creazione di business come potrei insegnare a fare queste cose? Non sarei coerente. Il business dei seminari è uno dei miei business, non il principale, ma è forse il mio preferito da un punto di vista emotivo perchè amo insegnare ciò che so e vedere come la vita delle persone può cambiare. Inoltre insegnando conosco tantissime persone fantastiche con le quali condividere esperienze e, possibilmente, anche business. Se sei determinato a imparare il trading, fallo. Non occorre che partecipi ad alcun seminario, studia per conto tuo (i seminari accelerano l’apprendimento, ma non sostituiscono la tua testa e la tua voglia di fare).

  18. caro ALFIO HO LETTO CON INTERESSE IL MOTIVO PER CUI NON BISOGNA COMPRARE LA CASA PER VIVERCI PERO’ DEI 3 MOTIVI CHE HAI PUBBLICATO NON CE NE’ ALCUNO VALIDO
    IL PRIMO RIGUARDA LE SPESE DI MANUTENZIONE CHE PERO’ SE LA CASA E’ NUOVA PER 10 ANNI NON SI SPENDE NIENTE
    IL SECONDO RIGUARDA LE SPESE DI RISCALDAMENTO MA DEVE ESSERE UN ERRORE PERCHE’ ANCHE IN AFFITTO SI PAGA
    IL TERZO SONO LE IMPOSTE MA L’ICI SULLA PRIMA CASA E’ STATA ABOLITA E RIMANE SONO LA RENDITA CATASTALE CHE E’ BASSISSIMA . PERCIO’ O CE NE SONO ALTRI OPPURE NON SI CAPISCE . CIAO VALERIO

  19. Valerio, non so di che articolo parli. Il motivo per cui non bisogna comprare la casa per viversi non e’ nessuno di quelli che citi e lo trovi in questo articolo (e in altri su questo blog.

  20. Salve sono 1 neo-agente immobiliare con una sufficiente conoscenza (teorica) ma poca esperienza nel settore degli immobili. Vorrei anche interessarmi al trading (specie forez) . Ho pero’ delle perplessita’: i costi dei corsi di Bardolla sono secondo me alti (specie se uno NON sa se valgono quello che costano…cosa che si valuta purtroppo solo aposteriori, dopo averli seguiti).
    Ad esempio un corso (almeno penso) molto interessante e’ quello degli acquisto con “stralci” di immobli pignorati, ma costa circa 4-5000 euro !
    Se qualcuno vuole consigliarmi o darmi altre info questa e’ la mia email : olivieroantonio@yahoo.com . Gli sarei molto grato (anche in maniera “remunerativa”) . Grazie a chi mi “illuminera’ ” e cordiali saluti a tutti.

  21. Ti ricordo che i nostri seminari puoi valutarli per tutta la prima giornata e se non sei soddisfatto puoi avere indietro l’intera somma spesa. Quindi non e’ che li valuti a posteriori, ma testi a rischio zero. E’ una bella garanzia e un modo per proteggere il tuoi soldi. E siccome offriamo questa garanzia, stai tranquillo che vogliamo che il prezzo che pagano i nostri clienti sia inferiore al valore che diamo loro in termini di informazioni. Con uno stralcio guadagnare alcune decine di migliaia di euro e’ abbastanza comune, quindi 4-5000 per imparare come fare non sono molti. Ma in ogni caso, hai la garanzia 100% Soddisfatto o Rimborsato, sempre, su tutti i nostri seminari.

  22. alfio ti seguo da molti anni da quanto i tuoi corsi costavano 600 euro.ora devo fare solo il primo passo frequentare un tuo corso fare un sacrificio per poi riuscire a mettere in pratia quelloche ti ho sempre sentito dire e letto nei tuoi libri.vorrei sapere se dopo il corso vengo lasciato solo oppure potro’ essere seguito nelle mie prime operazioni.grazie mille alfio.

  23. Vincenzo, dopo il corso se vuoi essere seguito ci sono i coach specializzati (immobili, trading) quindi certamente non sei lasciato solo. Pero’ sei tu che devi lavorare e mettere in pratica le cose, su questo voglio essere chiaro. Partecipare al seminario e’ un passo importante, fondamentale, ma e’ un passo. L’obiettivo e’ mettere in pratica. In bocca al lupo e… ti aspetto al seminario!

  24. Ciao Alfio e salve a tutti i lettori.
    Sono un ragazzo di 24 anni e come tutti i giovani voglio imparare e soprattutto voglio essere libero finanzialmente.
    Sono venuto a conoscenza di quello ke fai su internet per sbaglio circa 2 mesi fà.
    Non avevo mai letto un libro in vita mia,ho comprato i tuoi perkè affascinato da quello ke ho letto su internet e li ho letti in 2 giorni,subito dopo ne ho comprati altri 10 sull’immagine il marketing ecc.
    ke sto leggendo con passione.
    Ho qualke domanda da farti,se nn ho il becco di un quattrino cosa posso fare? mi sono iscritto anke su ava forex,sto esrcitandomi con la versione demo ma se compro azioni come caffè per es. se dopo ke le ho comprate scendono posso tenerle fino a quando risalgono di valore?se è si praticamente nn si rimette mai?se puoi,rispondimi in privato.
    grazie mille

  25. Damiano, complimenti per l’inizio di questo percorso. Penso che tanti tuoi amici non abbiano letto un libro e non abbiano la tua apertura mentale e le informazioni che stai acquisendo. Sul trading hai un po’ di confusione, puoi comprare azioni (che sono quote di aziende) o puoi comprare materie prime come il caffe’. Ma sono mercati differenti. E comunque io sconsiglio di investire in azioni proprio per il problema che dici: perche’ puoi guadagnare solo se il valore sale. Ci sono altri strumenti (Forex, Opzioni) dove guadagni (magari anche di piu’) quando il valore di quello che compri scende. So che sembra impossibile, ma e’ esattamente cosi’. Il mio consiglio e’ di studiare di piu’ e approfondire il trading se e’ quello che ti piace. Per iniziare ti servira’ del capitale, ma non molto e se sarai bravo (allenandoti con il conto virtuale) sono certo che saprai trovare il modo di investire. Ma il primo passo e’ la conoscenza (e non distrarti con troppe cose: immagine e marketing sono importantissimi, ma se vuoi fare l’imprenditore. Non servono a niente se vuoi fare il trader e molto poco se vuoi fare l’investitore in immobili). Ma ancora complimenti per aver iniziato.

  26. Ciao Alfio,intanto grazie per la risposta veloce e i complimenti,ke libro mi consigli per capire bene e in modo semplice il forex e il trader in generale?
    mi sto già esercitando con avaFX demo dove danno 100.000€ virtuali e in due giorni sono diventati 114.000,ma il meccanismo nn mi è ancora chiaro,vorrei prima leggere qualcosa e iniziare ad operare veramente e poi una volta messi un pò di soldi da parte venire a fare un tuo seminario.
    grazie ancora per la tua risposta e a risentirci a presto

  27. Se leggi l’inglese ci sono tanti ottimi libri per iniziare, anche gratuiti. In italiano non conosco nessun buon libro sul Forex (cioe’ che abbia letto di persona, ho studiato solo su materiale in inglese e ho frequentato corsi negli USA), ma sicuramente trovi qualcosa in liberia. In ogni caso, niente e’ cosi’ efficace come vedere dal vivo i trader che fanno le operazioni e spiegano le strategie che usano. E questo lo vedi solo al seminario. Comunque se hai iniziato e sei in attivo, magari hai un talento naturale.

  28. perkè magari nn ne scrivi uno tu?

  29. Damiano, grazie del suggerimento, ma preferisco insegnare la tecnica nei miei seminari. Il motivo e’ questo: so per esperienza che pochissime persone, quando leggono un manuale tecnico, poi mettono in pratica. Con un seminario, molte piu’ persone sono invogliate a darsi da fare e applicare cio’ che imparano. Ecco perche’ non scrivo manuali tecnici, non ci sarebbe ritorno ne’ per me, ne’ per il lettore.

  30. potresti consigliarmi una piattaforma in italiano e di semplice utilizzo?
    grazie ancora,a presto

  31. Damiano, la piattaforma standard per il Forex e’ Metatrader che viene offerta gratuitamente dal broker che consiglio (Forex47) ed e’ in italiano.

  32. Visto che sono stato nominato in riferimento all’opportunita’ d’investire in Forex attraverso dei gestori di portafoglio anziché gestire direttamente il rischio e i propri trade, desidero chiarire un aspetto fondamentale: i corsi di Alfio sono sicuramente molto validi e li consiglio personalmente a tutti coloro che desiderano apprendere dei metodi efficaci per creare il proprio benessere finanziario. Io stesso sono stato uno dei suoi corsisti e senza di lui non avrei mai conosciuto tutto quello che oggi mi permette di guadagnare attraverso una rendita…
    Per questo ringrazio Alfio infinitamente!!!
    Relativamente a metodi di guadagno come quelli proposti da Foremacro (www.fondi-forex.webs.com), dico semplicemente che funziona molto bene e che relativamente al rischio, non e’ più rischioso che investire il proprio denaro nei primi periodi di inesperienza. Che siano Forex, Opzioni, Commodities o Azioni, prima di poter investire in modo sereno e controllato, si deve passare per la gavetta… Ovvero perdere i propri soldi al fine di imparare il mestiere. I corsi sono fondamentali ma non sono la panacea per eliminare i fattori di rischio.
    Inoltre, una strada non esclude l’altra. Io investo i soldi in modo autonomo e gestisco le operazioni in modo diretto e parallelamente investo su conti deposito ad alto rendimento come quelli proposti da Forexmacro (www.fondi-forex.webs.com).
    Scegliere entrambe le opzioni significa massimizzare i rendimenti e distribuire ulteriormente i rischi…
    😉
    Ciao e Complimenti a tutti.
    A presto.
    Ernesto Carlo

  33. Certo che e’ possibile attuare una strategia mista, dipende sempre dalla propria attitudine al rischio. Tuttavia non sono daccordo sul concetto di gavetta espresso qui. Credo che la gavetta non significhi dover perdere i propri soldi. Per me gavetta o meglio fase di apprendimento significa studiare, applicare in virtuale, valutare i risultati, operare i cambiamenti necessari. Il trading e’ un’attivita’ – o puo’ essere – un’attivita’ estremamente razionale e per molti versi meccanica. Se hai un metodo di trading che funziona, applicalo senza la variante del giorno “perche’ ti sembrava che ci fosse un’opportunita’ “. E’ come andare in auto: se ogni volta fai una strada diversa e guidi in modo diverso non e’ molto efficiente e rischi di fare incidenti. Ma se impari a guidare e trovi la tua strada ottimale poi e’ praticamente automatico.

  34. Sig Bardolla,
    vorrei sapere a che titolo afferma che questo è un biz ideale. E’ un semplice investimento che comporta comunque moltissimi rischi, e come tale puo’ andar bene come andare molto male.
    Inoltre vorrei sapere se lei decide cosa pubblicare e cosa censurare, perchè trovo singolare il fatto che ci siano solo commenti positivi
    Un saluto
    Germano Franceschini

  35. Signor Franceschini, ogni investimento comporta dei rischi, mi pare lapalissiano. Ideale non vuol dire senza rischi. Spiego perche’ il Forex e’ un business ideale nel titolo dell’articolo (niente clienti, niente prodotti, si puo’ fare dovunque). Questo e’ sempre vero per il trading, si puo’ dire che il trading e’ gia’ un business ideale. Il Forex e’ il piu’ ideale di tutti perche’ e’ totalmente liquido, funziona 24 ore al giorno, non viene influenzato da insider e neanche dall’economia mondiale, permette di applicare perfettamente l’analisi tecnica e quindi e’ alla anche di chi inizia e non ha un backgroud finanziario, non e’ tassato in Italia… devo andare avanti? Comunque queste cose le spiego nell’articolo, la invito a controllare. Per quanto riguarda la censura, approvo TUTTI i commenti, buoni e non. Ce ne sono anche di contrari e negativi e va bene cosi’. Consideri comunque che le persone che leggono questo blog in genere hanno una buona opinione dello scrivente altrimenti… perche’ leggerebbero il mio blog? Saluti.

  36. Ciao Alfio,
    volevo capire meglio il passaggio che spieghi nel post
    n°2. : “Con 5000 euro, seguendo la regola di non rischiare piu’ dell’1-2% del capitale su un trade abbiamo a rischio 100 euro, ovvero circa 10 pip, che sono pochini (probabilmente con un capitale iniziale cosi’ piccolo bisogna spingersi fino al 4% del rischio su un trade). Con questo rischio si puo’ ipotizzare di guadagnare almeno altrettanto su un trade (100% o piu’), ma mettendo in conto i trade che vanno male, la cifra di 50 euro di guadagno giornaliero medio, magari e’ prudente, ma realistica.”
    Non mi è chiaro un passaggio…cioè io ho 5000 euro, facendo un trade rischiando tra l’1% ed il 4% di capitale, posso guadagnare anche il 100% o più del capitale rischiato e qui ok. Quello che non capisco è questo…ma mantenendo basso il capitale rischiato nei termini da te esposti (100 eur)…posso fare solo un trade al giorno? Non posso farne molti di più e quindi guadagnare di più? Cioè se ho 5000 euro in teoria potrei fare una cinquantina di trade da 100 euro, stando alla matematica spiccia.
    Perdona la domanda sicuramente idiota…ma ovviamente c’è qualche base del concetto forex trading che mi sfugge e le informazioni per un neofita non abbondano nè in quantità, nè in chiarezza su tale argomento. In data 28 infatti valuterò se segnarmi direttamente al seminario del 13. Eventualmente chiedendo maggiori delucidazioni in loco.
    Grazie per l’attenzione.

  37. Non esistono domande idiote, solo spiegazioni incomplete. Puoi fare quanti trade vuoi al giorno. Non solo, puoi tradare quanti lotti vuoi in un singolo trade. La quantita’ di trade o lotti, dipende dal tuo capitale. Si dice di non rischiare piu’ dell’1-2% su ogni trade considerando che si fanno piu’ trade. Quanto vuoi mettere in gioco del tuo capitale? Sconsiglierei di avere in gioco piu’ del 10%, almeno all’inizio, quindi 2-5 trade. La tua ipotesi di investire il 100% del tuo capitale (quindi 50 trade) pur tecnicamente possibile, e’ eccessivamente rischiosa. E’ facendo cosi’ che ci si “fuma il conto”. Considera che una coppia di valute in certe giornate puo’ fare 10 pip in pochi secondi e se sono contro di te sono persi in pochi secondi. Comunque nel seminario parliamo a lungo di come gestire il rischio, e’ un elemento fondamentale del trading.

  38. Grazie Alfio, ora è tutto molto più chiaro. Ci vediamo il 28. 😉

  39. Ciao Alfio, volevo chiederti se esiste davvero una cosa cone il “campionato TOP TRADER di BORSA cat. FOREX”
    Leggevo di un signore che afferma di averlo vinto mettendo a segno una performance del 497% in due mesi, trasformando, alla fine del campionato, gli iniziali 5.000 euro in ben 25.000.
    Le domanda ovvia è…ma sono possibili davvero tali performance con il forex? E, in caso affermativo, quanta esperienza bisogna accumulare dopo i tuoi corsi per raggiungere quel livello? Sarebbe una strategia saggia (potendo permetterselo ovviamente) farsi seguire dai tuoi coach almeno per il primo anno di “praticantato” in maniera regolare?
    Grazie ancora per l’attenzione.

  40. Queste performance sono sicuramente raggiungibili con il Forex, ben piu’ facilmente che con le azioni grazie alla leva finanziaria. In quanto tempo puoi raggiungerle dipende da te. Ovvero la tecnica intrinsecamente permette ritorni molto elevati: la difficolta’ sta nell’ottenerli e nel mantenerli ed e’ per questo che occorre studio e pratica. E’ abbastanza normale che chi vuole ottenere risultati si faccia seguire da un coach per i primi tempi. Infatti, i coach di Alfio Bardolla Training Company sono molto occupati ed eventualmente puo’ essere un problema trovare delle ore libere, ma quando vieni al seminario ne parli con loro. Un coach di trading e’ proprio come un coach sportivo: ti allena, ti motiva, ti mette sulla giusta strada e quando serve ti cazzia pure (se continui a fare gli stessi errori). Quindi, si’, farti seguire da uno dei nostri coach e’ una buona idea. Spererei che ti serva meno di un anno di coaching, comunque! Dipende da te, ma ho visto gente diventare operativa con profitto sul Forex nel giro di qualche mese (ovviamente non finisci mai di migliorare).

  41. Buona sera.
    Mi chiamo Giuseppe, probabilmente ci vedremo al corso sul forex il prossimo 13 e 14 dic.
    Ho letto tutto il blog sul forex per potermi fare un’idea piu precisa, poiche per me, che non mi son ai occupato di economia, è arabo.
    Ad ogni modo in uno dei vari messaggi sul blog ho trovato una signora che diceva di aver frequantato il suo corso su trade in opzioni, e a fine corso voi consigliavate come forma di investimento la: IRIS FUND SICAV-SIF. E siccome io vorrei mettere a rendita una piccola somma, diciamo intorno ai 6/7 000€, vorrei, se fosse possibile il suo parere professionale su questa società. Ben inteso che mi è chiaro che una percentuale di rischio c’è sempre investendo dei capitali, le sembra un buon passo per una persona che non ha mai fatto investimenti di questo tipo?
    La ringrazio anticipatamente.
    Giuseppe

  42. Giuseppe, come ho gia’ scritto sul blog, per motivi di regolamentazione italiana dell’informazione finanziaria, preferisco non dare pareri su societa’ di investimento. Come sai in generale io dico che ognuno dovrebbe gestire in prima persona i propri soldi, come del resto tu ti accingi a fare con il Forex.

  43. Salve.
    Sono vecchio e ammalato, in ossigenoterapia 24 h su 24, per cui non posso partecipare a corsi, ma mi piacerebbe rendere più interessanti le mie giornate giocando col trading via web senza rimetterci (troppo) e magari guadagnare 10 euro al giorno.
    Suggerimenti?
    Grazie anticipate.
    Pier Marco

  44. Pier Marco, se decide di dedicarsi al trading, sicuramente rendera’ interessanti le sue giornate e penso che potrebbe abbastanza rapidamente arrivare a guadagnare 10 volte il suo target di guadagno. Le consiglio il Forex perche’ si puo’ iniziare piu’ rapidamente e con capitali piu’ bassi. Se non puo’ partecipare ai miei seminari, potrebbe valutare la possibiita’ di fare del coaching personale. La invito a chiamare in Alfio Bardolla Training Company per informarsi di questa possibilita’. Chiaramente puo’ iniziare anche da solo, ma non saprei proprio consigliarle un buon testo in italiano. Ovvero ce ne sono molti (ad esempio su http://www.tradinglibrary.it) ma a mio avviso non sono fatti per prendere per mano uno che parte da zero, come invece riusciamo a fare al seminario (o anche con un coaching). E comunque i miei complimenti per l’idea che ha avuto, mi sembra veramente ottima.

  45. ciao alfio,mi chiamo franco ho partecipato al seminario investire in immobili aprile 2008 e sono riuscito a fare diverse operazioni anche grazie a mia moglie che e’ un agente immobiliare.Ora vorrei un consiglio da te,la strategia di robert kiyosaky sugli investimenti in borsa cioe’ acquistare azioni di societa’ non ancora quotate e rivenderle un anno dopo l’ingresso nel mercato azionario e’ una buona strategia?

  46. Non e’ una strategia cosi’ semplice come sembra. Lavorare sui fondamentali delle aziende per investire in azioni (strategia di Warren Buffett, tra l’altro) richiede competenze ben superiori a quelle necessarie per fare trading in opzioni. E anche un portafoglio ben piu’ capiente. Per me e’ una strategia perdente perche’ guadagni solo in una direzione (se hai scelto l’azienda giusta e le azioni aumentano di valore), mentre con le opzioni guadagni in tutte le direzioni: titolo che sale, titolo che scende (potenzialmente guadagni di piu’) e titolo che si muove in un range (e ti puoi creare una “rendita” da opzioni). Kiyosaki infatti dice anche di fare trading in opzioni, che e’ la strategia che raccomando. Trading significa per lo piu’ usare l’analisi tecnica e lavorare nel breve periodo: grazie alla leva finanziaria data dalle opzioni, i ritorni sono molto, molto elevati. Forse nel medio periodo la strategia di Kiyosaki funziona bene, ma, ripeto, per me e’ troppo rischiosa.

  47. Ciao Alfio. Ti scrivo dopo 2 mesi dal corso su Forex.
    Prima di tutto voglio dire a quelli che non ci credono e ti criticano, che si sbagliano! Seccondo me dipende tutto dal modo che ognuno prende la cosa e se è MOTIVATO. Io lo sono stato. Dopo un estate di studio, approfondimento, lavoro sul mio IO. Da poco ho iniziato a lavorare su Forex in reale. Tutto ok FUNZIONA.
    E adesso che vedo i primi risultati vedo come fare a farli tutti i corsi!
    Specialmente quello del lavoro online.
    Grazie.

  48. alla fine..tirando le somme…. e per non disperdere risorse ed energie preziose, meglio indirizzarsi sul forex o sulle opzioni (almeno come primo passo)?

  49. Sono due cose differenti. Con il forex inizi molto rapidamente perche’ non c’e’ molto da imparare per partire, con le opzioni hai un percorso di apprendimento piu’ lungo, ma lo strumento e’ molto piu’ versatile. Comunque oggi indubbiamente e’ il Forex l’argomento caldo, lo vedi anche dal numero di seminari che stiamo facendo.

  50. Ciao Alfio, una curiosità.
    Al primo seminario di forex cioè quello base applicando in mariera davvero seria le strategie di contenimento rischi e quelle su come muoversi, con un capitale iniziale di €2000,00 ed almeno un ora e mezza due pesante di applicazione, quanto credi che mediamente si possa ottenere in termini di percentule giornaliera? es un 3% al giorno(€ 60) sono mediamente possibili?
    e se si, col forex avanzato la % media di quanto potrebbe aumentare sempre con lo stesso capitale iniziale? E’ sottinteso che parlo di una % media in termini di applicazione delle tue strategie e serio studio. E’ ovvio per tutti intendo che se non ci mettiamo testa impegno determinazione e costanza questa % potrebbe essere meno di 0 :-).
    Se ti è possibile Alfio, con opzioni il guadagno invece è mensile credo no? e se si una media sempre sullo stesso capitale ammesso che sia sufficiente con opzioni base e avanzato qual’è in termini di media?
    Scusa per queste domande un pò da neofita imbecille. Rispondi solo se ti è possibile, e non creo disturbi altrimenti ho sempre la mia mail disp.
    Grazie mille e buona giornata a tutti.
    Paul

  51. Direi che le cifre che dici sono realistiche anche se il capitale iniziale e’ piccolo. Probabilmente dovrai lavorare con mini-lotti (1/10 dei lotti veri) per avere un po’ di margine sullo stop loss, ma si puo’ fare. Il punto in realta’ non e’ tanto la bravura tecnica, quanto l’abitudine al trading, il profilo di rischio personale e il capitale su cui si lavora. Sono queste le cose che dovrebbero aumentare, aumentando le conoscenze. Per il discorso opzioni e’ piu’ complesso e non si puo’ dare una risposta univoca. Ci sono cosi’ tante strategie che non ti posso dare delle cifre, posso dire che con molte strategie 2 figure percentuali e anche 3 figure sono senz’altro possibili. Ma con le opzioni puoi anche fare strategie di cashflow. O puoi focalizzarti su strategie short dove guadagni vendendo e non acquistando (tranne che hai bisogno di capitale di garanzia e di protezione).

  52. Grazie Alfio,
    parlando di Forex ammettendo che durante la mia sessione di due ore riesca ad ottenere una guadagno del 2% “nonostante le perdite” quindi €40 per circa 25 gg lavorativi sono €1000 che sommo ai miei precedenti €2000 quindi al secondo mese dovrei ripartire con €3000. Sempre con un profitto giornaliero del 2% cioè 60 euro con 25 gg lavorativi avrò €1500 in più quindi al terzo mese ripartirei con €4500 e sempre al 2% sarebbero al giorno €90 e così via..
    Attuando un procedimento forzato di ottenimento giornaliero di almeno il 2% al 12° mese dall ‘inizio avrei un capitale di €172.995,12 da poter continuare a reinvestire..
    Questo discorso potrebbe funzionare secondo te?
    Credo che ci sia qualche variante do ostacolo. Troppo semplice sarebbe. Tu che ne pensi?

  53. Si, questo discorso di compound interest funziona. Se sei disciplinato con le strategie e gestisci il rischio in modo ferreo, i numeri sono numeri 🙂
    Ti devo anche dire che il 90% dei trader non e’ discipinato e non gestisce il rischio in modo ferreo. E si fuma allegramente l’account.

  54. Grazie mille alfio. Mi riservo le domande da fare al seminario. Adesso devo mettere da parte dei soldini.
    Un abbraccio
    Paul

  55. Ciao Alfio,
    ma con le opzioni posso ottenere gli stessi risultati giornalieri del forex? (non riesco proprio a decidermi su quale tra forex e opzioni).
    Mi sto dando da fare anche per gli immobili perchè sono a contatto con alcune banche e vorrei intervenire prima, tramite loro segnalazione, che la casa sia messa all’asta e mi chiedevo se su siracusa conosci qualche investitore a cui potrei proporre qualche operazione immobiliare anche perchè non ho un soldo e mi sembra che sia l’unico modo per me in questo momento…
    Scusami per il discorso poco inquadrato al post ma se vuoi scivo un altro post..
    saluti
    Paul

  56. Sono due cose diverse. Io ti consiglio di iniziare con il Forex, perche’ inizi prima e piu’ facilmente. Quando diventi un trader puoi passare alle opzioni, futures, commodities, quello che vuoi…

  57. ciao alfio
    io sto gia’ operando con le opzioni in live con tos, essendo partito con 4000 dollari i ritorni sono al momento piccoli,pero’ le potenzialita’ percentuali sono buone.volevo chiederti ma cosa intendi con cashflow garantito con le opzioni?? non tutti i trade vanno necessariamente a buon fine ,anche se con le opzioni puoi correggere posizioni in perdita,si bilanciano perdite e profitti a vantaggio di questi ultimi ma non e’ esattamente il concetto di cashflow classico….a quale strategia ti riferisci? ovviamente senza entrare nei particolari.giusto x farmi un idea a cosa ti riferisci(alla volatilita implicita??).grazie per la risposta e ciao.

  58. Mi riferisco agli spread, calendar e credit per esempio. Puoi aprire posizioni e ottenere del cashflow con le opzioni che vendi a breve mentre ti proteggi con quelle a lungo. E puoi fare il roll-on delle posizioni per lunghi periodi. Ovviamente il titolo deve prestarsi con un movimento sideways (esempio classico Microsoft).

  59. Ciao Alfio son capitato nel tuo sito, dove parli di diventare ricco con gli immobili, con le aste e gli stralci? dico bene? (perdona la mia ignoranza), poi parli di trading, di forex et simili.
    Sostieni la possibilità in sostanza di diventare ricchi con uno o più di questi sistemi.
    A questo punto pubblicizzi tutta una serie di corsi, a pagamento ovviamente da te condotti.
    A questo punto mi sorge però una domanda:
    A che ti serve portare a casa qualche migliaio di euro con i corsi quando puoi diventare miliardario come tu stesso sostieni?

  60. Lucio, leggiti un po’ di articoli su questo blog. Prima di te moltissime persone mi hanno fatto la stessa domanda, in maniera piu’ o meno gentile di te (tu sei nella media), ma la domanda e’ sempre la stessa: se sai come diventare ricco perche’ fai i corsi? O perche’ non li fai gratis? La risposta e’ sempre la stessa: mi piace insegnare e inoltre facendo corsi incontro persone molto interessanti con le quali poi magari faccio del business. E in piu’ guadagno, anche se non sono i corsi il mio business principale. Questa in sintesi la mia risposta, se cerchi nel blog troverai magari piu’ dettagli. In ogni caso e’ una domanda che non arricchisce nessuno. Magari se invece provi a pensare che non sempre ci sono persone che fanno “i furbi” ti si aprono altre possibilita’.

  61. Ok Alfio non volevo assolutamente offenderti, la mia era solo curiosità, comunque mi par di capire che qualcuno è stato più categorico di me; io forse ho pestato un pò troppo ma sono fatto così, vado al sodo, che ci devo fare.
    Intanto grazie per avermi risposto; avrei qualche domanda da farti, ma puoi anche non rispondermi, in fin dei conti sono stato poco simpatico e capirei:
    1. E’ difficile il forex? ci vogliono dei geni per imparare?
    2. Trovo il tuo libro nelle librerie?
    3. A grandi linee ho capito di che cosa si tratta, ma se con 1000 euro compro X dollari non posso aspettare che il dollaro salga per comprare più euro? E’ una domanda stupida lo so però mi è sorta spontanea.
    Bè ora devo andare, ti saluto.

  62. Ciao Lucio, come ho detto amo insegnare quindi ti rispondo piu’ che volentieri, anche perche’ sono domande che interessano tutti. Non e’ difficile per niente imparare il Forex. E’ difficile diventare un trader perche’ serve acquisire una mentalita’ specifica, ma la basi tecniche per iniziare a fare tading in virtuale si imparano nei due giorni di seminario. Riguardo all’esempio che hai fatto, ricordati che – nel caso dell’EUR/USD – fai trading sul rapporto tra Euro e Dollari. Ovvero se compri EUR/USD compri Euro e vendi Dollari (paghi gli Euro con i Dollari) e viceversa (nel Forex puoi comprare o vendere). Fai conto che sia il “prezzo in Dollari degli Euro” che e’ un modo chiaro per capire come funziona. Quindi se il Dollaro sale ti servono meno Dollari per comprare gli Euro, quindi EUR/USD va giu’. E al contrario se l’Euro si rafforza sul Dollaro (o il Dollaro si indebolisce sull’Euro): EUR/USD va su. Detto questo, il tuo esempio e’ proprio l’essenza del trading sul Forex: ipotizzare come si muovera’ il rapporto EUR/USD e agire di conseguenza. Puoi farlo in due modi: considerando i fondamentali macroeconomici (es: l’economia USA da’ una notizia positiva, Dollaro sale, EUR/USD scende) oppure con l’analisi tecnica, lo studio dei grafici. Io insegno entrambi i metodi e sono l’unico in Italia che ti insegna a fare “trading sulle news” che puo’ essere molto profittevole in tempi brevissimi (minuti) se sai come fare. Trovi i miei libri in libreria oppure puoi ordinarli sul mio sito. Grazie per le domande.

  63. ciao alfio volevo domandarti una cosa..io ho un conto live con Activtrades da un bel pò e sto guadagnando una caterba di soldi con il forex..solo che quando per esempio devo fare un versamento nel conto mi sottraggono l’1,5% di quello che metto sul conto( es se metto 1000 in realtà ne metto 985) e se devo fare un prelievo mi sottraggono circa 20£ e questo mi scoccia un pò..io so che tu consigli ai tuoi studenti Forex47 come broker..volevo sapere quali costi ha questo broker per prelievi e versamenti..nel loro sito non ne parlano..poi volevo sapere se esiste tassazione nel forex..

  64. Sinceramente non mi ricordo le condizioni di Forex47, ma considerando che e’ collegata a una banca italiana, probabilmente le condizioni non sono cosi’ esose. Comunque puoi chiamarli e chiedere. Per quanto riguarda la tassazione del Forex non c’e’ tassazione per un motivo tecnico: a causa del rollover delle posizioni che i broker effettuano (chiusura a fine giornata delle posizioni e riapertura il giorno dopo) sul conto non ci sono mai piu’ di 51.6645,69 per oltre 7 giorni. Evviva il Forex anche per questo.

  65. ok ho appena parlato con forex47 e mi hanno detto che per il conto trading non c’è nessun costo per prelievi e versamenti…appena posso chiudo il conto con Activtrades e ne apro uno nuovo con forex47…poi volevo farti una domanda..io ho 18 anni e con il forex guadagno circa il 50-60% del capitale ogni mese se va male(a volte anche il 400-500% tradando le notizie e caricando un pò con i lotti)..ora mi sembra troppo facile..cioè i miei genitori vorrebbero darmi buona parte dei soldi del conto corrente di famiglia che però sono parecchi soldi e sto letteralmente sconvolgendo il mio piccolo paesino che anche altri miei amici e alcuni del paese mi hanno chiesto di investire i loro soldi in cambio di una percentuale..volevo chiederti se c’è per caso qualche rischio che il broker o la banca dove ho il conto di trading fallisca e perdo tutti i soldi..oppure sono coperto in qualche modo..

  66. Vorrei sapere come è possibile che gli utili derivanti da attività sul Forex non siano assoggettati a nessun prelievo fiscale. Perchè essi si differenziano dai depositi bancari, titoli azionari, titoli obbligazionari, ecc.?
    Giacchè le aspettative delle attività sul Forex sono definite davvero interessanti, ritengo che l’aspetto fiscale rivesta interesse affatto trascurabile.
    Grazie per l’attenzione.

  67. Lorenzo l’ho spiegato proprio recentemente su questo blog, e ti invito a cercare la spiegazione. Oppure lo trovi spiegato su Internet se cerchi “forex tassazione”. Per il modo in cui vengono gestiti i conti Forex i guadagni non sono soggetti a tassazione. Questo indubbiamente favorisce non poco chi ha grossi capitali e investe in Forex. Questi soggetti si chiamano, per esempio, banche. 🙂 Ma va indubbiamente bene anche al privato con il suo conto personale.

  68. Non ci sono rischi che la banca fallisca, come hai visto nella recente crisi finanziaria oggi ci sono sistemi che evitano proprio che le banche commerciali falliscano (diverso e’ il discorso per le banche di investimento, ma non e’ il nostro caso). Forex47 e’ un broker di Forex che e’ un business estremamente profittevole e a basso rischio. Quindi direi che dal punto di vista di dove stanno i tuoi soldi, puoi stare tranquillo. Se non ti fai prendere da delirii di onnipotenza e ti ricordi che nel trading si guadagna e si perde, ma l’importante e’ guadagnare piu’ che perdere (e questo lo devi dire chiaramente a chi ti vuole dare i soldi)… beh, direi che puoi continuare questa tua carriera di trader senza problemi. E complimenti, hai visto cosa c’e’ dietro “il posto di lavoro”. Un mondo di soldi, con poca fatica, poco tempo e tanta conoscenza e psicologia. E hai solo 18 anni, buon per te!

  69. Ho letto nel blog che un ricorrente errore commesso da alcuni Forex traders dopo il tuo seminario è l’aver operato, magari correttamente, ma sottocapitalizzati con posizioni aperte di soli 2000 € ma non è dato di sapere con che leva operavano, immagino però elevata.
    Vorrei pertanto chiederti Alfio, a tuo giudizio con che somma è opportuno iniziare sull’FX assumendosi, almeno inizialmente, un ratio di rischio basso? Da quanto ho letto in giro su siti che parlano dell’FX, si suggerisce di non rischiare più del 3% per ogni operazione aperta. Personalmente penso di iniziare, dopo le necessarie simulazioni, con 5000 € ma non so a quanti lotti o frazione di lotti ammonatano e con quale leva operare. Ritieni corretto e ponderato investire, o per meglio dire speculare su FX, con 1/10 del proprio capitale disponibile e poi, con quale leva se voglio una bassa assunzione di rischio? Attendo tua risposta suggerendomi ed anticipandomi eventualmente qualche consiglio. Ho letto recentemente un libro del famoso trader americano Larry Williams dal quale ho imparato ad acquisire autodisciplina operativa e rigoroso controllo del rischio. Ci vediamo al prossimo seminario sull’FX il 14 e 15 p.v.

  70. Dipende dalla tua propensione al rischio e dalla tua bravura. In linea di massima dico di no, rimanere sul 2-3% di rischio a trade e comunque non piu’ del 10-15% investito sui vari trade e’ una buona regola di risk management. Pero’ capisco che con capitali limitati significa poter operare solo nel breve perche’ non si ha uno stoploss abbastanza ampio per periodi piu’ lunghi (es: H1). La leva che si usa comunemente e 100:1 e anche se e’ rischiosa, c’e’ poco da fare se hai capitali di qualche migliaio di Euro. Considera che piu’ hai soldi, meno leva usi e di conseguenza abbassi il tuo rischio. Direi che chi inizia con qualche migliaio di Euro ha pochi margini: deve usare una leva elevata (ma sconsiglio oltre 100) e deve opeare sui brevi periodi o fare trading delle news che si esaurisce in brevissimo tempo. Poi quando hai un capitale piu’ consistente hai piu’ opzioni… come sempre nella vita.

  71. Ciao Alfio! Vorrei sapere se partendo quindi con 1000-2000 euro di capitale si corre il rischio di perdere quasi tutta la somma investita, dovendo usare una leva rischiosa pari a 100:1. Scusa per la domanda ma non sono un esperto della materia! Grazie in anticipo per la risposta!

  72. Il rischio c’e’ sempre. Pero’ se metti in atto strategie di controllo del rischio NON perdi sicuramente tutto il capitale. E’ come dire: ma se vado a 150 all’ora in citta’ corro il rischio di ammazzarmi? Si’ certo, ma non vuol dire che guidando l’auto sia inevitabile ammazzarsi. Chiaro il concetto? Partendo con un capitale piccolo, il rischio e’ piu’ elevato, ma puoi comunque controllarlo. Fondamentalmente, partendo con piccoli capitali impieghi piu’ tempo a farli crescere se gestisci il rischio corettamente, se vuoi fare piu’ in fretta rischi di piu’.

  73. Grazie come sempre per rapida risposta. Tuttavia, prima di partecipare al seminario FX vorrei farmi precisa idea di quanto operare per singolo trade. In linea di massima tu dici di no a 5.000 € perchè avrei margini troppo ristretti di stoploss. Alchè operare invece con 10.000 €/trade e comunque con leva mai superiore di 100:1 come tu suggerisci, potrebbe rappresentare valida soluzione? La mia propensione al rischio la voglio sotto il più stretto controllo, non oltre 1l 2-3% per trade. Chiaro è che nell’operatività dovrà emergere la mia bravura di futuro trader. 10.000 € rappresentano circa il 15% del capitale liquido disponibile. Cortesemente ti chiedo ulteriore risposta con eventuali tuoi suggerimenti con varianti operative.

  74. Ciao ALfio, è da un pò che ti seguo e leggo il tuo blog. Tutto molto interessante.
    La mia domanda sarà secca e diretta.
    Vorrei investire in FOREX ma non ho tempo, in quanto ho diversi businnes on line e un lavoro off line.
    Quindi zero tempo per imparare e zero tempo per lavorarci su.
    Premettendo che è un’attività che vorrei fare in futuro, iniziando dai tuoi seminari che sembrano essere molto interessanti, vorrei un consiglio da te, su una società seria e sicura dove affidare i miei soldi (diciamo 5-10.000€) e dove loro fanno tutto.
    In internet ce ne sono decine non vorrei incappare in qualche “sola”.
    So che vado contro la tua politica, ma potresti consigliarmi qualcosa di serio??
    Cosa di dici di FOREX MACRO??
    Grazie in anticipo. Nicolò.

  75. io ho iniziato a tradare con piccolissimi risultati,ma vorrei sapere se c’è un forex sistem cioè segnali forex ben precisi,poichè di segnali operativi oltre al sito dove ho un conto real ne trovi a quantità,però vorrei seguire dei segnali operativi specifici e seri che danno risultato.
    allora che mi rispondi ce ne sono oppure no?

  76. Il miglior modo per trovare segnali operativi da seguire e’ crearti I TUOI segnali operativi da seguire. Ogni trader deve sviluppare il SUO trading sistem. Se devi andare da qualche parte puoi anche salire sulla macchina di un amico, ma devi accettare che ti porti lui dove vuole e magari il suo stile di guida non e’ quello che piace a te e magari alla fine fate pure un incidente. Ma se sei solo un passeggero non hai controllo su quello che succede. Ecco perche’ devi avere la tua auto e guidarla tu, ovvero il tuo trading system. Che non e’ nient’altro che una serie di segnali opearativi che ti dicono quando entrare e quando uscire.

  77. Nicolo’, tutto cio’ che faccio dice che non ti posso dare un consiglio come questo. Non posso consigliarti un’azienda che prende i tuoi soldi e li investe per te, perche’ dico sempre che devi essere tu a imparare a gestire i tuoi soldi. Se non hai tempo per investire i tuoi soldi non investirli. Secondo me stai gestendo male il tuo tempo perche’ imparare a gestire i proprio soldi deve avere priorita’ uno. E se i tuoi business richiedono la tua costante attenzione significa che non hai creato dei business, ma ti sei creato parecchi lavori e non e’ la stessa cosa. Su Forexmacro (e su sistemi simili) leggi cosa ho scritto in un precedente articolo.

  78. Grazie della riposta.
    Hai ragione su quasi tutto secondo me. Comunque leggendo qua e la sul tuo sito i vari commenti, ho notato che su questo argomento c’è grande dibattito. Ora, pur rispettando al 100% il tuo pensiero, e considerata la tua grande esperienza, non credo non vi sia in italia o all’estero una società seria dove poter investire in forex e dove garantiscano almeno serietà.
    Il mio problema è che realmente, per ora, non riuscirei a gestire un’altra attività, in quanto come consigli tu, dovrei studiare un bel pò.
    E siccome ho circa 10,000€ da investire non volevo lasciarli a stagnare in banca…al 0,8% all’anno.
    Comunque vorrei realmente partecipare ad uno dei tuoi corsi, per imparare questo affascinante argomento.
    Intanto grazie e a presto.
    Nicolò

  79. Ciao Alfio!!Sono una persona che da poco sta iniziando a capire il Forex , leggendo libri specifici, spulciando su internet e facendo pratica con un conto virtuale di Forexpro, come ce ne sono tanti.
    Sono convinto che il costo del corso sul forex e giustificato da tante variabili,e che sia giusto.
    Però ci sono tante persone che non possono fisicamente venire al corso o che non ce la farebbero a pagare quella cifra. Io suggerirei , non so se sarai d’accordo a fare un corso preliminare online ad un prezzo accessibilissimo..!!! In questo modo guadagneresti molto di più e accontenteresti una marea di persone.Chi poi si appassiona al Forex si impegnerebbe a frequentare il tuo corso Master dal vivo.
    Carlo

  80. Complimenti, illustrato il mercato del forex nei suoi elementi più essenziali.

  81. Ma siamo veramente sicuri con le tasse non si evadono? Il Forex è ancora considerato uno strumento finanziario accessorio?

  82. Il punto e’ la giacenza di una somma per oltre 7 giorni lavorativi. Poiche’ in genere il broker attua il rollover, ovvero chiude e riapre la posizione a fine giornata, ecco che non si attua la condizione prevista dal DPR che regolamenta l’aspetto fiscale dei guadagni con il Forex. Trovi le informazioni su questa materia in decine di siti Internet e in ogni caso ti consiglio di parlare con il tuo commercialista. Ti posso dire questo: non e’ una regolamentazione pensata per il singolo trader, ma per le banche che sono i principali utilizzatori del Forex.

  83. Ho aperto un conto Fineco, come piattaforma di trading sul Forex è adeguata?
    Saluti.

  84. Non e’ tra i broker che raccomando anche perche’ non ha Metatrader che e’ la piattaforma ormai standard per il trading sul Forex. Ma se hai scelto Fineco avrai avuto i tuoi buoni motivi e magari ti funzionera’ bene. Non e’ cosi’ critico il broker almeno agli inizi e se non vuoi fare scalping (altrimenti devi trovare quelli adatti allo scalping), avrai tempo per valutare e decidere se restare o cambiare. Intanto inizia (in virtuale) che e’ la cosa piu’ importante.

  85. carissimo alfio,si parla solo di guadagni nel forex,non dimentichiamoci che in egualmente si perde,con qualsisi stregia,che non è buona per tutti i momenti,che il mercato lo vedo in mano a mani fortissime.quindi quello che guadagno puntualmente lo perdo.i guadagni più certi,mi perdoni la insolenza,a mio parere sono con i corsi….o no?grazie lino m.

  86. dimenticavo:secondo lei ig markets va bene?io la trovo completa ed efficiente,però non ne ho provato altre.grazie,in attesa,lino ma.

  87. Il bello del Forex e’ che le “mani fortissime” non sono affatto nascoste e improvvise. E’ da gennaio che i grandi trader comprano dollari e l’euro ha iniziato a scendere. Non bisogna essere degli insider per capire che il trend e’ indiscesa. Ma con le corrette strategie tecniche si possono avere risultati sicuramente positivi, con i guadagni superiori alle perdite. Qualche perdita c’e’ sempre nel trading e il Forex non fa eccezione: l’obiettivo e’ che la somma tra perdite e guadagni sia positiva e questo si ottiene con buone strategie, corretta gestione del rischio e disciplina.

  88. Preferisco evitare di rispondere alle domande sui broker, sono tecniche e genererebbero un sacco di discussioni. Se vuole risposte piu’ specifiche la invito a chiamare in ufficio per sentire un coach sul trading.

  89. Caro alfio,
    sono un tuo corsista, e vorrei portarti un quesito che riguarda, a mio avviso, una parte di questo post:
    lo scorso 6 Luglio 2010 l’agenzia delle entrate ha emesso la risoluzione n. 67/E in cui si dà risposta al quesito sulla tassazione delle plusvalenze nel forex… sò che in questo blog non dai risposte tecniche, ma credo che qualche lettore possa restare spiazzato e notare una incongruenza in ciò che viene affermato nel post, inoltre mi piacerebbe conoscere la tua opinione, visto che leggendo la stessa risoluzione a me pare un pò controversa: da una parte afferma che le plusvalenze derivanti dalle copravendite di valute non possano essere assoggettate a tassazione sulla base delle disposizioni contenute nell’art. 67, comma 1 bla bla bla; d’altra indica che tuttavia, è certamente rinvenibile un rapporto avente ad oggetto valute estere suscettibile di produrre differenziali positivi o negativi in dipendenza dell’andamento del cambio della valuta estera rispetto all’euro, pertanto, la plusvalenza realizzata alla fine della giornata, dalle persone fisiche al di fuori dell’esercizio di un’attività d’impresa, deve essere indicata nella dichiarazione dei redditi del contribuente (quadro RT – sez. II).
    Sperando di fare cosa gradita, qual è il tuo commento in proposito?
    Complimenti per ciò che fai e per come lo fai.
    Grazie
    Roby

  90. Giusto commento e giusta domanda. Le risposte e l’articolo sono stati scritti prima del 6 luglio 2010. Ora le cose effettivamente sono cambiate anche se la regola e’ secondo me incongruente perche’ richiederebbe di pagare tasse su un profitto che potrebbe anche non verificarsi. Inoltre il rollover rimane ovvero tecnicamente le posizioni sono aperte e chiuse e non passano la mezzanotte. In ogni caso, sembra che per posizioni intraday nulla sia cambiato. Per cui questa nuova risoluzione effettivamente cambia il discorso sulla tassazione del Forex, ma non e’ del tutto chiaro come procedere. Credo che ci potranno essere sviluppi e approfondimenti. E in ogni caso credo che, anche pagando il 12,5% di tasse sui profitti, il Forex non perda il suo interesse.

  91. Salve Alfio , con sempre maggiore interesse mi ritrovo a leggere quanto sono le sue proproste e le mails e relative risposte . Ora a proposito del Forex mi chiedevo se bisogna esserci almeno un po’ portati e se visto che nn ne so ancora nulla praticamente, se x provare questo “giochino ” che ovvio nn e’ , un assaggio lo si puo’ fare semplicemente acquistando e vendendo nella massima semplicita’come x l’appunto lo si fa quando ci rechiamo all’estero , ma avendo cura di cogliere il momento giusto x rivendere . Non so se mi sono spiegata . MI piacerebbe fare un piccolo assaggio ma senza complicarmi la vita . grazie se vorra’ rispondermi. Alla prossima

  92. No, non e’ cosi’ semplice perche’ il momento giusto dipende da tantissimi fattori e tu andresti alla cieca. Ci sono comunque metodi per farlo e li spieghiamo al corso. Ma se anche vuoi imparare da sola, puoi aprire un conto “virtuale” dove fare tutte le prove che vuoi senza rischiare soldi veri (ma i dati sono veri, come se avessi un conto con soldi reali).

  93. non condivido la tua filosofia, sei pregato di cancellarmi dal tuo elenco,mi eviti di depennarti le tue emeil Francesco

  94. Ciao Alfio,
    premetto che io sono meno di zero in questo campo, ma la mia domanda è questa: ma è possibile che tutti riescano a guadagnare con questo caspita di FOREX, o le possibilità sono il 50% e che realmente si potrebbe perdere quel piccolo capitale che dici di mille euro? (che x me sarebbe già un dramma).

  95. Certo che puoi fare il 50% anche al mee, ma il punto e’ la gestione del rischio. Ovvero se hai 1000 euro (un po’ pochini, ma e’ possibile partire anche con questa cifra o addirittura con cifre inferiori) e ipotizzando di mantenere il rischio al massimo al 3% del tuo capitale, significa che puoi rischiare al massimo 30 euro. Il che significa che le quantita’ su cui agisci sono inevitabilmente piccole. E quindi anche i guadagni saranno piccoli, nell’ordine di qualche euro. Nel tempo ovviamente il tuo capitale cresce, ma per poter ottenere uno “stipendio” dal forex, devi avere sul conto cifre ben piu’ alte che 1000 euro. Questo se vuoi rischiare in modo corretto, che e’ cio’ che insegnamo nei nostri corsi.

  96. Ciao, puoi indicarmi le tariffe per il coaching personale via skype o telefono?
    Grazie!

  97. No, la invito a chiamare in ufficio perche’ ci sono diverse opzioni. Su questo blog scrivo solo relativamente agli articoli pubblicati.

  98. Capisco. Ho provato a cercare ma non so che numero chiamare.. potresti cortesemente darmi una mano? (e anche darmi del tu che ho 26 anni).
    Grazie,
    Deni

  99. Chiama il Numero Verde che trovi sul sito 800-199335 e sicuramente ti sapranno dare tutte le informazioni che desideri. Ciao!

  100. Ciao Alfio, sono Stefano dalla provincia di Pisa.
    Anche se qui si parla di Forex volevo ringraziarti per avermi “ricordato” grazie al tuo libro “I soldi fanno la felicità” di mettere da parte pochi euro al giorno per poterli in seguito investire correttamente. Anche se è una delle cose più banali che si trovano nel libro, questo aspetto è fondamentale e non pesa di certo come accantonare 100-200 euro al mese(l’ho testato personalmente!). Ho messo già parte una certa somma e non mi sento certamente più “povero”, nè mi manca qualcosa; è semplicemente una cosa intelligente! A proposito di Forex(ero indeciso se partecipare al corso di Forex o opzioni ma opto per il primo)potresti consigliarmi un testo anche in inglese sull’argomento dato che secondo te non ci sono testi in italiano validi al momento? Così, prima di partecipare al corso(da maggio in poi perchè prima non sono libero nel fine settimana) mi faccio un’infarinatura sull’argomento.grazie
    p.s.:il mio prossimo acquisto sarà “L’arte della ricchezza”, l’appetito vien mangiando!:-)

  101. Ciao Alfio
    sei a conoscenza del polverone creato da una circolare dell’Agenzia delle Entrate in cui spiegano ( in malo modo ) che hanno intenzione di applicare l’aliquota del 12,5% ( capital gain ) su ogni operazione chiusa in attivo nell’arco della giornata ?

  102. Ne ho scritto al proposito su altri commenti. La disposizione e’ molto recente e controversa, con alcuni punti poco chiari. Ritengo che ci saranno evoluzioni perche’ messa cosi’, lascia spazio a interpretazioni. Comunque dovro’ modificare l’articolo che ho scritto, in questo senso, grazie per la nota.

  103. ciao Alfio,
    io avevo investito su forex e non vedo più i miei 14000 euro.
    e non riesco a mettermi in contatto con chi mi aveva consigliato.
    adesso non ho più soldi e mi dispiace.
    vorrei riprovare, ma non so se mi fido
    elisa

  104. Intendi che hai messo i tuoi soldi in un HYIP e questo ha chiuso e si e’ tenuto i tuoi soldi? Spero che non sia cosi’, ma e’ un rischio che era presente e chi promuoveva questo tipo di investimenti doveva metterlo bene in chiaro. Imparare a fare trading sul Forex e’ una cosa tutta diversa. Il paragone e’ questo: tu sei salita in macchina con uno sconosciuto e gli hai chiesto di portarti in un luogo. Invece questo ti ha abbandonato lontanissima da dove dovevi andare. Invece puoi imparare a guidare la macchina e andare dove vuoi. Capisci che il rischio e’ infinitamente minore.

  105. Ciao Alfio,
    sto cercando di orientarmi nel mare magnum del Forex e vorrei individuare un broker che mi consenta di testare le mie capacità con un conto demo senza scadenza.
    Finora non ne ho trovato uno…. potresti indicarmene tu qualcuno?
    Grazie infinite.
    Claudio

  106. Sinceramente non ho quest’esperienza. Il conto demo che ho usato mi e’ servito solo per un breve periodo poi sono passato in reale, per cui non ti so dire. Ma se chiami in ABTC e’ possibile che lo sappiano.

  107. Buongiorno Alfio,
    stò cercando di capire il Forex.
    Esempio:(sono una persona pratica)se metto € 1000
    di capitale e agisco con leva a € 10000. Sè per una serie di valutazioni errate vado sotto, brucio solo
    i miei mille o devo rendere l’intero capitale.
    Complimenti e ciao

  108. Nel Forex perdi il capitale che metti nell’operazione come “margine”, non tutto il conto. La leva e’ un moltiplicatore: leva 100 per esempio significa che con 1000 euro controlli 100.000 euro. Capisci che se i 100.000 euro che controlli perdono l’1% tu perdi il 100% del capitale che hai messo nel trade.

  109. Ciao Alfio,
    mi è più chiaro. Sè ho capito bene, nel Forex le quorazioni sono a 4 decimali ( 0,0001) propio per questo. Sè guadagni o perdi le percentuale sono ad esempio 0,0030%? Spero di essere chiaro.
    Grazie, ciao.

  110. Salve Alfio mi sono informato su Forex ma navigando ho trovato una truffa dove diceva che sono stati diffidati per mancanza di iscrizione all’Albo della Consob è tutto vero? Come possiamo fidarci? A quanto pare voi avete interesse solo a fare i Vostri corsi poi le penne le rimettiamo noi che perdiamo il nostro capitale. La verità dove sta?
    Grazie cordialmente ti saluto

  111. Non so a cosa ti riferisci, francamente. Non c’e’ nessuna truffa nel trading sul Forex comunque che non e’ un’attivita’ di Borsa, ma il mercato internazionale delle valute. Truffe con il Forex ce ne sono state legate agli HY di cui parlo anche su questo blog. Ma cio’ che noi facciamo e’ insegnare alle persone a fare trading da se’ quindi e’ intrinsecamente impossibile che ci sia la truffa perche’ i tuoi soldi te li gestisci tu. Comunque su Internet trovi veramente tantissime informazioni sul Forex, ti consiglio di leggere ancora e di leggere il mio ebook gratuito che trovi sul mio sito.

  112. “E impari le basi in un weekend ! E inizi con qualche migliaio di Euro!”
    Oddio! ragazzi fate molta attenzione!!!
    Con il forex si guadagna e ci si puo vivere alla grande ma servono anni di esperienza.
    Non date retta alle favolette, per almeno i primi 6 mesi fatevi le ossa con un conto demo(soldi finti).
    Alfio, ma quando ti decidi a trattare il forex professionalmente?
    Fonti: Forex trader full time

  113. Buongiorno Alfio,
    ho scoperto la tua filosofia e la tua scuola ad un corso formazione di una nota azienda americana riguardante il benessere, in cui ho sentito anche dire che tu sei membro della scala del network marketing. Cmq sia quel corso ha cambiato un po la mia vita e le mie azioni quotidiane non perchè adesso consumo quantita infinite di prodotti salutari, ma perchè non riesco a togliermi dalla mente il primo step nella scala dei miei obiettivi, e cioè guadagnare mensilmente col Forex abbastanza per poter pareggiare il mio stipendio base svizzero (e cosi lasciare il lavoro “a bottega”).. e cioè a seconda del cambio circa 2000 euro mensili.
    La domanda è dunque la seguente: se io sto “attento in classe”, mi applico, mi impegno e faccio molta pratica e magari qualche ora di coaching, con il tuo corso sul FOREX Base accumulo abbastanza informazioni e conoscenze per poter guadagnare col FOREX circa i 2000 € che guadagno attualmente? (Partendo con un investimento iniziale di 5000 € per il conto).
    Ovviamente non sono sciocco e non sto chiedendo miracoli, non desidero che tu mi dica “vieni al corso che diventi il miglior trader al mondo”
    Ma ho bisogno di capire dove mi puo portare questo corso, sempre mettendo come base di partenza da parte mia un grosso impegno e tanta dedizione e divetimento.
    Scusa per il lungo post, ma suppongo che sia cmq una domanda di interesse comune.
    Grazie per aver svegliato in me la voglia di cresce e a presto.
    Lucas.

  114. Ancora buon di Alfio,
    volevo solo precisare che non intendevo dire che al corso le persone sul palco hanno parlato di te. Intendevo che durante una pausa chiacchierando privatamente, un signore mi ha parlato di te, e mi ha fatto leggere il tuo eBook sul forex.
    Forse non era grave ma ho preferito chiarire per evitare qualche questione.
    Ancora scusa e ancora grazie.
    Lucas.

  115. Ciao Alfio volevo chiederti se si è chiarita la situazione delle tasse sul forex,cosa devo fare per essere in regola fiscalmente, e che documenti mi dovrebbe rilasciare il Broker per la denuncia dei redditi? Grazie Mille

  116. Ciao Alfio volevo sapere che tipo di tassazione ha adesso il forex e che documenti devo richiedere al broker per fare la denuncia dei redditi

  117. E’ ancora un argomento controverso e credo ci saranno altri cambiamenti. Comunque oggi e’ tassato come altre attivita’ di trading, ma ripeto, come e’ strutturata la nuova regolamentazione lascia molte domande aperte. In ogni caso, non credo che la non tassazione sia l’elemento chiave del Forex anche se sicuramente e’ (o era) un aspetto molto gradevole.

  118. Come ho detto in altre risposte, la situazione rimane non del tutto chiara, anche se la legislazione dice che i guadagni vanno tassati. Non e’ del tutto chiara in molti aspetti che ne limitano l’applicabilita’. Comunque il tuo broker ti potra’ dare esattamente le informazioni che servono (broker diversi si comportano diversamente).

  119. L’obiettivo che ti poni e’ realistico e ottenibile sicuramente. Dovrai studiare ed essere prudente all’inizio, ma il forex e l’interesse composto ti porteranno dove vuoi arrivare… e poi sicuramente anche piu’ in la’. Non ti posso dare un tempo, ma l’anno mi sembra un tempo realistico per vedere dei risultati interessanti.
    Attenzione, ti puo’ capitare anche di raddoppiare il capitale in un minuto, ma non e’ di questo che sto parlando. Ma della possibilita’ di “vivere di forex” che e’ cio’ che stai cercando.

  120. Per qualsiasi lavoro servono anni di esperienza e il trading non fa eccezione. Ma le basi del Forex si imparano rapidamente e un weekend e’ sufficiente per sapere cosa fare e testare le strategie insegnate su un conto demo o su un conto piccolo con microlotti (cosi’ si inserisce l’aspetto della gestione di soldi reali, anche se si tratta di pochi centesimi. Continuero’ a fare il mio lavoro di divulgazione di questi concetti finche’ ci saranno in Italia persone che continuano a dire “e’ difficile, servono anni di esperienza, non e’ per te, attento ti fregano”, come appunto fa lei. La mia soddisfazione e’ vedere miei studenti che partendo da zero e in un weekend hanno fatto una cosa che lei ritiene impossibile: hanno imparato il Forex e ci guadagnano dei bei soldi.

  121. Ciao Alfio,
    ad inizio articolo, in uno dei tuoi punti riguardo al Forex, tu scrivi: “Ah, dimenticavo: zero tasse. Ma non perché evadi. Per legge”.
    Io, cercando conferma sulla rete, ho trovato questo articolo che contrasta con quanto affermi:
    http://www.forexinfo.it/Tassazione-Forex-si-rivede-la-luce
    A sua volta, questo link rimanda ad un articolo de IlSole24Ore:
    http://www.ilsole24ore.com/art/norme-e-tributi/2010-09-22/compravendite-valute-pronti-spazio-080210.shtml?uuid=AYzsBKSC
    Sarai d’accordo con me nel confermare l’autorevolezza della fonte ritrovata.
    A questo punto ti chiederei un parere dettagliato. Grazie per l’attenzione. E i migliori complimenti.

  122. Quando e’ stato scritto l’articolo non c’era ancora il cambiamento legislativo dell’estate 2010, giusta segnalazione (ho editato la frase che ormai non e’ piu’ vera). Detto questo, ritengo che ci siano ancora domande senza risposta (per esempio sull’utilizzo di cross che non contengono l’euro). Quindi, e’ vero che oggi il Forex e’ tassato, ma le modalita’ sono ancora poco chiare, anche se sicuramente non era l’intenzione del legislatore.

  123. Ciao Alfio, voglio aprire un conto con denaro reale per operare nel forex.
    Vorrei usare un broker che tenga i soldi in Italia, altrimenti ho visto che ne derivano complicazione perchè è necessario dichiarare i soldi tenuti all’estero.
    1)Mi puoi consigliare un broker serio, che tenga i soldi in Italia e con spread bassi su €/$ per fare scalping? (Ho letto che consigli FOREX47, andrebbe bene per quello che serve a me)?
    2) Stavo per aprire un conto forex con IWBANK e nel contratto c’è scritto che puoi perdere oltre il deposito versato sul conto forex e quindi potresti essere nella condizione di dover dare soldi persi alla banca….Ma io avevo capito che al massimo perdi il deposito (quindi suppongo che il broker automaticamente ti chiude tutto quando il deposito è finito), ho capito male io?
    3) Ma le tasse del 12,5% bisogna pagarle sì o no (che tu sappia)? Non si capisce niente. Non ho alcun problema a pagarle, ma neanche questo è chiaro in Italia!
    Grazie tante per la tua risposta

  124. Mi dispiace ma non ti voglio raccomandare un broker invece che un’altro. Questo per la posizione dalla nostra societa’ di formazione che voglio rimanga indipendente senza legarsi a questo o quell’operatore. Abbiamo provato in passato a fare delle partnership, ma non hanno funzionato bene. Ti posso dire: uno qualsiasi dei grossi nomi va bene, possibilmente che offrano la piattaforma Metatrader che non e’ la migliore ma e’ lo standard. Non uso IWBank e non ho visto le loro condizioni, ma con un broker forex operi in margine che serve appunto a questo: a proteggere il broker e anche te (da perdite infinite). Nella peggiore delle ipotesi (che non si dovrebbe MAI verificare se operi bene) ti arriva una margin call, ti chiudono le operazioni pagando le perdite con quello che c’e’ sul conto e fine.
    Attualmente – ovvero fino a una modifica o a una legge specifica – bisogna pagare il 12.5% come per gli altri strumenti di investimento finanziario e puoi comunue dedurre le perdite. La scappatoia che permetteva in passato di non tassare i guadagni sul Forex direi che non c’e’ piu’, ma comunque non e’ tutto chiaro e suscettibile di modifiche.

  125. che scemo che sono!ho sempre pensato che fare soldi servono buone idee,buona volontà e un minimo di capitale.e invece scopro ,a 49 anni,che,non ci vuole niente!!e io che lavoro da quando ho 16 anni come un cretino!!gente svegliatevi!il forex,le opzioni,i prodotti finanziari sofisticati,sono concepiti per un unico scopo;fottervi i soldi nel modo più veloce possibile.sono creati da operatori senza scrupoli molto ma molto più grandi di voi,e pensate che vi possano offrire possibilità di guadagno?certo ,per brevi periodi,quando i mercati vanno bene.per poi alleggerirvi al primo cambio di vento.sveglia!

  126. Dal suo commento e’ abbastanza evidente che non conosce come funzionano le opzioni e il forex, i “prodotti finanziari sofisticati” che critica. Mi sfugge il senso di questa critica basata sul nulla, come minimo prima di criticare dovrebbe sapere di cosa parla. Il concetto di mercato “che va bene” e’ semmai relativo a chi acquista azioni sperando che crescano (metodi di investimento che sconsiglio), ma non e’ una condizione che interessa il trader in opzioni o sul forex.

  127. Gentile Sig Bardolla,lei non può pensare di trattare tutti come degli sprovveduti che non sanno mai di cosa si parla.non dubito che chi si rivolge a lei nella maggior parte dei casi crede che la borsa sia un utile oggetto in pelle.ma non siamo tutti così.ho operato sui mercati negli anni 90,guadagnando anche 10 milioni al giorno in certi momenti.salvo poi perderli quasi tutti quando chi veramente muove il mercato ha deciso che era il momento di passare alla cassa.il “mercato” è un oceano dove noi navighiamo con un canotto.prima o poi arriva una tempesta e spazza via tutto.e non mi dica che non è così.si certo,lei insegna a fare scalping,quindi è una cosa diversa.ma come crede che una persona proiettata in un mercato che non conosce in pochi giorni possa avere l’esperienza ,ma sopratutto le informazioni per operare?per operare sui mercati bisogna avere una cosa sola :informazioni.e come pensa di procurarsele ,sui giornali?……….

  128. Sono daccordo con lei sulla metafora del canotto. Nei due giorni di corso si imparano le basi tecniche e alcuni sistemi di trading semplici ma efficaci. La responsabilità di ognuno poi è sviluppare competenza fino a che può tradare (ci sono anche corsi avanzati, ma richiediamo che chi partecipa abbia già fatto un percorso di apprendimento). Nessuno che io sappia inizia il lunedi’ a guadagnare con il Forex, ogni nuova capacità richiede allenamento e il Forex non fa eccezioni. Riguardo alla valutazione dei mercati, il trading che insegno è tecnico più che basato sui fondamentali, quindi si può operare anche senza una profonda comprensione dei mercati, che tuttavia è importante conoscere. Di nuovo, dipende dalle persone, nessuno può tradare per loro: ma io posso insegnare loro come iniziare ed è quello che faccio.

  129. non metto in discussione la bontà del suo operato dal punto di vista tecnico.immagino sia un lavoro valido.vado un pò più in là.nel senso che la vedo molto dura rispetto al paradiso artificiale che lei dipinge.ho svariati amici professionisti del settore e ,da quel che ho potuto capire,per il loro lavoro serve un unico elemento fondamentale: informazioni.in pratica si basa tutto sugli insider.per il parco buoi invece ,esistono i miraggi,che in quanto tali,svaniscono prima o poi.lei fa il suo lavoro ,e non fa niente di illegale,spero.se qualche ingenuo vuole provare l’arricchimento facile,si accomodi.al massimo perderà qualche biglietto da mille,che sarà mai.e ritengo che se poi uno si rovina perchè eccede nell’applicare i suoi insegnamenti siano cavoli suoi.come chi dava centinaia di milioni a vanna marchi.

  130. Ciao Alfio esiste un età minima o massima per poter iniziare un percorso relativamente alle performance da te descritte ? Io sono un dipendente e non ho la benchè minima liquidità. si può far qualcosa per avvicinarsi alla libertà finanziaria ? grazie Manuel

  131. Non esiste un limite di eta’ ne’ verso l’alto ne’ verso il basso. La cosa che puoi fare e’ studiare, capire come funziona il sistema, mettere in pratica quello che hai capito. Un primo step e’ leggere i miei libri, ci sono persone che sono partite dopo averli letti, senza seminari o altro. Gia’ farti queste domande e’ importante, prosegui.

  132. Buona sera sig.Alfio,
    Sono una sua ex corsista del investimento in immobili di ottobre 2011.Ho fatto la mia prima operazione immobiliare esatamente cosi come ho imparato al corso e adesso sono in attesa di vendere.Mentre ‘aspetto’stavo pensando di fare anche il corso Forex ma prima di questo vorei chiarirmi qualche dubbi:
    quanto tempo di impegno per apprendere le tecniche mi servirebbe per poter arrivare a guadagnare 2000 euro al mese di forex partendo con un budget di 1000 euro?La ringrazio.Saluti

  133. What’s up everybody, here every person is sharing these familiarity, thus it’s nice to read this blog, and I
    used to pay a quick visit this blog every day.

Lascia un commento

Chiudi il menu
×
×

Carrello