Fare soldi con le commodities

Hai poco tempo e vorresti far soldi comodamente, ovunque tu sia? Hai mai sentito parlare del trading in commodity?

Voglio parlarti proprio di questo oggi, perché forse è proprio la soluzione che stavi cercando. Ti spiego perché.

Prima di tutto, cosa sono le commodities?

In parole povere sono beni fungibili, facilmente stoccabili e conservabili, che quindi non perdono le proprie caratteristiche essenziali. Parliamo di beni come il grano, il cacao, l’oro, il gas e così via. Ogni prodotto ha le medesime caratteristiche, a prescindere da chi le produce, e proprio per questo sono facilmente scambiabili sul mercato, proprio come le valute o con le azioni.

Ma come operare nel mercato delle commodities per guadagnare sistematicamente?

Bene, ti svelo come faccio io: con lo Spread Trading. Non voglio riempirti la testa adesso di tecnicismi, che invece spiego nel dettaglio in una sede più adatta (e cioè nei miei corsi sul trading in commodity), ma vorrei che tu capissi la logica di base, che è molto intuitiva.

Commodity Spread Trading, il primo seminario in Italia per guadagnare in modo semplice con le materie prime anche partendo da zero.

Le commodities hanno due caratteristiche fondamentali che possiamo sfruttare: la stagionalità e la correlazione. Ma guardiamole un po’ più nel dettaglio.

La stagionalità

Le commodities sono intrinsecamente legate al ciclo naturale delle stagioni. Pensa al grano: c’è il periodo della semina, la crescita delle piante, il raccolto e così via, in modo ciclico durante l’anno e così la domanda di grano e il suo prezzo varierà in modo ciclico.

In generale quindi le commodities hanno storicamente un certo tipo di andamento che si ripete ogni anno. Questo è un grande vantaggio per il trader perché potrà programmare la sua operatività, sapendo che in determinati momenti dell’anno, quell’asset tende a comportarsi sempre allo stesso modo. Pensa a come ti comporti di stagione in stagione: sai che se arriva l’inverno dovrai metterti una sciarpa e in estate potrai indossare i pantaloncini. Allo stesso modo potrai programmare quando entrare e uscire da un’operazione.

Ovviamente come il meteo a volte ci fa delle sorprese, anche nel trading ci potranno essere dei disallineamenti e noi opereremo proprio su quelli.

La correlazione

Due asset si dicono correlati quando, considerando gli andamenti dei loro prezzi per finestre temporali significative, questi salgono, scendono o lateralizzano insieme.

Quindi, anche solo guardando “a occhio” i grafici delle commodities, ci troveremo davanti a degli asset che hanno andamenti molto simili: possiamo individuare una relazione tra gli andamenti di beni come per es. l’oro e l’argento, oppure il petrolio e il gas. Se storicamente gli andamenti sono simili e individuiamo una sorta di “violazione dell’andamento” di uno dei due, sfrutteremo quell’inefficienza costruendo un’operazione in spread.

Cosa vuol dire? Che se noti un’eccezione, un disallineamento, in un andamento storico puoi “scommettere” che entro breve si riallineerà al suo solito comportamento.

Se è estate e comincia un temporale, puoi scommettere che entro qualche giorno tornerà il sole. E come lo si fa? Con lo spread trading appunto.

Lo Spread Trading consiste nel simultaneo acquisto di un contratto future su un determinato sottostante (per esempio l’oro) e della vendita su un secondo sottostante purché strettamente correlato al primo (come per esempio l’argento).

Se ben calibrato, lo spread genera profitti qualunque sia la direzione presa dai sottostanti (le commodities) sui cui viene applicato. Quel che conta è come varia la differenza di performance tra i due strumenti.
Tutto sta nell’acquisire le strategie e sapere quando entrare e quando uscire da determinate posizioni (ho anche creato un prodotto che consente di avere i segnali più profittevoli da parte di trader professionisti per chi ha poco tempo, o poche competenze).

Commodity Spread Trading, il primo seminario in Italia per guadagnare in modo semplice con le materie prime anche partendo da zero.

Potrei spiegarti perché scambiamo i contratti future piuttosto che altri strumenti, in quali mercati operare o entrare più nello specifico dello spread trading, ma non vorrei confonderti troppo le idee.

Sappi però che questa è la logica di base e che è possibile approfondire l’argomento e anche allenarsi in demo (e quindi non con soldi veri), per testare le strategie e capire la potenza di questo strumento prima di muoverti in reale.

Se vuoi far soldi in poco tempo, questo è uno strumento che dovresti assolutamente valutare.

Prodotti come il cacao e il caffè potrebbero piacerti più di quanto pensassi.

Alla tua libertà finanziaria!
Alfio Bardolla

Condividi con

Rispondi