Perché investire in immobili è un investimento “naturale”

Vuoi sapere perchè gli immobili sono il miglior investimento “naturale” per creare la tua libertà finanziaria?

Fondamentalmente, la risposta è molto semplice ed è legata ad un elemento di base che rende gli immobili un investimento sempre interessante anche, e soprattutto, in periodi di crisi.

La popolazione mondiale è in costante crescita e di conseguenza c’è e ci sarà sempre bisogno di case.

La gente avrà sempre bisogno di un tetto sulla testa

So che può sembrare una considerazione banale, ma è così, è un dato di fatto. Questo significa che l’’investimento immobiliare ha una crescita costante di domanda. Se quindi impari ad acquistare nei posti e nei momenti giusti allora fai sicuramente un buon affare e il tuo investimento cresce di valore.

Certo, ci sono le bolle speculative con il valore degli immobili che sale e scende, ma questo fa parte del gioco: un investitore sa guardare il mercato e sa quando comprare e quando vendere.

Nello specifico, ci sono delle regole dell’’investimento immobiliare che spiego nel mio seminario Investire in Immobili e che devi conoscere e fare tue.

Ad esempio, “compra quando gli altri vendono e vendi quando gli altri comprano””. Quindi, se vengono diffuse notizie sulla crisi del mercato immobiliare, vuol dire che per te è un ottimo momento per investire perché si possono fare grandi affari. Viceversa, se il mercato tira, allora può essere difficile acquistare bene perché ovviamente ci sono molti più potenziali acquirenti.

L’investitore ragiona all’opposto della massa dei compratori

Come vedi, questo è il punto di vista contrario di chi acquista casa per se stesso, cioè per andarci a vivere. Chi fa così è felice quando i prezzi salgono perché crede che la sua casa aumenti di valore e viceversa.

Ma l’’investitore, e chi è finanziariamente libero (o vuole diventarlo), vede in genere le cose in maniera opposta alla maggioranza, te ne sei accorto?

Investire in Immobili  é il primo seminario in Italia che ti insegna a fare operazioni incredibilmente redditizie, anche senza soldi e in ogni condizione di mercato

Per concludere, un fattore così logico e banale, come l’’incremento mondiale della popolazione, porta un effetto concreto e inarrestabile: l’’aumento del valore degli immobili e dei terreni. Chiaramente, non continuo e non sempre nello stesso posto.
Sta alla capacità e al buon senso dell’’investitore valutare le situazioni in modo obiettivo e senza lasciarsi influenzare da ciò che condiziona la massa, ma anzi, ragionando molto spesso all’’opposto.

Al prossimo appuntamento con la tua libertà finanziaria,

Alfio Bardolla

Investire in Immobili é il primo seminario in Italia che ti insegna a fare operazioni incredibilmente redditizie, anche senza soldi e in ogni condizione di mercato

Condividi con

4 pensieri riguardo “Perché investire in immobili è un investimento “naturale””

  1. Ciao Alfio,
    premetto che ho frequentato il tuo corso “INVESTIRE IN IMMOBILI” e se no rimasto pienamente soddisfatto.
    Ti vorrei sottoporre una questione:
    – in questo periodo in cui i tempi delle vendite e delle concessioni dei mutui si sono notevolmente “allungati” (ho 2 piccoli immobili fermi da parecchi mesi), come posso prendere in considerazione l’idea di operare tramite “cessione del compromesso”? Non mi sembra un idea piuttosto efficace.
    – Poi… convieni sul fatto di concentrare il lavoro sulla ricerca di tagli “grandi” e commerciali per cercare di riuscire a vendere in tempi più brevi?

    Grazie per la tua disponibilità

    1. Ciao, e’ vero che i tempi si sono allungati, ma questo influenza generalmente tutti i tempi e non rende necessariamente la cessione di compromesso piu’ complessa. In questo periodo e’ ancora piu’ importante acquistare bene, la regola n.1 dell’investimento immobiliare. Con il margine puoi lavorare in fase di rivendita, abbassando la tua richiesta maggiormente sotto il valore di mercato. Negli immobili e’ sempre un delicato equilibrio tra realizzare il massimo possibile o realizzare velocemente (io sono per la vendita veloce, sempre, anche abbassando, ma e’ una mia preferenza).
      In ogni caso e’ sempre fondamentale trovare immobili liquidi. Sul discorso dei tagli grandi, considera che comunque, anche oggi che effettivamente il mutuo e’ piu’ difficile, un taglio piccolo e’ sempre piu’ liquido di un taglio grande. Se invece consideri di acquistare grande e ristrutturare in diversi piccoli allora e’ di solito una buona scelta, pero’ in assoluto non si puo’ dire: dipende sempre dalla localita’, dalla zona e fondamentale, dal prezzo. Investire in immobili e’ un lavoro creativo, alla fine. Ovvero trovare soluzioni vantaggiose con quello che hai a disposizione.

  2. Buonasera Alfio,
    la mia domanda è sulla tassazione della cessione del compromesso: dovrei far subentrare (forse un’impresa) ad un compromesso, stipulato tra privati, di una abitazione. A quale tassazione sarei soggetto sul guadagno, non potendo fare nero?
    Grazie, i due libri sull’immobiliare sono fantastici, Michele

    1. Non ti do’ risposte cosi’ specifiche, specie su materia fiscale. Ci sono tante variabili da considerare e diverse soluzioni. E’ comunque una risposta che un buon commercialista ti puo’ dare e comunque devi averne uno.

Rispondi