Se il tuo consulente finanziario è così bravo, perché fa ancora il tuo consulente finanziario?

Cosa pensi di una persona che perde tutti i suoi risparmi in un investimento consigliato da un broker o da qualcuno che si è presentato come consulente finanziario con tanto di look, biglietto da visita e ufficio in banca?

Sfortunato o ingenuo?

Ti faccio un’altra domanda: è peggio farsi rubare la macchina da un finto parcheggiatore o bruciare tutti i risparmi di una vita affidandoli ad un presunto bravo investitore in Borsa?

Sicuramente starai pensando che il paragone possa sembrare azzardato e un po’ forzato perché il mondo del trading, dei titoli e delle azioni dipende anche da variabili fuori dal controllo del consulente a cui ti sei rivolto (ad esempio eventi di portata mondiale che causano crolli di titoli o fallimenti di grosse aziende come accadde alla Parmalat e alla Cirio nei primi anni Duemila).

Voglio sfatare subito un mito: sia il consulente finanziario sia colui che in banca si occupa di titoli, sono venditori e non investitori. Mi spiego meglio. Sono lì per prendere il tuo denaro e farlo fruttare in primis per loro e poi, se tutte le condizioni sono favorevoli, anche per te. In caso negativo invece, cioè se  tutto crolla, si nascondono dietro frasi come “Ehm, c’è la crisi, sa com’è. Ma vedrà che tornerà su, non è il momento di vendere.”

Se il tuo consulente finanziario è così bravo, perché fa ancora il tuo consulente finanziario?

Se proprio vuoi continuare a far gestire i tuoi soldi da qualcun altro –invece di imparare in prima persona – ad esempio facendo operazioni in Opzioni, o sul Forex, o nelle Commodities o con le Criptovalute – fai questa domanda a chi ti sta di fronte: ““Ma lei, perché fa ancora il consulente finanziario? Se è bravo come dice, perché si alza ancora la mattina per venire a lavorare per uno stipendio?””

Prova a vedere quale sarà la sua reazione.

Se ci pensi bene infatti, è molto probabile che chi ti chiede di affidargli i tuoi soldi per gestirli e per farti guadagnare, non sa assolutamente gestire i propri, altrimenti non sarebbe dietro quella scrivania con l’obiettivo di ottenere delle commissioni sui tuoi investimenti, ma sarebbe tranquillamente su una spiaggia di Tahiti o nel salotto di casa sua a giocare con suo figlio godendosi il tempo libero e il frutto dei suoi investimenti.

Non trovi?

Negli USA gira una battuta: “un broker è uno più broke (al verde) di te.”

E’’ giusto non voler essere come il gatto e la volpe, ma assicurati di non essere Pinocchio

Come dice Warren Buffett, considerato il più grande value investor di sempre, “”Wall Street è l’’unico posto dove persone che arrivano in Rolls-Royce chiedono consigli su come investire a persone che arrivano in metropolitana”“.

Il mondo è pieno di gatti e volpi che vogliono il tuo denaro, ma fa ancora più riflettere come purtroppo ci siano ancora più Pinocchi che sbagliano investimenti solo perché non sanno niente, ma azzardano affidandosi alla sorte, come si fa con la lotteria o le scommesse sulle partite.

E’ il momento di aprire gli occhi e di imparare a muoverti da solo. Accresci la tua cultura sul denaro in modo da essere in grado di gestirlo per conto tuo o, almeno, di sapere se stai comprando una bufala da un venditore travestito da consulente.

Solo tu hai la responsabilità dei tuoi soldi e della tua libertà finanziaria.

Quindi, se non sai come investirli, informati, studia e applica le giuste strategie. Se vuoi diventare finanziariamente libero, devi imparare cose nuove sul denaro.

Ad esempio, nei miei seminari sulle opzioni Trading ci sono persone che hanno già un po’’ di esperienza con le azioni e sono quelle che più si stupiscono per le opportunità incredibili date dalle opzioni.
Prima del seminario infatti, credevano che l’’unico modo per guadagnare fosse aspettare che le azioni salissero di prezzo, pregando. Invece, quando vedono che con le opzioni è possibile guadagnare sempre, cioè quando le azioni salgono, scendono o stanno addirittura ferme, restano a bocca aperta.

Basta quindi una singola informazione per incrementare la cultura sul denaro, la loro come la tua, e vedere opportunità che altrimenti sembrano assolutamente invisibili e impossibili.

Inizia subito cominciando a leggere il mio libro I soldi fanno la felicità. L’ho scritto proprio con questo scopo: aumentare la tua cultura sul denaro.
Ti basterà questo per avere una visione nuova, ma soprattutto molto diversa, del denaro e dei metodi per creare la tua libertà finanziaria.

Sarai libero di non sederti più di fronte a un broker finanziario per chiedergli di gestire il tuo denaro. Farai tutto da solo.

Al prossimo appuntamento con la tua libertà finanziaria,

Alfio Bardolla

Condividi con

95 pensieri riguardo “Se il tuo consulente finanziario è così bravo, perché fa ancora il tuo consulente finanziario?”

  1. Caro Alfio, non puoi nemmeno immaginare quanto dolore suscita in me leggere quanto c’è scritto in questa pagina. Ma mi rendo anche conto quanta verità vi è contenuta. Mi chiamo Teresa, ho 43 anni, sono siciliana, e faccio il promotore finanziario e dieci anni fa quando ancora non lo ero, sono stata anch’io vittima dell’ignoranza ” delle regole del gioco”. E così “Mi ritrovai nel mezzo del cammin della mia vita in una selva oscura che la diritta via era smarrita”. Un anno e mezzo fa circa ho frequentato il corso di AB Trading a Palermo. Mi auguro che se un giorno desiderassi incrementare i tuoi corsi nel sud Italia Mi piacerebbe diventare un tuo formatore!
    Ti dico una cosa che ti farà piacere quando ero alle superiori per imparare a scrivere mi facero riassuntare i ” Promessi Sposi” Oggi l’ho fatto col tuo primo libro. Naturalmente è da oltre un anno che lavoro alacremente su Essere più e ancora non l’ho finito. Il trading è uno dei miei obiettivi! Ma il principale è guadagnare col mio lavoro. Facendoti i miei più sinceri complimenti per tutto quello che hai saputo imparare e per il lavoro svolto, spero di incontrarti personalmente e strigerti la mano!

    1. Grazie Teresa, datti da fare con il trading. E’ uno strumento eccezionale per creare la tua liberta’ finanziaria.

    1. Esatto, per questo dico sempre che dei tuoi soldi ti devi occupare tu, non darli a uno che ti dice “ci penso io”. Tutto cio’ che faccio come insegnante mira a questo: a renderti in grado di gestire da te i tuoi soldi e non dover farti fregare da chi ti dice “ci penso io”.
      Mai aspettare che sia un altro che ti dice come gestire i tuoi soldi, mai.

  2. non è corretto cosa dici se do in mano i miei soldi a un gestore che sia di fondi comuni che hedgefund è perche penso sia competente a gestir tale cifra o sbaglio?? allora perche ti sei creato un fondo, sarai mia un altro di come qelli che citi tu, se come dici non mi devo fidar di loro non mi dovrei neppure fidar di te!!!…..

    1. Se pensi che sia competente daglieli. Cio’ che io insegno e’ la respomsabilita’. Sii responsabile delle tue scelte finanziarie o qualcun altro lo sara’ per te e non e’ detto che lo faccia nel tuo interesse. Il mio insegnamento fondamentale e’ questo: sii responsabile e informato e competente su dove metti i tuoi soldi, indipendentemente a chi li dai, anche se fosse tuo fratello.

  3. certo ben detto, ma anche chi è responsabile e competene avolte sbaglia l’importante e non affidare il 100% ad una persona sola

  4. Ciao, con tutto il rispetto, ma alla fine anche tu mi sembri un consulente finanziario…Tu dici agli altri come si fan i soldi, come si specula e come si guadagna…ma tu, fai più soldi con i tuoi seminari e i tuoi libri oppure investendo in borsa? Anzichè passare giornate a scrivere libri, newsletter e preparare seminari, perchè non spendi quel tempo in borsa? Alla fine lo dici anche tu:
    “Parla la Fed e in 1 minuto guadagni 2000 euro. Escono i dati della disoccupazione europea e in 10 minuti guadagni 5000 euro.”
    Se fosse vero ti converrebbe spendere cosi il tuo tempo!
    Quindi a mio avviso io potrei riproporti la stessa domanda: “Se il tuo consulente finanziario è così bravo, perché fa ancora il tuo consulente finanziario?”

    1. Vorrei sapere come mai in molte università specializzate in economia non si insegni il trading
      e perchè quindi, poi, i neo laureati cercheranno lavoro disperatamente
      come dei comuni mortali ? Grazie – Giovanni

      1. E’ molto semplice e ne parlo su questo blog. Le universita’ sono luoghi dove si formano specialisti che devono fare i dipendenti delle aziende. Sarebbe sbagliato insegnare il trading, ovvero uno strumento eccezionale per non dover fare il dipendente, proprio alle persone che si vogliono avere come dipendenti. A questo si aggiunge che le universita’ formano piu’ potenziali dipendenti di quanti il mercato ne possa usare e il disastro e’ completo. Tutta la nostra societa’, fin dalle scuole, forma dipendenti, siano essi operai o manager perche’ e’ questo che serve al sistema industriale. Se vuoi liberarti da questo sistema, devi fare da solo.

    2. Fred, se cerchi in giro per il blog, troverai che ho risposto a varianti di questa domanda gia’ parecchie volte. Ma e’ una domanda giusta e lecita e quindi rispondo nuovamente. Io faccio tutte le cose che insegno: investo in immobili, creo business, faccio trading. E guadagno molto di piu’ da queste attivita’ che dalla mia attivita’ di formatore. Fare seminari o scrivere libri non e’ un gran business. Ma e’ qualcosa che mi piace fare per due motivi: perche’ mi piace insegnare alle persone la liberta’ finanziaria e perche’ insegnando incontro continuamente persone fantastiche con le quali fare business. Sono finanziariamente libero e potrei smettere di lavorare, ma la liberta’ finanziaria e’ proprio questo: fare un lavoro che ti piace, se lo desideri.

  5. ciao Alfio, ho aftto il corso di immobili 1 a novembre 08 mi è piaciuto ma sono stato scontento del servizio dopo il corso .
    nel senso che avevo bisogno di un’informazione importante per l’acquisto che stavo facendo , ma la tua collaboratrice non mi ha considerato, nonostante le molteplici comunicazioni , come mi aveva promesso.
    In questo periodo mi sto informando sulla borsa mediante diversi Ebook/ libri proprio perchè sono un pò scettico sull’efficacia del corso … non vorrei trovarmi di nuovo con lo stesso tipo di problema.
    sappi che ho letto i tuoi libri , ti ho conosciuto di persona e ti ammiro per quello che hai costruito .
    PS. Ho saputo che la tua vita volge sempre di più al meglio e ti faccio i miei più sinceri auguri.

    1. Mi dispiace di questo inconveniente che ti e’ capitato. In linea di massima, i miei collaboratori delle vendite dovrebbero indirizzarti ai coach che ti possono dare le risposte di cui hai bisogno con un incontro di coaching. Il coaching funziona nello stesso modo, sia per gli immobili che per il trading: puoi acquistare ore singole o anche un pacchetto di ore scontate e hai accesso diretto, personale con un coach che e’ a tua disposizione per qualsiasi domanda e ti supporta totalmente. Anche io faccio il coach, ma solo sulla liberta’ finanziaria, non sugli argomenti tecnici. Chiama in ufficio per tutte le informazioni. Sul seminario di trading ti ricordo che c’e’ la mia tripla garanzia, per cui non rischi assolutamente nulla e hai 6 mesi dal seminario per valutare la bonta’ del training. Grazie per il feedback sincero e per gli auguri!

  6. Caro Alfio, ma io ho intelligenza finanziaria e ci penso da solo a far fruttare i miei soldi.
    Ovviamente non sono alla tua altezza, ma un paio di consigli potrei darteli anch’io, mostrandoti investimenti impensabili.
    charamente se quelli che sono al governo decidano di congelare i titoli di stato rubandomi i soldi, in quel caso li non potrò fare più nulla giacchè quello è il mio limite.

    1. Alfio,
      forse avrai anche ragione…. ma perchè spieghi ad altri il segreto della ricchezza ? hai trovato in Sacro Graal del trading ?? bene … allora sei cosi dannatamente ricco che il tuo fondoschiena passa le giornate alla Maldive mentre tradi in tutto il mondo…

      sai come si dice… “chi sà fa…chi non sà insegna”

      Ciro.

      1. Ciro, oggi tutti mi fanno la stessa domanda a cui ho gia’ risposto tante volte. Pero’ ti posso dire questo: alle maldive dopo 2 settimane mi rompo le palle (ci vado ogni tanto). Mi piace il lavoro che faccio, altrimenti non lo farei. Essere libero finanziamente e’ questo: scegliere il lavoro che ti piace (credimi, difficilmente qualcuno e’ soddisfatto di passare il tempo a nn fare nulla. La differenza sta nel cosa fai, se cio’ che ti piace o cio’ che sei costretto a fare per mangiare).

  7. mi viene solamente una domanda…perchè invece di investire il proprio tempo a far soldi, se si è così in gamba, ci si occupa di insegnare ad altri ad essere in grado di gestire i loro? (a pagamento ovviamente)
    mah chissà…ah è vero…si insegna la responsabilità…come se non bastassero gli insegnamenti dei genitori o il buon senso…

    1. A meno che tu non abbia avuto dei genitori ricchi, difficilmente gli insegnamenti che hai ricevuto da loro sul denaro ti serviranno a essere finanziariamente libero. Ho gia’ risposto tante volte alla prima parte della domanda, ti invito a cercare la risposta (anche nei commenti a questo articolo).

  8. Ciao Alfio. Saranno passati circa 5 anni la prima volta che ho visto la tua locandina in un giornale..Allora (avevo 20 anni) non ci badai tanto perchè a livello finanziario andava tutto bene. Poi in questi ultimi 5 anni è successo di tutto, ho perso il lavoro, ho lavorato con una azienda che si occupava di corsi d’informatica e ancora aspetto 4000 euro di provvigioni, ho comprato un auto nuova che ancora sto pagando, ecc.. Morale della favola sono rimasto senza nessun capitale, i soldi del lavoro che prendo li spendo tutti a rate e debiti (tipo criceto). Tra quelle rate, adesso, si è aggiunta pure la vostra, perchè mi sono iscritto al corso di Forex il 27-28 settembre.
    Ora le mie domande sono: ho fatto la scelta giusta, oppure prima di iscrivermi dovevo aspettare “tempi migliori”? Sarebbe una buona idea aprire un’ altro prestito per investirlo, dato che non ho dei soldi miei da investire?
    Scusami se non sono stato breve, ma è il periodo,economicamente parlando, più nero della mia vita, e non sò che pesci prendere.
    Ti ringrazio fin da ora per il tempo che mi dedicherai.. Ti saluto e a presto.

    P.S. Chi sà come starei adesso se 5 anni fà avessi fatto il tuo corso…

    1. Caro Alfio, io penso che gli italiani perdono i soldi proprio perchè non si affidano alla consulenza!!! Nel mondo chi si affida a un consulente protegge quasi sempre il proprio capitale in modo adeguato, a differenza di quello che un risparmiatore non riesce a fare da sé perchè magari nella vita si occupa d’altro! Lei dovrebbe incentivare la consulenza invece di diffondere pessimismo, la vera rovina dei risparmiatori! Certo, alla fine la differenza la fanno sempre le persone; io sono un Consulente Finanziario con la C maiuscola, i miei clienti li ho fatti investire nei fondi (solo con i fondi si diversifica e si annulla il rischio… questo dovrebbe scrivere lei invece di parlare di opzioni che il 95% delle persone non conosce!) e hanno approfittato di questa crisi e stanno già guadagnando molto. E se permette la mia Consulenza, quella con la C maiuscola me la faccio pagare, ma i miei clienti sono fieri di pagarla, si sentono protetti, hanno un rapporto umano con me prima che professionale!!!
      Si faccia un piccolo esame di coscienza, insegni ai risparmiatori a pianificare invece di incentivarli a speculare; il piccolo risparmiatore che tenta di speculare alla fine perde sempre, chi pianifica seguito da un Consulente che si rispetti si sente sereno… questo è il vero Wellness Finanziario!!!
      La saluto e la smetta di diffondere le sue teorie che hanno davvero poco futuro!!!
      Metta in linea questo commento per favore, non abbia paura e si prenda le sue responsabilità!!!

      1. Paolo, sono sicuro che lei fa il suo lavoro con professionalita’. Pero’ io so chiaramente come funzionano le cose e lo scrivo nei miei libri e su questo blog e lo dico nei miei seminari. Affidare a qualcuno i propri soldi invece di capire come gestirli per conto proprio e’ un rischio che io non accetto e sconsiglio di accettare a tutti i miei studenti e lettori. Visto che lei sente di essere un professionista, perche’ non allarga le sue conoscenze e impara a investire sulle opzioni e sul Forex? Potrebbe cosi’ offrire altri strumenti ai suoi clienti, invece dei fondi. La ringrazio dei consigli, ma continuero’ a fare quello che, prove alla mano, ritengo giusto. A difendere i fondi e i consulenti finanziari ci sono gia’ tutte le banche, non e’ caso che lo faccia anch’io. Grazie per il feedback e non si preoccupi, su questo blog tutti possono esprimere la loro opinione.

        1. Caro Alfio, leggendo la tua risposta a Fred mi viene spontanea una domanda, se la tua passione per l’insegnamento di queste materie è tanto grande, come mai fai pagare cosi caro il tuo corso, che da quanto ho visto è una povera rivisitazione di Rich Dad Poor Dad? Se ci tieni tanto alla soddisfazione dei tuoi ”allievi” non potresti lasciargli quei soldi in tasca (che sono una bella sommetta dopotutto) per permettergli un wellness finanziario ancora migliore?

          1. Come ho gia’ detto altre volte, il prezzo dei seminari e’ secondo me allineato al mercato, ma credo sinceramente abbia la funzione di focalizzare le persone. Quando uno spende oltre 1000 euro in due giorni di corso non puo’ certo sprecarli, ma deve farli fruttare. Per me almeno e’ cosi’: se investo tempo e denaro significativi, e’ molto piu’ motivante. E oggi per chi non puo’ permettersi di pagare tutto subito ci sono i finanziamenti che rendono i miei seminari veramente alla portata di tutti. Almeno di tutti quelli che preferiscono investire in se stessi piuttosto che in un tv al plasma da 50 pollici.

    2. Daniele, le cose si fanno quando si e’ pronti. Oggi sei pronto e l’hai fatto. Ovviamente fare un prestito per imparare una tecnica che ti puo’ rendere finanziariamente libero e’ molto meglio che fare un prestito per l’auto. Hai fatto bene, come ho scritto in un articolo, e’ nei momenti di crisi che si trovano le opportunita’ e si creano le ricchezze. Il Forex secondo me, se hai il feeling giusto (lavorando con i computer credo di si’) e’ un modo fantastico per crearsi la liberta’ finanziaria e anche in modo relativamente rapido. Ci vediamo al corso, complimenti per la tua chiarezza mentale e per… l’azione! (che e’ tutto)

  9. Alfio ma se sei così bravo negli investimenti finanziari, perchè ti alzi la mattina per lavorare, organizzando corsi, e non te ne stai su una spiaggia tropicale a goderti la vita? Sei un filantropo? grazie e spero tu mi risponda sul sito.

      1. caro alfio,sono d’accordo con,te, i tuoi consigli sono molto saggi,mi creano un interno di fiducia e di voglia di agire.grazie, continua cosi.Giorgina.

  10. Salve Alfio.
    Sono tentato di acquistare il suo libro,
    ma vorrei essere certo di essere in grado
    di poterlo utilizzare considerato che in passato ho operato in internet facendo trading con poca fortuna.

    Cordiali saluti Mario

    1. Caro Alfio,
      se tu sei così bravo da insegnare come fare i soldi, perchè non fai quello che dici dovrebbero fare i consulenti finanziari e vai tu alle maldive?
      cordialmente

    2. Mario, nel mio libro non troverai informazioni tecniche su come fare trading online. Se lo compri per questo motivo ti dico io di non comprarlo. Il mio libro ti serve invece a capire, se lo vuoi veramente, come puoi cambiare la tua vita e diventare finanziariamente libero. In ogni caso nel trading, come in nessun’altra attivita’ di business, non puoi basarti sulla fortuna. Se non hai guadagnato con il trading online e’ perche’ non avevi le informazioni giuste o non le hai applicate correttamente. Nei miei seminari di trading puoi impararle (poi pero’ devi applicarle).

  11. Caro Alfio,

    due anni fa il tuo E-book sulle opzioni è stato il primo stimolo a informarmi meglio su quel tipo di investimento. Non potendo frequentare uno dei tuoi seminari, ho continuato a documentarmi per conto mio su vari siti Web, poi ho fatto un po’ di trading simulato per sei mesi.

    Dopo aver letto decine di pagine tecnico-finanziarie, imparato a leggere i grafici ed essere riuscito a risalire ai 5.000$ (virtuali) iniziali avendone perso l’80%… mi sono accorto di aver capito quel poco che basta per vedere, con terrore, la penosa impreparazione di quelle persone che hanno il compito di gestire il mio denaro in banca (anche se non è colpa loro)!

    Ti scrivo solo per ringraziarti di avermi dato il primo spunto ad addentrarmi in questi argomenti, che prima ignoravo del tutto, anche se non ho ancora avuto il coraggio di lanciarmi nel trading vero (sto ancora approfondendo le mie conoscenze sul Forex, che mi attira parecchio).

    Auguri sinceri di poter portare molti alla libertà finanziaria.

    1. Bravo Eugenio, hai fatto proprio quello che bisogna fare. Se puoi studiare da solo, fai benissimo. I seminari ti permettono solo di accelerare il processo di apprendimento. Ma la cosa importante l’hai fatta tu, impegnandoti, studiando, applicando. Complimenti e continua cosi’.

  12. Caro Alfio, voglio investire 2 min non di più. Mi associo a quanto detto da Paolo e in più dico che la tua è una bella MANIPOLATA….ma come fai a far investire IL MONDO SUl FOREX, ETCCC? ESISTONO DIVERSE SITUAZIONI li fuori che magari dovresti approfondire un pochino. QUANTI DEI TUOI PARTECIPANTI AL CORSO OGGI INVESTONO CON SUCCESSO? che eta media anno? mia madre per cultura, etc, etc non saprebbe nemmeno da dove iniziare…..quanti ce ne come mia madre? NUMERI, LE PAROLE NON MI SERVONO. RIFLETTI PRIMA DI SPARARE A ZERO con generalizzazioni subdole….e tu non devi vendere? eheheheh Alfio. BACI E ABBRACCI

    1. Quale e’ il tuo argomento? Non e’ chiaro. Ai miei seminari viene gente che non ha mai fatto trading e gente che lo ha fatto. I risultati variano da persona a persona e non dipendono dalle informazioni, ma dalle azioni. Ho visto operai diventare trader di successo e ho visto consulenti finanziari non riuscire a imbroccare un trade. Non e’ la tecnica, e’ la mente, il cuore, la voglia e direi il coraggio. Se sei scettico fai bene, ma partecipa al corso e giudica di persona.

    2. Ciao Alfio,come sempre i toi blog sono pieni di opinioni diverse e discordanti,vorrei aggiungere la mia…..,che magari sarà un pò generica,però credo molto chiara.Ho frequentato uno dei tuoi corsi,e sono rimasto soddisfatto,perchè ho appreso cose nuove (verificando in seguito che tutto ciò fosse vero….),ma soprattutto mi ha aperto la mente a una visione delle opportunità che la vita ci offre diversa…..potete essere scettici….. o “venerare”chiunque,ma informarsi e applicarsi per un miglioramento in qualsiasi momento e a qualsiasi età si puo…..la società in cui viviamo ci vuole tutti inquadrati ed inpauriti….svegliatevi!Il desiderio più grande del lavoratore medio(cre)ambisce al massimo alla buona pensione con una discreta “buonuscita”……tutto,anche ciò che non ci piace o non condividiamo in pieno può accrescere la nostra consapevolezza….chi denigra o elogia senza conoscere e solo uno sprovveduto….io dopo il corso ho ricominciato ad informarmi,leggere libri,ascoltare audiocorsi….ma focalizzandomi su prodotti specifici,tutti abbiamo un’infinità di occasioni nella vita,stà a noi trovarle e sceglire quelle migliori…..sia fare l’investitore in immobili, il professionista,l’imrenditore…..l’importante e essere felici e consapevoli di quello che facciamo.

      1. Gigi, complimenti per quello che hai scritto. Hai capito esattamente il senso di essere padroni della propria vita, che e’ cio’ che insegno e che dico a chiunque di fare. Con o senza il mio aiuto, i miei libri e i miei seminari. Complimenti.

  13. Sono curioso di provare il seminario sulle opzioni.Ma quando ne organizzi uno in Sicilia?
    Voglio mettermi e metterti alla prova, penso che ci vedemo presto. Ciao

    1. Fabio, abbiamo provato anni fa a fare un seminario in Sicilia, ma non e’ stato profittevole. Le spese di trasferimento sono elevate e il numero di persone che partecipa troppo piccolo. Vieni a Roma, ci sono voli diretti facili. Ti aspetto a imparare lo strumento di trading migliore che esista, le opzioni.

  14. Alfio, grazie della risposta…io concordo sul fatto che la gente necessiti di maggiore cultura economica e finanziaria, e concordo sul fatto che non bisogna fidarsi delle banche e dei loro finti consulenti..ma gente che fa consulenza seria esiste e non va demonizzata.
    Tu fai seminari a persone che a volte non sanno neanche la differenza tra obbligazioni e azioni e parli di 2mila euro al minuto ecc ecc…(ricorda molto quelli che parlano di 15mila euro al mese con google).
    A me pare uno specchietto per le allodole, è come una persona che non ha mai guidato e tu la fai sedere su un formula 1…al 99% va a finire contro un muro..ed è quello che succede alla gente dopo aver sognato di poter diventare ricco in 10 minuti con la speculazione in derivati!
    Poi scusa..insegni la libertà finanziaria e però fai indebitare la gente per venire 2 giornate a sentire qualche frase ottimista? un controsenso…uno si indebita per andare a sentire uno che gli dice che non deve indebitarsi!

    1. Fred, le tue valutazioni mostrano che non sei mai stato a un mio seminario. Quando parteciperai, vedrai che non si tratta di sentire qualche frase ottimista e neanche di dare alle persone strumenti pericolosi (le opzioni sono lo strumento meno pericoloso che si sia, basta sapere come usarle). Al contrario, nei miei seminari do’ tutte le informazioni che servono e che difficilmente si conoscono per decidere di fare da se’. E anche se uno non sa la differenza tra azioni e obbligazioni, dopo due giorni di corso la conosce molto bene. Chiunque puo’ apprendere quello che gli serve per gestire i suoi soldi. Io mi fido della capacita’ delle persone, perche’ da formatore ho visto cosa succede quando le persone accrescono le loro possibilita’. Ti auguro di essere anche tu piu’ fiducioso nell’intelligenza e nelle potenzialita’ della gente.

  15. Ho sentito molti commenti di persone davvero negative, che sparano a zero con scetticismo, poco fiduciosi probabilmente di loro stessi.
    Non ho fatto corsi su trading e opzioni, ma conto presto di farli (purtroppo ho poco tempo), posso però dirvi la mia in merito al corso fatto 2 anni fa sugli immobili.
    Ho acquistato 4 immobili, di cui 3 già venduti con discreto margine di guadagno, sto chiudendo proprio in questi giorni uno stralcio abbastanza complicato con più creditori e ho un’asta sempre a giorni straribassata (speriamo non ci sia nessuno!!) e ho costituito nel frattempo una SRL immobiliare.
    Tutto ciò merito di Alfio Bardolla, che mi ha insegnato come si fa e ho fatto bene quel giorno a pagarlo, il resto è merito mio che avevo già di mio i soldi per poterlo fare e me li sono fatti da zero e non mi chiedete come, che tanto non ve lo dico ( opppure se volete mi dovete pagare come fa Bardolla), posso dirvi solo che qualcun’altro mi ha insegnato qualcos’altro (sempre pagando) e ne sarò grato a vita.
    Caro Alfio, adesso mi rivolgo a te, per chiederti una piccolissima consulenza (approfitto del blog, anche se ti pagherei volentieri….e tu adesso non chiedermi di farlo !!)
    Tra preliminare e atto, un’inquilino al piano di sotto, ha richiesto un’accertamento preventivo dal tribunale per umidità al soffitto (un problema vecchissimo di molti anni, che purtroppo la pignorata non gli avrebbe mai risolto, ovviamente).
    Il CTU ha riscontrato la provenienza, ovvero dal terrazzo del mio appartamento (2/3 condominiale).
    Al nuovo acquirente, gli omesso questo problema, semplicemente perchè mi ha confidato che aveva stanziato già una bella somma per rifare interamente il terrazzo (e poi avrebbe chiesto i 2/3 al condominio) e poi io al massimo gli pittavo il soffitto all’inquilino di sotto.
    Dopo la vendita, l’acquirente mi ha inviato una bella carta dal suo avvocato, dicendomi che avevo omesso questo problema, sul terrazzo ci sarebbe un’abuso, per il quale quello di sotto avrebbe avuto poi infiltrazioni e mi chiede 20 mila euro di rimborso a titolo di riduzione prezzo di acquisto per vizio occulto, così anche il condominio ha citato (non so se gli ha chiesto soldi) e addirittura anche il notaio (incredibile!!…)
    Domanda: visto che alla fine per l’acquirente il problema è l’abuso, avendolo io acquistato all’asta e non essendo scritto sia nel bando e nel decreto di trasferimento, la presenza di abusi da rimuovere, l’immobile qualora ci sia un’abuso è comunque del tutto “condonato” ?
    Come mi consigli di procedere ?
    Un abbraccio forte Alfio e ti ringrazierò sempre.
    E voi scettici all’ascolto andatevi a fare un bel corso, ma solo per verificare la veridicità di quello che dice Alfio, anche se non vi servirà a nulla, perchè per queste cose, bisogna avere il business nel sangue e una certa predisposizione a voler fare i soldi.
    Anche se credo che gli scettici potrebbero ricredersi, ma i pessimisti dovranno continuare a lavorare in posta (con tutto rispetto per la POSTA).
    Ciao
    Massimo

    1. Massimo, grazie per l’apprezzamento, ma come hai detto, i risultati li hai ottenuti tu, io ti ho solo insegnto come fare. Riguardo alla tua domanda non e’ il caso di risponderti qui sul blog, anche perche’ vale la pena di fare una valutazione legale approfondita. Ti consiglio di chiamare in ufficio per parlare con un coach, magari uno dei nostri coach legali. E complimenti per le operazioni!

  16. Ciao Alfio,è d a tempo che sono iscritto alla tua newsletter,ho letto entrambi i tuoi libri!
    Il mio obbiettivo è diventare un trader professionista nel FOREX.
    Quando ho detto questo si sono scandalizzati tutti e mi hanno dato del pazzo, sostenendo la tesi che è impossibile diventarlo e che vivere di borsa e una utopia.Tutti i miei amici laureati in economia e commercio sostengono che un giorno vinci e un giorno perdi!Mi è stato detto poi che una persona non può essere esperta di tutto, quindi per la parte finanziaria sarò destinato a rivolgermi a qualcuno e sperare che vada bene a vita. Che bello!!che ottimismo!!!Nonostante questo SONO DECISO A FARE A TUTTI I COSTI .
    Ho preso questa decisione e ci dedicherò anima e corpo, sapresti dirmi che prospettive può avere il mondo del trading con il FOREX secondo te?ne vale la pena? ci sono mercati o settori con più prospettive?premetto che mi è stato detto: “ dopo la crisi le cose cambieranno e la borsa pure,certi tecniche per fare soldi con la borsa non esisteranno più considerando che sono state proprio loro causare la catastrofe economica in atto,fare soldi in quella maniera è IMMORALE e rappresenta una parentesi destinata a chiudersi visti i disastri ottenuti”(mi riferisco alla finanza creativa tanto criticata da tutti).

    Alfio la tua opinione mi interessa più della loro AIUTAMI!!……se potessi rispondermi te ne sarei grato…

    Grazie, Andrea

    1. Andrea, il tuo progetto e’ assolutamente sensato e fattibile. Il tuo “gruppo dei pari” purtroppo, come spesso succede non ha la tua vision e le tue conoscenze e tende a tenerti all’interno di cio’ che sa. E cio’ che sanno i tuoi amici sull’argomento su cui pontificano e’ zero, nada, niente. Da quel che mi dici solo qualche luogo comune e idee totalmente errate. Esistono migliaia di persone che vivono di Forex, esattamente come vuoi fare tu. I trainer che insegnano ai miei seminari, per esempio, non vivono certo di insegnamento, ma del loro trading. I miei consiglio sono due:
      1) continua a perseguire il tuo sogno, con l’impegno e la voglia che hai ce la farai in meno di un anno, secondo me (ho visto gente fare trading profittevole dopo 2 mesi dal seminario, ovviamente ogni persona e’ diversa, ma e’ sicuramente possibile).
      2) cambia gruppo dei pari, o perlomeno smetti di parlare del tuo sogno e del Forex a chi non ne sa nulla.

      1. I tuo consigli sono sempre molto precici e azzeccati,è fortunato chi lavora con te sei il top credimi!

        Comunque grazie,farò come dici tu.

        Andrea

    2. Ciao Alfio, mi hanno proposto un’investimento sul mercato di vendita e acquisto monete con operazioni di breve periodo per speculare sulla variazione del loro valore… parlano di guadagni attorno o superiori al 20% nel giro di uno o 2 mesi… è una cosa fattibile e reale e in genere, quali rischi comporta sul capitale investito?
      Grazie
      Paolo

      1. Paolo, non investo in monete quindi non ti so dare un giudizio di prima mano. Pero’ ti do’ una regola: investi solo in cose che capisci e su cui hai il controllo. La seguo io, la segue Warren Buffet, ci sara’ un motivo.

        1. Ricollegandomi al tuo discorso sulle università che non insegnano tutto quello che dovrebbero insegnare, confermo quanto da te detto su mia diretta esperienza. Difatti pur avendo studiato (da autodidatta)alcune materie di giurisprudenza e qualcosa d’economia non ho imparato tutto quello che dovevo.
          Faccio un esempio pratico: studiando il manuale “scienze delle finanze” (che si studia al 5° anno di ragioneria e all’università) non c’era scritto molto riguardo alle banconote, le banche ecc…, quello che so adesso, l’ho scoperto successivamente in diversi modi e cioè, in parte con esperienze personale, e quindi con la riflessione e l’intuito, in parte leggendo riviste di associazioni di consumatori e persino da un articolo di un’associazione che parla dell’indipendenza del sud! Ma anche tramite letture su internet, su “youtube”, sui libri di Robert Kyosaki e qualcosina anche da te relativamente alle opzioni.
          Pertanto uno che ha studiato magari sui libri universitari crede di avere raggiunto il massimo livello del sapere umano, finchè non scopre che molte cose gli sono state nascoste, a quel punto si rende conto di essere stato preso in giro e diffiderà anche delle università e dei relativi manuali.
          Ti saluto.

  17. Ciao Alfio,sono un trader,lavoro esclusivamente sul forex,oltre a tradare manualmente modifico e configuro sistemi EA ad alto rendimento.Sono d’accordo con te,sul tuo modo di vedere il business e sulle tue “massime”.Vorrei dire a chi è seriamente intenzionato a imparare che non è facile ma non lasciate mai dire a nessuno che non sapete fare una cosa,neanche a genitori e amici.Studierete giorno e notte,perderete del capitale iniziale ma prima o poi se non mollate riuscirete a capire qualcosa da quelle perdite e ad ottimizzare money management ed esperienza di trading.Attraverso conoscenze informatiche di alto livello ed esperienza di trading magari metterete a punto EA profittevoli ed allora quelli che vi scoraggiavano verranno a pregarvi di investire qualche soldo con voi.e purtroppo perderete qualche “amicizia”…
    Su una cosa però Alfio non mi trovi d’accordo,il successo nel Forex non può essere imparato in qualche giorno ad un seminario.Non sono le nozioni a fare un trader.Ma cervello(quello o c’è o non c’è..non puoi comprarlo)esperienza,perdite,guadagni e notti in bianco.

    1. Andrea, il successo PUO’ essere imparato. Nel caso del Forex, se hai strategie profittevoli come quelle che insegnamo e un rigido ed efficace risk management e SEGUI IL PIANO hai successo. Il problema nel trading e forse ancor di piu’ nel Forex trading che e’ cosi’ veloce e semplice e’ che le persone NON SEGUONO il piano. Tipico nel risk management, specie all’inizio con piccoli conti: uno vuole vedere subito il grano e si butta in avventure tipo 10% del suo conto su un trade! Il trade va male ma lui o lei rimane dentro perche’ “dai, adesso gira”. Fumato 10% del conto in 5 minuti. Allora subito un altro trade perche’ oggi si vuole comunque finire in attivo, magari ci facciamo GBP/JPY che e’ volatile e ci recupera subito. Strappo al contrario perche’ magari c’era una notizia e fine di un altro 10% di conto in altri 10 minuti. Se rimane un briciolo di intelligenza si chiude tutto per la giornata, ma domani si riapre con la voglia di “rifarsi” e il risultato lo conosci bene. NO: se il risk management dice 1-3% del capitale su un trade, metti gli stop loss e accetta che dei trade non siano profittevoli! La strategia e’ profuttevole perche’ guadagni piu’ di quello che perdi, non perche’ guadagni sempre. Sono cose che tu hai imparato sulla tua pelle, ma non dovrebbe essere necessario. Per questo dico che il successo si puo’ imparare: che pochi lo imparino e’ purtroppo altrettanto vero. Grazie per il bel commento.

  18. Partendo dal fatto che dò perfttamente ragione al dott. Bardolla in quanto i suoi contenuti non fanno una piega, mi rendono però perplesso un paio di cose; e cioè in primis non tutti possono fare tutto! Le attitudini personali fanno una selezione naturale tra le persone, e c’è sia bisogno del manovale che del manager, ed in oltre, i più grandi manager non sono quelli che sanno fare tutto, ma quelli che si circondano dei giusti collaboratori! In secondo luogo mi piace l’immagine dove Bardolla descrive un buon broker finanziario che al posto di essere dietro una scrivania ( per uno stipendio a fine mese ) cura suoi interessi magari sul pontile della sua barca ormeggiata in un paradiso tropicale, ma……………… come mai il dott. Bardolla non è lui per primo sulla sua barca al posto di girare l’Italia oranizzando conventions e bruciandosi tutti i sabati a lavorare? SE IO FOSSI QUELLO CHE LUI DICE DI ESERE PENSO CHE SAREI IN BARCA.

    1. Oreste, giusta osservazione, ci sono mestieri diversi per attitudini diverse. Il mio messaggio pero’ e’ questo: DEVI avere l’attitudine per gestire da te il tuo denaro. Altrimenti rischi, a mio avviso, troppo. Se non ti viene naturale, devi sviluppare le attitudini necessarie a gestire il tuo denaro. Non e’ ovviamente obbligatorio, ma e’ il modo che io raccomando. Per quanto riguarda il fatto che non sono sulla mia barca, ma a girare l’Italia facendo seminari, ho gia’ risposto molte volte. Faccio seminari perche’ mi piace insegnare, perche’ posso incontrare gente di gran valore con cui fare eventualmente dei business e perche’ comunque ci guadagno. Ogni tanto mi prendo le mie vacanze, in genere a fare kite in Brasile, che e’ la mia passione (credo che il kite sia una metafora della vita). E poi devo dire che io a lavorare mi diverto e quindi non credo che potrei mai starmene troppo a lungo su una spiaggia ai Caraibi.

      1. Salve Alfio, sono un libero professionista ed anch’io ho avuto una cattiva esperienza a causa di un consulente finaziario impreparato e saccente che qualche anno addietro, nell’anno 2000, mi ha fatto investire la somma di £.40.000.000, tutta sui titoli tecnologici, promettendomi alti guadagni.
        Invece, dopo il crollo delle Torri gemelle, il capitale è calato e dopo 4 anni mi sono ritrovato con 10.000,00 euro.
        Morale, il tizio ha incassato 1.000,00 come sue spettanze, nel frattempo infischiandosene altamente dell mie preoccupazione vedendo sempre calare il prezzo delle azioni, io invece ho perso circa 10.000,00 euro.
        Come potrei più fidarmi di questi avventurieri personaggi che pensano solo al loro tornaconto e sono così in mala fede ?

        1. Infatti, non dovresti fidarti, come ho scritto nell’articolo. Impara a gestire da te i tuoi soldi (con il crollo delle Twin Towers avresti potuto fare una barca di soldi, come hanno fatto quelli che sapevano investire in opzioni).

          1. il kite??? hei alfio ma che cos?e’?? mai sentito parlare.comunque alfio ora dopo un anno e mezzo dal corso di opzioni ed averlo ripetuto una seconda volta(gratis,e dico davvero gratis) ora con vertical credit , iron condor,e calendar spred e nient altro riesco a fare il 40-50% su parecchie operazioni.inoltre spesso si riesce a riportare in profitto alcune operazioni che cominciavano a perdere.sono veramente strumenti versatilissimi e poco stressanti rispetto a valute e azioni che sono per natura direzionali.io non avevo nessuna attitudine per la borsa e mercati azionari e nemmeno una grande conoscenza del pc ,solo quel poco che basta x navigare in internet.ora vi dico gente studiate le tecniche imparate per bene e soprattutto molta disciplina a rispettare le regole operative e del money management.cavolo non e’ per niente impossibile,e io non sono certo un genio,applicazione convinzione e disciplina poi qualche buon risultato arriva.ma non scoraggiatevi i primi 2-3 mesi,perche’ le cose da imparare sono parecchie(ma neanche moltissime)e settimana dopo settimana le cose si schiariscono e il puzzle si compone.lo ripeto non dovete mollare i primi tempi e’ fondamentale.bene ora vi saluto e cerchero’ di capire cosa e’ il kite ,ciao.

          2. Bravo Marco. Il kite e’ un grosso aquilone a cui ti attacchi e cerchi di farti trascinare mentre sei su una tavola da surf. Sembra difficile e lo e’, ma da’ tantissima soddisfazione. Come appunto le opzioni che sembrano complesse e lo sono, ma quando le impari hai le tue grandi soddisfazioni. Per questo sono lo strumento di trading che preferisco.

          3. Ma…?…?Alfio non ha mai incontrato il gatto e la volpe?….nessuno gli ha MAI appioppato spazzatura?Non è mai incappato in disavventure,perdite o bidoni finanziari?…Nella sua vita ha sempre e solo guadagnato???Fantastico!…allora anche Batman e Superman sono dei veri dilettanti.Resta cmq piacevole leggere i suoi rapporti che sono nelle linee di guida,veri esempi di razionalità.Nessuno può indicarci la via migliore per le ns esigenze ed aspettative non solo in campo finanziario,ma in tutti i risvolti della vita.Saluti!

          4. Certamente che Alfio Bardolla ha fatto i suoi errori e continua a farli. Fare errori fa parte del processo di apprendimento, quindi non e’ un problema. Quanto al trovare il gatto e la volpe, quello e’ piu’ difficile perche’ il gatto e la volpe prosperano nell’ignoranza (Pinocchio non sapeva niente): ma se ti informi come io faccio costantemente e aumenti la tua conoscenza, i gatti e le volpi con te hanno vita dura.

          5. credo che di complimenti sei molto sazio e risparmiero di farteli.grazie al tuo libro i soldi fanno la felicita ho scoperto anche da poco tempo robert kiosachi di qui ho letto il libro aumenta il tuo qf mi e piaciuto molto.credo che autogestire la propria valuta e fondamentale e non affidare soldi a nessuno ma imparare come fare da soli e importantissimo per il proprio qf.sono intenzionato a fare un seminario di trading su spread trading commodities e vorrei un consiglio da te.penso hai sentito parlare sella trading education di jimm ross in italia ho visitato il sito del piu bravo trader americano che esista.dove credi sia interessante andare per un seminario di 2 giorni a parte il tuo corso ab trading ciao michele

          6. Michele non sono sicuro di aver capito la domanda. Immagino che tu ti riferisca a Joe Ross, un ottimo trader che spiega un sistema per investire in Commodities che e’ simile a quello che insegnamo nel nostro seminario (ma spieghiamo anche alcune cose extra). Che consiglio mi chiedi? Quale trading studiare? Dipende da te, da che persona sei, da quanto ti piace rischiare, da cosa vuoi ottenere dal trading e da quanto tempo vuoi investirci. Quindi non ti posso dare una risposta univoca: ti invito pero’ a chiamare in ufficio per parlare con uno dei miei collaboratori e collaboratrici che rispondono al telefono proprio per consigliare sul percorso da iniziare. E auguri per il tuo viaggio verso la liberta’ finanziaria!

  19. Non sono mica bischera. Io MAI,e poi MAI ho avuto un CONSULENTE FIANZIARIO.Sono Io che do: COUNSEL AND ADVICE IN CHINA(SHANGHAI, GUANGSHOU, XIAMEN, HOMG KONG E MACAO)and Malaysia and thr Philippines.

    Sono nata in Estremo Oriente. Sin da piccola mi hanno insegnato come gestire i soldi. =Mi prozio e stato uno dei primi clienti della HONG KONG SHANGHAI BANK(HSBC) Si figuri lo status che questo mi conferisce, perche tutto il nostro clan dalla fine del 1800 fino ad oggi 2010 siamo tutti clienti di HSBC, ovunque ci troviamo nel mondo.

    Per prima cosa, consiglirerei, e preciso che nessuna mi ha chiesto – di cambiare banca ma gia.

    Sono io che ho i guisti connessione, da generazioni per intuire quale societa( nessuna Italiana( ha una grossa stella ascendente.

    Sono io che dovrei insegnare a certa gente in Europa il come, cosa, quando per mouversi in Estremo Oriente, India compresso.

    Yours Cordially,
    Contessa Isabella Vacani Van Fechtmann

    Grazie di tutto,

      1. Per me non e’ una perdita di tempo, insegnando aiuto altre persone, guadagno dei soldi (non cosi’ tanti, ma comunque ho un profitto) e posso trovare partner per nuovi business. Quando hai la conoscenza e la tieni per te non hai capito a cosa serve: la conoscenza va divulgata, solo cosi’ esprime il suo potere.

  20. Confermo quello che dici Alfio!

    Dopo che ho cominciato a farmi una minima cultura ho capito chiaramente che i consulenti bancari ne sanno meno di te ed il loro unico scopo è quello di prendere i tuoi soldi oltre che di acquisirti come cliente.

    Confermo anche la tua filosofia avendo partecipato al tuo corso di Forex.

    Effettivamente oltre a divulgare ottimi contenuti il tuo interesse è quello di trovare eventuali collaboratori in un ottica win-win. Quindi conviene a te ma anche a chi entra a far parte della tua squadra di investitori…

    Complimenti!

  21. Ciao Alfio. Poco più di un mese fa ho seguito il vostro corso sulle Opzioni, che ho trovato interessante e motivante. Ora sono nella fase di studio e, assieme alla preparazione tecnica che sto curando nel mio tempo libero, cerco di tenermi finanziariamente informato, così come consigliato da Marco Doni e come d’altronde faccio da tanto tempo.
    A questo proposito sto seguendo con una certa apprensione le riforme che paiono in dirittura d’arrivo in Europa e negli Stati Uniti sul mercato dei derivati. Voi pensate che influiranno in qualche modo sul nostro modo di operare sulle opzioni o creeranno comunque qualche problema a noi prossimi futuri trader? Ti chiedo se mi puoi dare una risposta da qui, oppure se sia il caso di inviare una mail a Marco in proposito. Grazie.

    1. Daniele, si’, e’ un argomento troppo tecnico per il blog. Scrivi a Marco Doni che ti dara’ tutta le informazioni specifiche.

    2. Ciao Alfio, mi sono deciso di scriverti per raccontarti un po’ la mia storia: io faccio il bidello in una scuola elementare nel comune dove abito, e circa 2 anni fa mi son messo alla ricerca del modo per fare soldi attraverso internet digitando su Google la frase: Come diventare milionari. Ho iniziato col Forex, il Broker presso cui mi ero affidato (versando anche 1.000 €) si chiama Forexyard. A quel tempo questa società di brokeraggio operava solo in lingua inglese e spagnola, 2 lingue che non so assolutamente parlare, e infatti, non capendo mai una parola di quello che l’operatore argentino affidatomi mi diceva, ho perso i miei soldi, tutti! Così, ridigitando sempre la stessa frase, sono andato alla ricerca di altre fonti di (possibile) guadagno: le affiliazioni, i PPC, l’eCommerce e quant’altro. Tutte miseramente fallite! Io non sono tanto bravo nell’uso del computer, il mio primo pc mi è stato regalato 9 anni fa, e il poco che ho imparato l’ho fatto tutto da solo. Nel frattempo però questa voglia di fare soldi si è fatta “malattia”, ossessione vera e propria. Questo è dovuto al fatto che in passato ho fatto debiti con società finanziarie talmente alti da non essere ancor oggi ancora in grado di pagarli. Il mio stipendio è dimezzato da cessoni del 5o, prestiti personali e cessioni con delega, che non mi fanno più dormire sonni tranquilli. A me piace molto quello che scrivi Alfio, lo trovo stimolante come nessun altro internet marketer mi ha finora dato, però ai tuoi corsi non posso venire. A me piacerebbe riprovarci col Forex, visto che dici che è uno dei sistemi più rapidi per fare soldi che ci siano, mi interessa anche il discorso sugli immobili, insomma mi piace tutto quello che insegni, ma il mio problema principale sono i soldi (che non ho). Come posso fare? Cosa può fare uno messo nella mia situazione? Dammi un consiglio buono, ti prego, io ho 54 anni e anche se mi mancano ormai pochi anni alla pensione, io voglio smettere di fare il bidello, perchè contrariamente a quanto si pensa nei luoghi comuni fin troppo in voga nella nostra società, è un lavoro che mi ha distrutto la schiena. Grazie per la tua risposta
      P.S. Possibile che a quelli come me, che non hanno un centesimo da investire sia preclusa ogni opportunità di ottenere una propria libertà finanziaria? Io queste finanziarie le voglio pagare, mica storie, ed è quello il motivo principale per cui all’inizio ho voluto far soldi, ma voglio anche passare una vecchiaia serena e tranquilla, che mi permetta di non avere più i problemi che ho avuto (e che mi son fatto) da giovane.

      1. C’e’ sempre possibilita’ di riscatto Gianni. Il futuro non e’ necessariamente uguale al passato. Tu hai una qualita’ rata, che e’ la voglia di fare e di riprovare e riprovare. Cio’ che ti manca e’ la conoscenza ed e’ per questo che i tuoi tentativi non hanno avuto successo. Il Forex e’ sicuramente uno strumento che permette di guadagnare con alti rendimenti. Pero’ va studiato, capito e gestito con prudenza perche’ la leva finanziaria funziona sia per farti guadagnare, ma anche per farti perdere se sbagli l’operazione. Online trovi informazioni gratuite sul Forex che ti possono servire per iniziare a capire e sperimentare e puoi fare trading con soldi virtuali con qualsiasi broker finche’ impari. Prova ad andare su Google (visto che sai come fare) e cerca “forex trading italia” e guarda i siti che trovi e inizia da la’.

        1. Estendendo il concetto:
          “Perché Alfio Bardolla si ostina a cercare di convincere altre persone ad assistere ai suoi corsi?”
          Perché non si mette tranquillo a godersi la sua ricchezza?
          Non prendetevela; è solo uno sfogo.
          Leone

          1. La ricchezza e’ solo lo strumento per poter fare quello che ti piace. A me, tra le altre cose che mi piacciono, piace salire sul palco e insegnare cio’ che so e che sono convinto puo’ cambiare la vita delle persone.

  22. Potremmo dire che il consulente fa il consulente per lo stesso motivo per cui il formatore fa il formatore.
    Ci sono consulenti considerevolmente benestanti così come ci sono formatori considerevolmente benestanti che ugualmente, con passione, esercitano la loro professione per il bene comune.
    Ho letto già tutti i tuoi libri (compreso l’ultimo) e li ho trovati molto interessanti e stimolanti. Le informazioni, però, sono molto in via generale e non risolutive. Sono un ottimo punto di partenza per ricercarsi da soli le giuste informazioni.
    Perché per qualche sessione dei tuoi corsi non abbassi i prezzi per renderli accessibili a chi ha davvero bisogno di diventare ricco? Tipo studenti delle superiori che potrebbero commettere il terribile errore di andare all’università o universitari che ormai l’errore l’hanno commesso.
    Il tuo collega Roberto Pesce ha i prezzi che sono la metà dei tuoi. Non è una critica ma solo un incentivo per suggerirti di fare un’opera di pubblica utilità visto che l’insegnamento non è il tuo business principale ma lo fai per divertimento.

    Cordialmente

  23. Egr. Alfio Bardolla,

    ANCORA UNA VOLTA LA INVITO A VOLER CANCELLARE DALLA SUA BANCA DATI IL MIO INDIRIZZO E.MAIL, VISTO CHE A QUESTO TIPO DI MERCATO NON HO ALCUN INTERESSE.
    PREGO VOLER PROVVEDERE IMMEDIATAMENTE, SE TALE SITUAZIONE SI PROLUNGHERà, SARO’ COSTRETTO A SCRIVERLE TUTTI I GIORNI.

    SONO IN ATTESA,PER ORA SOSPENDO.

    1. Signor Salvatore, mi dispiace del problema. Tuttavia non serve assolutamente a niente che lei continui a scrivere i suoi commenti sul blog, perche’ non e’ in questo modo che possiamo gestire la sua cancellazione. Per non ricevere mai piu’ le nostre email deve fare una cosa semplicissima: cliccare sul link che trova in fondo a ogni nostra email (lo mettiamo apposta) che sono in INGLESE e dicono come cancellarsi. Clicchi sul primo link e selezioni UNSUBSCRIBE. In questo modo verra’ cancellato dalla nostra lista. E’ l’unico modo ed e’ immediato.

  24. TU RIMANDI LO STESSO POST IO RIMANDO LO STESSO COMMENTO.

    Potremmo dire che il consulente fa il consulente per lo stesso motivo per cui il formatore finanziario fa il formatore finanziario.
    Ci sono consulenti considerevolmente benestanti così come ci sono formatori considerevolmente benestanti che ugualmente, con passione, esercitano la loro professione per il bene comune. Così come ci sono i formatori bravi e quelli che ripetono soltanto i concetti copiati da kiyosaki.
    Ho letto già tutti i tuoi libri (compreso l’ultimo) e li ho trovati molto interessanti e stimolanti. Le informazioni, però, sono molto in via generale e non risolutive. Sono un ottimo punto di partenza per ricercarsi da soli le giuste informazioni.
    Perché per qualche sessione dei tuoi corsi non abbassi i prezzi per renderli accessibili a chi ha davvero bisogno di diventare ricco? Tipo studenti delle superiori che potrebbero commettere il terribile errore di andare all’università o universitari che ormai l’errore l’hanno commesso.
    Il tuo collega Roberto Pesce ha i prezzi che sono la metà dei tuoi. Non è una critica ma solo un incentivo per suggerirti di fare un’opera di pubblica utilità visto che l’insegnamento non è il tuo business principale ma lo fai per divertimento.

    Cordialità

  25. SE IL TUO ALFIO BARDOLLA E’ COSI’ BRAVO PERCHE’ FA ANCORA I CORSI?
    La giustificazione risponderà alla domanda posta da lui

    1. Lei non e’ il primo e temo non sara’ l’ultimo che mi fa questa domanda a cui avro’ risposto su questo blog qualche decina di volte. Il punto e’ voler cercare la “fregatura” invece di valutare cosa c’e’ di utile in quello che insegno. Comunque insegno per due motivi. Il primo e’ che amo insegnare queste cose e poter aiutare le persone a cambiare in meglio la loro vita. E il secondo motivo e’ che con i corsi incontro partner d’affari perche’ molte persone che partecipano ai miei corsi sono imprenditori e investitori o lo diventano e si puo’ fare business insieme. Il business dei seminari non e’ certo la mia attivita’ principale, anche se e’ un business che porta un certo profitto, come e’ giusto che sia.

      1. C’e’ una differenza: il business model del consulente finanziario e’ vendere prodotti di altri (con piu’ o meno consulenza), mentre quello del consulente aziendale e’ di creare valore per il cliente (nel suo campo di competenza). Quindi il consulente aziendale puo’ essere valido anche se non ha la sua azienda dove applicare le sue conoscenze.

        1. Posso rispondere alla domanda perchè il consulente finanziario indipendente.

          Per fare gli interessi del cliente e non vendergli qualcosa che non gli serve, cosa che non potrei fare se lavorassi per una banca.

  26. Il concetto di fondo del suo infelice post è “perché una persona che sa come fare i soldi non li fa per se stesso?” (Possiamo giocare con le parole quanto vogliamo ma il significato è questo) E come condizione di partenza mi sembra IDENTICA alla sua.
    Riguardo al vendere i prodotti degli altri, la sua “ruota del criceto” mi sembra molto molto simile alla “corsa del topo di Kiyosaki”.
    Penso che lei sia abbastanza intelligente per poter fare il suo lavoro senza sminuire quello degli altri.

    Cordialmente
    Il consulente di prima

    1. CIAO ALFIO,HO FREQUENTATO UN TUO CORSO A ROMA QUEST’ANNO.E’ STATO RIVOLUZIONARIO.DA QUALCHE TEMPO SENTO PARLARE DI UNA INIZIATIVA CHE CONSIDERO GENIALE E CHE INVESTE MOLTI PROFESSIONISTI DEL TRADING COME TE.MI RIFERISCO ALLA VENDITA IN TEMPO REALE DEI SEGNALI DI CUI SI POTREBBE FRUIRE AGEVOLMENTE CHIUNQUE CON UN SEMPLICE CELLULARE.IL GUADAGNO PER VOI LUMINARI SAREBBE ENORME GIACCHE’LA LEVA FINANZIARIA SAREBBE ESPONENZIALE,NONCHE’ NOTEVOLE PER CHI E’ ALL’INIZIO CHE GUADAGNA DA SUBITO E SE HA BUONA VOLONTA’ IMPARA.CHE NE PENSI.TI SEGUIREI SE FOSSI DISPONIBILE,CIAO

  27. CORREGGO LA EMAIL ERRATA PER RICEVERE LA RISPOSTA IN ORDINE AL QUESITO” VENDITA DI SEGNALI NEL TRADING”,CORDIALITA’ GIANFRANCO

  28. CARO ALFIO,SENTO DA TEMPO PARLARE DI “VENDITA DI SEGNALI NEL TRADING”.CREDO CHE TALE IDEA SIA GENIALE IN QUANTO FORNISCE A VOI LUMINARI LA POSSIBILITA’DI ENORMI GUADAGNI PER EFFETTO DELLA LEVA FINANZIARIA DI CHI VI SEGUE E AI NEOFITI LA POSSIBILITA’ DI GUADAGNARE DA SUBITO E DI IMPARARE TRAMITE LA RICEZIONE IN TEMPO REALE DEI SEGNALI CON UN SEMPLICE IPHONE.CHE NE PENSI?MANDAMI UN SEGNALE….

    1. Stiamo lavorando a un servizio di questo tipo. La difficolta’ e’ nel fornire qualcosa di affidabile, quindi preferiamo prenderci piu’ tempo di quello che prevedevamo.

  29. Caro Alfio,

    mi pare che qui ci siano almeno 2 contraddizioni

    1- Se il tuo consulente finanziario è così bravo, perché fa ancora il tuo consulente finanziario?

    allora se tu sei cosi bravo a guadagnare perchè vuoi guadagnare insegnado gli altri?

    2- quando dici che per acquistare immobili senza avere soldi ci si può rivolgere a persone con i soldi ma senza il tempo e la capacità di investirli, perchè queste persone dovrebbero affidare i loro solti a uno sconosciuto?Tu stesso in questo articolo affermi che non si devono affidare soldi a sconosciuti!Allora vale il solito trucco di fare agli altri quello che non vuoi sia fatto a te?

    1. 1) Ho risposto decine di volte a questa domanda, non sei certo il primo che la fa e non sarai l’ultimo. Puoi trovarla nei commenti su questo blog. In sintesi: mi piace insegnare, mi piace aiutare la gente e in piu’ faccio un profitto e conosco persone con cui posso eventualmente fare dei business
      2) Perche’ lo sconosciuto si e’ rimboccato le maniche e ha trovato un affare e lo porta all’investitore bello pronto, mancano solo i soldi.
      Questi tuoi punti di vista e questa diffidenza secondo me ti penalizzano: sei una persona analitica, ma usare questa ottima capacita’ per “cercare la fregatura” non e’ produttivo. Usala per cercare l’opportunita’.

      1. Io faccio fruttare i soldi delle altre persone insegnando loro come farli fruttare da se. Non gestisco soldi di altri. Quindi in quanto tempo dipende esclusivamente da te che puoi imparare da me (e risparmiare tempo) oppure per conto tuo o da altri, non e’ un problema. Ma ricorda sempre che e’ TUA responsabilita’, non chiedere mai a nessuno di far fruttare i tuoi soldi.

  30. Ciao alfio leggendo ció che dici Dei promotori finanziari mi é venuta molta paura …io ho appena dato ad un personaggio simile che lavora x Allianz bank un sacco di soldi !!! Aiuto !!

  31. Ottimo articolo ma completamente errato nell’uso della parola “consulente finanziario” che alla luce della normativa italiana deve essere sostituita in toto con “promotore finanziario”.

Rispondi a giovanni frazzitta Annulla risposta