9 regole per la tua libertà finanziaria, ignorale a tuo rischio

In questi anni in cui ho insegnato la libertà finanziaria a migliaia di persone, sia come personal coach che con i miei seminari, ho identificato 9 regole che considero fondamentali per un piano di libertà finanziaria.

Sono regole di vario tipo, alcune psicologiche, altre di comportamento, alcune riguardano te stesso, altre riguardano il tuo rapporto con altre persone.

Ecco le mie 9 regole per la tua libertà finanziaria.

1) Trova le ragioni profonde per cui vuoi essere finanziariamente libero

E’’ essenziale che tu abbia almeno una buona ragione per volerlo. Non basta un desiderio di essere ricchi o di non lavorare. Ci vuole una ragione forte e profonda altrimenti non riuscirai a sconfiggere tutte le abitudini che, fino a oggi, ti hanno impedito di esserlo.

Puoi identificare le ragioni per cui vuoi diventare finanziariamente libero? Sono ragioni abbastanza forti da sostenerti nel percorso accidentato che ti aspetta?

2) Trova degli “eroi finanziari” da emulare

Emulare i migliori è un modo eccellente di diventare come loro. Se una persona può fare una cosa, tu puoi copiarla e farla anche tu, è assodato. Quindi, cerca qualche persona che sia finanziariamente libera o ricca e scopri quanto più possibile di lei: come si comporta, cosa dice, cosa pensa. Se lo faccio io, puoi farlo anche tu.

In Italia non c’’è purtroppo la ricca letteratura di biografie che c’’è in inglese, quindi, se sai l’’inglese hai centinaia di biografie e di storie da leggere. Altrimenti puoi sempre prendere Alfio Bardolla come esempio leggendo i miei libri! ?

3) Decidi ogni giorno di essere finanziariamente libero

Credimi, non è semplice essere focalizzati sulla libertà finanziaria. La libertà non è comoda, anche se offre tutte le comodità del mondo. Seguire un comportamento finanziario da classe media è molto più comodo, ma non ti darà mai la libertà finanziaria che desideri.

Per questo motivo è importante che, ogni giorno, tu scelga questa strada difficile, ma ricca di enormi soddisfazioni. E questo significa che, qualsiasi cosa tu faccia, domandati se ti porta verso o lontano dalla libertà finanziaria e, a seconda della risposta, agisci di conseguenza.

4) Scegli con cura i tuoi amici

Questa è una regola che molti trovano difficile da digerire. Gli amici o – meglio – il gruppo dei pari (amici, parenti, conoscenti, concittadini) è un potentissimo elemento di influenza dei nostri comportamenti.

Se i tuoi amici non condividono i tuoi obiettivi di libertà finanziaria, come è molto probabile, non lasciare che la limitatezza delle loro vedute mini i tuoi progetti. Cambia amici, cambia gruppo dei pari, trova persone che condividono il tuo modo di pensare.

Questo è probabilmente uno dei vantaggi principali di seguire i miei seminari. Partecipare alla Lib11100ertà Finanziaria per esempio significa conoscere decine di persone che la pensano come te e condividono gli stessi desideri e obiettivi.

5) Paga bene i tuoi consulenti

Una mentalità sbagliata è quella di trovare consulenti che costano poco e comunque pagare il meno possibile. Ma è un errore fatale, se vuoi creare la tua libertà finanziaria.

Come spiego nel mio seminario Investire in Immobili ho creato una squadra di consulenti e specialisti che sono i migliori nei loro rispettivi campi. In questo modo ho il miglior aiuto possibile per i miei investimenti immobiliari e ciò che investo nelle loro parcello lo recupero centuplicato quando faccio un affare.

Risparmia su altre cose (vedi avanti), non sull’’aiuto che ti serve a raggiungere la tua libertà finanziaria.

6) Cerca di ottenere qualcosa in regalo

Questa regola sembra smentire la precedente, ma non è così. In questo caso, mi riferisco ai tuoi investimenti. Quando fai un investimento, cerca sempre di ottenere qualcosa di più di quanto ti viene offerto.

Consideralo un regalo di intelligenza finanziaria. Se fai uno stralcio e la banca ti chiede 60.000 euro, cerca di firmare a 50.000. Se stai investendo in opzioni ci sono dei metodi che spiego nei miei seminari di trading in opzioni che ti permettono di avere dei “trade gratis”. Se acquisti spazi pubblicitari per promuovere il tuo business chiedi sempre delle uscite extra o uno sconto ulteriore.

Sembra un cliche’, ma i ricchi sono ricchi anche perché chiedono uno sconto, quando è intelligente chiederlo.

7) Diventa esperto in una formula e poi passa alla successiva

La ricchezza si impara, lo dico sempre. Fare soldi è come preparare una torta: ci sono gli ingredienti e c’’è la ricetta. Le prime volte verrà uno schifo, poi comincerai a prendere la mano, a sapere come mescolare gli ingredienti, magari aggiungerai qualche tuo tocco personale e diventerai bravo. Avrai acquisito una formula che puoi replicare per moltiplicare le tue entrate.

A quel punto, puoi imparare una nuova formula, in un mercato diverso, con metodi diversi. Crescendo e diventando una persona finanziariamente, non solo libera, ma anche sempre più forte.

8) Non comprare giocattoli a credito

Come probabilmente sai, io chiamo giocattoli tutte quelle spese che non aumentano il tuo cashflow, ma anzi lo abbassano e ti gratificano provvisoriamente ed emotivamente. A volte va bene concedersi qualche giocattolo e io sono il primo a farlo.

Ma non a credito. Quando voglio una nuova auto sportiva non la compro a rate o con un leasing. Attendo finchè non ho creato il denaro che mi serve per acquistarla – con un nuovo business o investimento – e poi la compro in contanti. E’’ un giocattolo, ma non deve mai, ripeto mai, aggiungere del debito cattivo al mio conto economico.

Come dice un mio amico milionario “il vero status symbol non sono le carte di credito platinum, sono i contanti”.

9) Paga te stesso per primo

Ho lasciato per ultima questa regola che è primaria per il tuo comportamento con il denaro: paga te stesso per primo.

Per primo significa prima di tutti: prima dei fornitori, prima delle tasse, prima dell’’IVA. Decidi che percentuale di ogni entrata è riservata a te (es: il 20%) e mettila da parte, per esempio in un conto di deposito, pronta per essere usata come investimento o come riserva a seconda della quantità e della tua situazione finanziaria.

Questa regola è importante per due motivi: ti abitua a occuparti del tuo denaro e ti abitua ad avere disciplina con il denaro stesso. Ci saranno magari periodi in cui avrai bisogno di tutto il denaro che guadagni e sarà difficile pagare te stesso: quelli saranno i momenti che costruiranno il tuo carattere relativamente ai soldi e getteranno solide basi per la tua libertà finanziaria. Paga te stesso per primo.

Come vedi, sono regole semplici, ma spesso vanno contro i comportamenti correnti. O, almeno, i comportamenti delle persone che non sono finanziariamente libere, peccato per loro.

Al prossimo appuntamento con la tua libertà finanziaria,

Alfio Bardolla

Condividi con

81 pensieri riguardo “9 regole per la tua libertà finanziaria, ignorale a tuo rischio”

  1. Ciao mi chiamo Diana sono della prv. di bg e ho 51 anni . Sono venuta a conoscenza da poco dei tuoi corsi , visitando il tuo sito sono rimasta entusiasta.Sai vorrei tanto partecipare al corso degli immobili ma in questo momento non mi è possibile perchè mio marito ed io stiamo facendo la fine del pollo. Avri tanto bisogno di un tuo consiglio o parere x uscirne a testa alta da questa nostra situazione,è possibile poterti contattare? (naturalmente dietro adeguato compenso)attendo con gratitudine una tua cortese risposta. GRAZIE INFINITE A PRESTO DIANA

    1. Diana, sicuramente si puo’ fare una coaching personale. Ho passato la tua gentile richiesta ai miei collaboratori, per definire quando e come.

  2. il mio commento è che sono persone un poco sprovvedute ed
    ignoranti(ignorare non è un’offesa,lo siamo tutti più o meno)
    ciao sergio(capisco che le tue risposte sono in automatico ma chiamarmi BRAMBILLA mi da fastidio è freddo, impersonale,non dico di chiamarmi amore mio,ti consiglio anche per approccio caldo ,caro achille, caro alfio testa dura…)
    ciao,sergio

  3. ciao alfio ho deciso di intraprendere la carriera di trader……….perche”pur essendo rischioso mi affascina il mondo che c”e” tra me e il pc!poi,penso che sia il tipo di investimento piu adatto a me!(non voglio stare a contatto con la gente!) non e” una strada facile,pero” so e credo ad avendo fiducia che con impegno studio e costanza riusciro” a raggiungere il traguardo!

  4. Buongiorno mi chiamo barbara e lavoro da diversi anni all’interno di un noto gruppo in franchising, nel settore dell’intermediazione finanziaria. Ho letto diversi tuoi scritti, e partecipato qualche tempo fa anche ad alcuni corsi,rimanendo sempre molto soddisfatta. In quasto momento mi trovo in attesa del mio secondo bimbo, mi farebbe molto piacere poter partecipare ad altri tuoi seminari, ma per motivi tecnoci e pratici credo prorio di dover rimandare! Ti chiedevo se possibile naturalmete alcune brochure o mini corsi via mail !!!!! E’ possibile? Tanto per restare in allenamento!!! Grazie anticipatamente pere la cortesia !!! Buona giornata!!!

    1. Barbara, un corso via email e’ qualcosa su cui stiamo ragionando in azienda. Ci sono complessita’ organizzative perche’ il mio modo di insegnare e’ focalizzato sui seminari, ma conosco i vantaggi delle formazione via email e ci sto pensando. Anche perche’ piu’ persone potrebbero partecipare alla mia formazione. Grazie per il feedback, e auguri per la nuova avventura materna!

  5. io ho già trovato i miei eroi da emulare: penso che nomi come Alfio Bardolla o Tony Robbins abbiano qualcosa da insegnarmi. ho anche comprato libri di loro e leggo e studio quanto trovo di loro e anche di altri (Mandino – Hill – ecc…ecc…ecc…) ma non sono ancora riuscita a essere come loro.
    a volte si compra o si realizza qualcosa a credito per pensare e vivere da ricchi.
    pur comprendendo che è giusto quello che tu dici non è semplice mettere in pratica tutte le nove regole.

    1. Nulla e’ facile all’inizio, tutto e’ facile quando sai come farlo. Gia’ sapere che ci sono le 9 regole ti mette in una piccola minoranza di italiani che sanno come funziona il denaro. Hai iniziato e questa e’ la cosa piu’ importante. La seconda e’ continuare, applicare, migliorarsi continuamente. Come faccio io e tutte le persone che hanno costruito qualcosa.

  6. Ciao Alfio, sono un’imprenditrice e la mia azienda è in crisi come tante vorrei poter uscire mentalmente dalla spirale negativa che si è creata intorno a me,anche camiando completamente genere di attività purchè riesca a non cadere nella negatività.
    come posso fare? grazie

    1. Non e’ possibile aiutarti rispondendo su questo blog. Se vuoi possiamo incontrarti in una sessione di coaching che dovresti prenotare chiamando in ufficio. Ti posso pero’ dare qualche indicazione, basandomi su quello che scrivi. Prendi la responsabilita’ di quanto accade nelle tue mani. Il fatto che altre aziende siano in crisi è un modo per allontanare da te la responsabilità di quanto ti accade. Anche l’idea che una spirale “si sia creata” non ti aiuta a vedere che sei tu al comando, nel bene e nel male. Se hai la completa responsabilita’, allora hai anche la forza per capire come cambiare. Hai fatto il primo passo scrivendo su questo blog e comunicando come ti senti. Ora vai avanti, hai le risorse per risolvere qualsiasi problema tu voglia. Senti la mia assistente per incontrarci.

  7. Ciao a tutti io sono della provincia di Torino e vivo nel mondo dei “liberi finanziari” Le regole per questo mondo quelle che regnano sovrane in tutto il mondo degli arrivati, dei ricchi e dei potenti e cioè: non essere onesti. Esempi : conosci solo chi ti può essere utile, vendi con ricarichi esagerati, ricatta e metti in condizione il prossimo di cederti molto in cambio di poco, utilizza informazioni riservate, fai il porta borse per i potenti e ovviamente non paga le tasse ecc ecc Non ci sono ricchi onesti, se uno è onesto paga bene i propri dipendenti e divide con loro i profitti e paga le tasse (Valentino Rossi insegna). Bisogna ricordarsi che chi sa come fare i soldi….li fa….. e non te lo viene a dire. Se invece si parla di supporto psicologico allora va benissimo. Io so benissimo come la mia famiglia ed io abbiamo fatto i soldi e sono sotto gli occhi di tutti, ma sono cose che si fanno ma non si possono dire…..almeno finchè qualcuno non cade nella rete della giustizia. Salutoni e buoni corsi a tutti.

    1. Gianni io credo invece che si possano fare i soldi onestamente, senza imbrogliare e senza cercare scappatoie poco etiche o legali. Il che non significa regalare il sapere o i profitti. I dipendenti sono persone che ti aiutano a raggiungere i tuoi obiettivi per la tua azienda, ma non e’ necessario dividere con loro i profitti, se non a fini di motivazione. Io ho dipendenti e quando, in qualche caso, qualcuno se n’e’ andato per mettere in pratica quello che vedeva insegnato ai seminari, per me e’ stata una soddisfazione. Ma la maggior parte dei dipendenti e’ contenta di ricevere lo stipendio a fine mese e solo quello. Se tu rischi come imprenditore e’ giusto che abbia anche i vantaggi, senza sentirti in colpa per questo.

  8. Niente di più vero di queste regole, sono tutte regole che fino ad ora non ho seguito e infatti sono sempre nella stessa condizione, lavoro lavoro lavoro ma non ho nulla da parte e se avessi seguito soltanto da metà della mia strada le nove regole a quest’ora sarei già libera finanziariamente….da adesso si parte! Grazie Alfio!!!

  9. Ciao Alfio, ho partecipato con soddisfazione ad alcuni tuoi corsi sugli immobili, ho applicato tutto tentando di rispettare i parametri, ma purtroppo i risultati non mi confortano! Siamo in stallo! Tramite il mio socio abbiamo chiesto a te a ad alcuni tuoi collaboratori una mano, così come da te detto ai corsi ma aimè non è cosi! Abbiamo pagato delle utilissime coach ma non riesco ad uscire dallo stallo e stò perdendo tempo e denaro oltre che un buon stralcio! Mi dispiace! Credo in tè e quello che insegni ma non mi aiuti molto! Farei anche e volentieri una coach con tè (anche per il solo )piacere di rivederti) ma non ho più soldi, niente e mi sento abbandonato….mi dispiace….

    1. Edoardo, cosa significa “stallo”? Hai acquisito degli immobili che non riesci a vendere? Non riesci a trovare degli immobili con abbastanza profitto? Non sai come muoverti? In ogni caso, se sei in stallo significa che ti sei messo in pista, bravo!
      Qualsiasi sia il problema, c’e’ una risposta che puoi trovare. Ti invito a considerare la situazione attuale come l’elemento piu’ importante della formazione perche’ e’ “reale”: hai un problema, analizzalo, trova delle soluzioni, mettile in pratica, valuta i risultati. Questo e’ il metodo, non ci sono magie. E non ci sono neanche coach miracolosi.
      C’e’ solo la tua testa, la tua voglia di fare, la tua conoscenza, il tuo coraggio. Come e’ stato per me e per chiunque abbia avuto dei risultati. Anche se avessi soldi, non ti consiglierei una coach con me. Hai bisogno di lavorare da solo, con le informazioni che gia’ hai. Prenditi una settimana per ragionare e trovare come uscire dallo “stallo”.

  10. Grazie Alfio! Lo stallo è dovuto al mio ex tecnico (geometra) che ha lavorato superficialmente, senza professionalità ed io in base ai suoi ok tecnici/operativi, ho proceduto con due operazioni belle ma in realtà problematiche!
    I numeri ad operazioni concluse ci sono e belli pure tanto è vero che la operazione che ti prospettavo in soli 5 mesi (gennaio-giugno) era chiusa ma poi è venuto il nodo al pettine! Il notaio scopre che è pignorata!!! Se non stralcio perdo soldi investiti ed utili che vendendo a sconto sono ampi! Ho trovato due finanziatori e mi dicono “se hai già l’acquirente investo se no niente” ma se avessi da qui ai prossimi due mesi gli regalo tante decine di mila??? Me la faccio da solo l’operazione!!!!!
    Ad ogni modo hai pienamente ragione, infatti domani ho due appuntamenti con persone già interessate chiaramente a questo punto pur di non rimetterci venderò ad un prezzo assurdo! il 50% del valore finale! Almeno non perdo niente e in breve riprendo il mio capitale pronto per altre operazioni!

    1. Bravo Edoardo. Direi che hai gia’ trovato una soluzione al problema. Recuperare l’investimento senza perdere e’ sempre la prima cosa. Meglio i soldi in tasca per nuove operazioni che tenerli in ballo nella speranza di un guadagno. E hai imparato a non usare piu’ quel geometra e a controllare meglio le informazioni prima di metterci i soldi. Insegnamenti preziosi che ti serviranno per i prossimi business.

      1. Grazie per il suggerimento. Ho tenuto un corso di immobili qualche anno fa a Palermo, ma non e’ stato produttivo (piu’ spese che guadagni e la sala semivuota), quindi ho deciso di concentrarmi solo su Milano e Roma. Capisco che puo’ essee un po’ scomodo per chi abita in Sicilia, ma e’ un piccolo sforzo per un grandissimo risultato.

        1. ciao alfio,mi piacerebbe seguire i tuoi corsi x mettermi in gioco..ho 29 anni seguo la finanza da piu’ o meno 5 anni ..in borsa diciamo che ho tolto le mie soddisfazioni ma capisco che non basta x me e x la mia nuova famiglia(sono sposato da poco),lavoro con i miei famigliari ma non sono soddisfatto…voglio mettermi in gioco da solo…vorrei aprire un negozio enfranciaeseang,secondo te è un buon investimento come secondo lavoro…?

          1. Come ho scritto diverse volte, fare l’imprenditore e’ il modo per fare potenzialmente piu’ soldi, ma anche quello con i maggiori rischi. E un franchising non ti mette al riparo dai rischi, anche se dovrebbe (le incognite rimangono comunque tantissime). Se hai gia’ esperienza con il trading, io mi focalizzerei su quello, magari imparando delle tecniche che ti fanno fare il salto di qualita’. Diventando un bravo trader non avresti piu’ problemi ne’ per te, ne’ per la tua famiglia e neanche per i figli dei figli. Prova a valutare i seminari di Forex e quello di Opzioni.

          2. ciao alfio, sono circa 2 anni che ricevo la tua newsletter e la leggo sempre con molta attenzione e curiosità, ho letto i tuoi libri, interessanti, ma privi di praticità,solo teoria e psicologia la pratica la rimandi ai tuoi corsi che si tengono a Milano e Roma, io vivo nella provincia di Foggia non ho la possibilità di spostarmi come posso seguire i tuoi corsi? perchè non un corso via email?
            sono attratto da quello che dici e sono convinto che se mettessi in pratica almeno il 20% di quello che dici a quest’ora forse…….
            ma non ho mai avuto il coraggio di “agire” forse perchè non sono sicuro delle conoscenze fin qui acquisite.
            di tutte le cose che insegni mi affascina il mondo delle opzioni visto che è l’unica cosa che si può fare senza spostarsi e con un piccolo investimento.
            grazie per l’attenzione arrivederci.

          3. Vincenzo, complimenti per la costanza, pero’… devi agire. Se Alfio Bardolla non fa corsi online o via email (non e’ che non ci abbia pensato, ma non sono semplici da organizzare per offrire reale formazione, quando non c’e’ l’interazione di persona e’ tutto piu’ difficile) cosa fai? Non ti muovi per trovare altre soluzioni? Cioe’ rinunci a costruire il tuo futuro perche’ io non faccio seminari vicino alla tua citta’ o via Internet? Un’altra cosa ti voglio dire: tu dici che i miei libri sono privi di praticita’ perche’ pensi che la praticita’ sia “imparare una tecnica”. Ma io ti dico questo: la tecnica la impari anche da solo o ti compri un libro di opzioni. Ma la cosa importante non e’ la tecnica, la cosa importante e’ la psicologia. Cambia la tua psicologia e otterrai risultati, troverai il modo di ottenerli. Sembra che oggi le tue resistenze ad agire siano superiori alle tue motivazioni ed e’ li’ che devi lavorare, prima ancora di studiare le opzioni. E comunque se vuoi imparare le opzioni, c’e’ il coaching personale che si fa anche via email, puoi sentire in ufficio per prenotare le tue lezioni.

          4. Ciao Alfio….da quando, circa tre anni fa ho iniziato con il trading, sulla mia Email sono arrivate regolarmente le tue newsleter.Io abito in Sardegna e “naturalmente” non ho mai assistito ad un tuo seminario…..eppure mi hai dato ugualmente qualcosa! Io ci sono riuscito, ho iniziato ad acquistare immobili da dare in affitto…..ma soprattutto guadagno facendo trading!Ma quanto è stato duro all’ inizio! Ora che ho avuto sucesso nella vita sto tornando a rivalutare una mia idea ma non so come comportarmi! In pratica non possiedo i soldi per brevettare un propulsore con zero emmissioni inquinanti, (stavo realizzando un prototipo a mie spese….ma quante spese!) se lo presento ad una ditta del settore, senza brevetto, non sono tutelato e lo possono fare loro senza che io ci guadagni un Euro!
            Non so cosa fare, anche perche’ in Sardegna manca totalmente la mentalita’ dello sponsor privato.

          5. Federico, qualche tempo fa, leggendo “La settimana di 4 ore” ho trovato dei siti che ti permettono di brevettare le tue idee a livello mondiale. Ti consiglio di acquistare e leggere il libro “La settimana di 4 ore” di Tim Ferriss. E complimenti per avere agito. Guarda oltre la Sardegna e il tuo gruppo di conoscenti, sei gia’ oltre.

          6. EGREGIO BARDOLLA.
            Mi viene in mente che lei,ha una mentalità come le donne.
            Nel pomerigio ho telefonato alla sua sede centrale.
            Ho fatto presente,che tutto quello che presenta,non è per le mie possibilità.
            Questo messaggio l’ho spedito in diverse volte.
            Cosa vuole,da me?
            Questo suo lavoro non è di mia compedenza.
            Perchè ha la tigna di volermi far stare in un lavoro che no è per me?
            Quello che conosci,non sono per altre persone.
            Vuoi che questo problema lo faccio risolvere alle autorità di questa rete?

          7. Signor Fabbrizi, non ho capito niente di cosa scrive. Non so di cosa parla. Se non vuole piu’ ricevere le mie email, si puo’ cancellare. In fondo a ogni messaggio c’e’ un link che lei puo’ cliccare per non ricevere piu’ informazioni da me. Se non le piace il blog puo’ evitare di leggerlo e di commentarlo. Cordiali saluti.

  11. Cara Miriam, non credo Alfio abbia mai detto non lavorare, per cui con sincerità ti dico lavora lavora e lavora così si diventa finanziariamente indipendenti 🙂

  12. Ciao Alfio appena posso verro’ al corso
    ”A scuola di business”

    Sto avviando un business, il problema principale che ho incontrato è l’organizzazione della vendita-venditori.

    Cosa puoi dirmi al riguardo?? Aspetto una tua risposta grazie.

    1. Ti posso dire che non sei il solo. Trovare bravi venditori e direttori vendite e’ un elemento critico, lo e’ sempre stato anche per me. Pero’ ho trovato in questi anni delle strategie che funzionano piuttosto bene e ne parlo al seminario, tra le altre cose.

  13. Ciao Alfio, ho già frequentato il tuo corso in opzioni, sto studiando e opero al momento ancora con il papermoney fintanto che non sono sicura di applicare le strategie in modo corretto. Sono soprattutto molto atratta dagli immobili. Ho già acquistato 4 case e vendute 3. Farò sicuramente un tuo corso, ma adesso mi piacerebbe entrare subito nell’ambiente della vendita di immobili. Avrei bisogno di sapere da te, se è possibile, quali sono le Agenzie Immobiliari migliori, più grandi e soprattutto sane economicamente dove mi posso rivolgere per iniziare a lavorare. Naturalmente anche un tuo consiglio. Attualmente lavoro presso un’azienda, anche sana ma purtroppo paga poco € 1.300 al mese netto e devo lavorare 8 ore al giorno. Vorrei un lavoro dove mi permette una certa elasticità di orario per poter dedicare tempo alle opzioni ed essere libera dopo le 16.00. Quello che mi piacerebbe poi alla fine è di occuparmi di acquisto e vendita di case. Ho bisogno di trovare un lavoro momentaneo che mi permetta di sviluppare i tuoi insegnamenti sia in opzioni che ascquisto e vendita case. Tu cosa faresti al posto mio, che decisione prenderesti? Grazie per la tua gentile attenzione, spero a presto, buon inizio settimana, ciao Elisa

    1. Lavorerei sulle mie competenze (immobili su ci gia’ operi) e sulle opzioni per poter lasciare l’azienda che ti occupa tanto tempo per quattro spiccioli. Credo sia il momento che tu investa su di te in termini di tempo e fiducia, hai gia’ dimostrato di che pasta sei fatta con dei risultati. Credici. Riguardo alle agenzie, non ti posso dare consigli, dipende dalla citta’. Devi trovare le tue agenzie partner, e’ un lavoro che richiede di conoscerne molte (anche per questo mai dare l’esclusiva!). Datti da fare che la liberta’ finanziaria ti aspetta.

  14. salve
    le faro’ forse una domanda stupida o che le sara’ stata fatta miliardi di volte
    ancora nn ho letto tutte le sue nozioni e consigli e ritenendomi una persona concreta vorrei sapere come posso investire se nn ho denaro e sono impossibilitata ad avere finanziamenti e nn ho un lavoro stabile ne fisso ne duraturo???
    la pregherei di darmi una risposta
    grazie in anticipo

    1. Angela, chi si informa non fa mai domande stupide. Tuttavia, sarebbe giusto che tu prima leggessi il blog. Ho risposto tantissime volte a questa domanda, ma non mi stanco mai. Se non hai soldi e non hai possibilita’ di avere prestiti, devi trovare un partner che abbia soldi. Tu trovi l’affare (per esempio un immobile) e questa persona ci mette i soldi e dividete il guadagno. Mentre il trading richiede un po’ di capitale per iniziare, l’investimento in immobili si puo’ veramente fare con zero soldi.

  15. Ciao Alfio,
    Ho individuato alcuni lotti immoobiliari molto interessanti che vanno all’asta a breve, come posso fare per avere un parere di fattibilità e aiuto da parte vostra se siete interessati all’operazione? Cordiali saluti francesco

      1. Ciao Alfio, sono un ragazzo di 18 anni, ti scrivo per dirti che sei grande nel tuo lavoro, sei davvero unico. Ti vorrei chiedere però anche dei consigli, ho una buona somma di denaro da parte e vorrei investire in immobili nelle aste immobliari, secondo te faccio bene ad affidarmi ad una agenzia immobiliare la prima volta e quali sono le spese da sostenere?
        Grazie in anticipo, vai sempre avanti così.
        Ciao

        1. Mattia, un’agenzia immobiliare non ti aiuta in un’asta a meno che tu non trovi qualcuno con esperienza specifica, del che dubito. Il mio consiglio e’ di studiare il settore e buttarti da solo. Puoi fare il mio corso, puoi fare esperienza da solo. Potresti cercare qualcuno che fa gia’ queste cose e lavorare con lui come “apprendista” per imparare il mestiere prima di fare da solo con i tuoi soldi. Ovviamente facendo il seminario impari in 2 giorni cose che ti richiederebbero magari un anno di tempo se dovessi scoprirle da te (e magari perdere dei soldi). Comunque mi piace molto l’idea che a 18 anni tu voglia iniziare questo percorso. Chissa’ che grande diventerai TU nel tuo lavoro.

    1. Caro Alfio
      è un bel pò che ti seguo (anche attraverso le critiche di luminari che si ritengono “illuminati”) tramite internet e tramite le tue mail. Volutamente non ho voluto nè voglio leggere nulla di quello che hai scritto. Voglio solo poterti incontrare e avere un colloquio con te. Voglio solo sapere come posso fare, dove sei,a chi posso telefonare e il costo del colloquio. Se è possibile incontrarti lì ti dirò tutto. Grazie.

      1. Il modo migliore per fare una coaching con me e’ chiamare direttamente in ufficio e prenotarla. Ne faccio poche rispetto a qualche anno fa perche’ mi sono concentrato sullo sviluppo dei miei business e ho diminuito l’attivita’ di coach personale (che era prevalente prima di iniziare a occuparmi di wellness finanziario). Ma e’ sempre un piacere e sicuramente e’ il modo migliore per capire e risolvere i problemi. Io sono a Milano. Chiama in ufficio al Numero Verde 800-199335.

  16. ciao
    grazie di tutti questi consigli la mia determinazione adesso è accompagnata alla organizzazione spero presto di vedere un pò di sereno dopo la tempesta..
    e sarà il momento che verrò a fare i tuoi corsi intanto leggendo le tue idee mi sento più forte…
    sei il migliore

      1. Antonia, concretezza significa “agire”. Hai letto i miei libri, cosa ti manca per agire? Se vuoi, puoi partecipare ai miei seminari, altrimenti puoi fare da sola. Sai cosa devi fare e dove devi andare. Ci saranno migliaia di dettagli da imparare, ma il percorso lo sai. Agisci e troverai la tua concretezza.

        1. ciao alfio sono rosario devo dirti che il tuo blog è fatto davvero bene e le risposte che dai sono interessanti e intelligenti si vede che hai una marcia in più voglio partecipare appena possibile a uno dei tuoi corsi.

    1. Leonardo, io leggo ogni anno decine di libri. Non mi sento di darti l’elenco dei libri indispensabili. Se vuoi approfondire un argomento non ti basteranno mai. Eventualmente ti posso dire di buttarti a leggere in inglese, perche’ in inglese ci sono 100 volte i titoli che trovi in italiano. Io leggo il 90% dei libri in inglese, infatti. Ma il mio consiglio e’ solamente: leggi, leggi, leggi. Leaders are Readers.

      1. Ciao Alfio, mi chiamo Emanuele e sono un giovane sognatore. Prima di muovere un passo, controllo bene tutto ciò che mi sta intorno, quindi appena sono venuto a conoscenza del tuo nome, ho voluto informarmi a proposito. Come saprai, in internet girano anche tanti commenti negativi nei tuoi confronti, ma ho deciso di essere ottimista e di seguire quella che secondo me è la cosa giusta da fare. sarei molto interessato a seguire i tuoi corsi, ma la mia situazione economica attuale non mi permette di farlo, cosa mi consigli? Un saluto, Emanuele.

        1. Ti consiglio di continuare a studiare con strumenti gratuiti (come questo blog) o con i miei libri che costano come una pizza e coca. Non e’ indispensabile frequentare i miei corsi, si puo’ imparare e fare da soli (io non avevo chiaramente i miei corsi e ho imparato sulla mia pelle). I tempi si allungano e si fanno piu’ errori, ma tutto cio’ che faccio e insegno lo puoi imparare e mettere in pratica da solo. E benvenuto in questo nuovo modo di vedere le cose del mondo, vedrai che sara’ un viaggio bellissimo alla scoperta di te stesso.

          1. Ciao Alfio,mi chiamo Lorenzo ho 35 anni, ancora non ho avuto la possibilità di leggere dei tuoi libri, ma lo farò, opero nel settore dell’autoriparazione con una bella struttura e 8 dipendendenti, l’azienda esiste dal 77, creata da mio padre,e dal 97 l’ho in gestione io. Mi trovo a combattere, in questo periodo di crisi che ha ridotto notevolmente il lavoro, con una concorrenza più che sleale la quale ha adottato la politica del prezzo più basso e la cosa che più da fastidio, apparire agli occhi dei miei ormai ex clienti come un ladro, e dopo 33 anni proprio non la butto giù. Saluti.

          2. Forse in 33 anni qualcosa e’ cambiato e va cambiato. Cosa non funziona piu’? Come puoi dare piu’ valore ai clienti? I clienti cercano il prezzo inferiore se non vedono valore maggiore. Parlare di qualita’ non basta, devi dimostrare che ricevono qualcosa di piu’. E comunicarlo. Sono tutte cose che insegnamo nel seminario A Scuola di Business, quindi consideralo come una possibilita’ per dare alla tua azienda nuove strategie piu’ efficaci per la nuova situazione di mercato che sta affrontando.

          3. Manca la decima regola Quella della decima.
            La regola dice: se vuoi essere sempre ricco da 1/10 di quello che guadagni in beneficenza o qualcosa che aiuti il prossimo.
            E’ una regola antichissima, presente in molti testi.
            E’ una forma di riconoscenza.

            Per il resto le altre sono giuste.
            Discutibile quella dello regalo-sconto, che in fondo presuppone che l’altro debba guadagnare di meno,
            o che avesse alzato il prezzo prima.

            Corrette le altre, per cui ringrazio.

          4. Certo, la regola del 10% (o altra percentuale, ma 10 e’ il minimo) e’ valida e ne parlo in un altro articolo, se non ricordo male.

          5. Mi sono permesso di intervenire, in quanto scrivi:

            “ho identificato 9 regole che considero fondamentali per un piano di libertà finanziaria”

            e da come interpreto io la tua scrittura sembra che siano tutte, cioé che non ve ne siano altre così fondamentali come quelle nove, mentre la beneficienza 10% a me – e a molti uomi tra i più ricchi del mondo di ogni epoca – risulta assolutamente fondamentale.

            In ogni caso, ancora grazie per le nove citate.

            Carlo

            CR

  17. Ciao Alfio, grazie di queste pillole di ricchezza finanziaria.
    kiyosaki dice circa le stesse cose, infatti padre ricco padre povero è stato il primo libro che ho letto sulla mentalità finanziaria e da li è continuata la mia ricerca.
    Non avevo ben capito cosa volesse dire pagarsi per primo, il tuo esempio è stato decisamente chiaro.
    Grazie 🙂

    Cristian Milone

    1. caro Alfio, leggo con interesse il tuo blog ed ho appena finito di leggere il tuo ultimo libro alla cui presntazione fatta a Milano ho assistito con entusiasmo.In base a quanto letto mi permetto di disturbarti per chiederti un consiglio non su come investire i soldi, ma su quale corso fare per imparare ad investirli (e’ ben diverso!) in relazione ad una particolare situazione che ha inaspettatamente cambiato la mia vita. In pratica, a 52 anni, mi ritrovo senza lavoro (o, come diresti tu, senza professione) (ma in mobilita’ per 3 anni) e con un gruzzolo di soldi composto da liquidazione/buonuscita/fondo pensione etc, che vorrei imparare a gestire in modo da farlo diventare (sempre come diresti tu) il mio lavoro. Quindi, dato per certo che voglio fare un corso (sono gia’ in contatto con lo staff) quale mi consgilieresti? Istintivamente mi sento piu’ attratto dal forex che dagli altri, ma attendo il tuo illuminato parere per decidere. Grazie per tutte le preziose informazioni che fornisci attraverso il tuo blog. Roberto

      1. I miei collaboratori sono piu’ bravi di me nel valutare le tue opzioni e consigliarti. Ti posso dire che se senti che il Forex ti piace e’ certamente un metodo per aumentare il tuo capital in modo rapido e con un’elevata leva finanziaria. Se vogliamo il problema del Forex e’ che sembra cosi’ semplice che non si presta la dovuta attenzione e disciplina e ci si puo’ facilmente far catturare dall’ingordigia, prendendo rischi che non si devono mai prendere. Ma facendo trading con testa i risultati sono certamente ottimi e abbondanti. Direi che il fatto di non essere piu’ obbligato a vendere il tuo tempo in cambio di (poco) denaro e’ un’opportunita’ molto positiva. E complimenti per la tua scelta di agire, che, lo dico sempre purtroppo, non e’ comune.

        1. Ciao Alfio,mi chiamo CRISTIAN vivo in un paesino in provincia di salerno.Lavoravo in una fabbrica,e sentivo che li non era il mio posto,e quindi ho deciso di abbandonare tutto e di riprendere gli studi.Quest’anno mi sono diplomato in ragioneria, ma già da due anni collaboravo con un agenzia immobiliare di cui oggi sono un socio.Ho scoperto i tuoi libri da poco ma da quando li ho letti sono rimasto senza parole,perché mi anno aiutato a capire tante cose che io non avevo ancora capito adesso mi rimane solo seguirti ed imparare di più leggendo e partecipare ai tuoi seminari a presto. distinti saluti.

          1. Bravo Cristian, il tuo percorso non e’ stato facile sicuramente. Ma hai avuto fiducia nelle tue idee e capacita’. Sicuramente continuando cosi’ potrai raggiungere quello che vuoi.

          2. Ciao Alfio, ho letto che nelle prossime settimane ci sarà un corso sulle opzioni a cui vorrei partecipare, però c’è una curiosità che volevo chiederti da tempo: tu dici che è preferibile investire in opzioni sul mercato americano, perchè molto più vasto, rispetto al nostro (fai l’esempio tra giocare in serie A o B). Bene, ma sul mercato italiano il broker applica il 12,50% come sostituto d’imposta, ma con un broker estero come si dichiara l’eventuale(sperabile)guadagno? Spero non con una tassazione da reddito di lavoro! Grazie e buon lavoro!

          3. La tassazione e’ analoga, anche se trattandosi di operazioni che fai all’estero (eventualmente anche con un conto bancario estero) ci vuole qualche operazione in piu’ per dichiararle. Chiedi al tuo commercialista che sapra’ darti tutti i dettagli del caso. Pero’, Paolo, mi sembra che questo sia veramente l’ultimo dei problemi…

          4. Sono regole d’oro. Le aggiungerò al mio bagaglio personale per cercare ancora imperterrito la mia libertà finanziaria. Ho 24 anni e penso che prima o poi ce la farò. Grazie mille Alfio per le tue perle di saggezza!!!

  18. Ciao Alfio, volevo farti i complimenti per come rispondi sempre in modo puntuale e professionale ai commenti. Ho un blog anch’io, e so che non è sempre facile.

    1. Caro Alfio,
      hai mai avuto esperienze di networl marketing?
      Che ne pensi?
      hai articoli da mostrarmi o libri da consigliarmi?
      Grazie, sei grande!

      1. Ho avuto esperienze di network marketing, credo sia una interessante possibiita’ per imparare tante cose che poi servono nel business. Il modo migliore e’ trovare un buon network e vedere se fa per te, sul campo.

        1. Egregio Alfio,cosa ne pensi degli Expert Advisor ovvero dei sistemi automatici per il trading sul forex?
          Lo so che organizzi corsi di formazione specifici e quindi la tua risposta sarà sicuramente alquanto scontata, ma mi interessa comunque. Grazie.

          1. I trader che lavorano con me hanno sviluppato alcuni expert advisor professionali, che usiamo in alcuno progetti, quindi la mia risposta forse non e’ scontata come puo’ pensare. Sono contro l’uso di expert advisor come sostituto all’apprendimento del trading sul forex perche’ e’ come mettere una Ferrari in mano a un bambino. Anche solo i settaggi e i test che un EA richiede, richiedono competenza e lo stesso dicasi del dimensionamento dell’investimento per un corretto profilo di rischio. Se hai competenza nel trading, allora puoi permetterti di testare e anche utilizzare EA e molti trader lo fanno con profitto. Ma, per esempio, sanno quando usare un expert advisor e quando non usarlo a seconda delle valute e del periodo di mercato.

  19. Caro Alfio,
    i tuoi insegnamenti via mail sono sempre molto interessanti e ti ringrazio per la tua gentilezza nel donarceli.
    Volevo però chiederti una cosa: io per tutta la vita mi sono interessata di formazione e arte, la mia vita stessa è arte.
    ora, quel che dici sul denaro mi risuona profondamente e da qualche parte di me stessa sento che voglio raggiungere la mia libertà finanziaria ma mi domando: come può una donna come me che si è interessata per tutta la vita a tutt’altro, riuscire a provare interesse e dedicare tantissimo tempo a questo obiettivo?
    so infatti per esperienza che tutto è raggiungibile ma che occorre molto tempo e interesse per farlo.
    io non riesco a trovare niente di interessante nel commercio o nel fare denaro e via dicendo.
    Son dunque destinata a rimanere povera per tutta la vita?
    secondo te è possibile cominciare per una come me che ha investito su di sè impegnando anche molto denaro e che ora si trova con una situazione bancaria con il 50% dello stipendio impegnato in debiti da pagere?
    Grazie.

    1. Nessuno se non tu puo’ rispondere a queste domande. Io ti posso dire che continuando a fare quello che hai sempre fatto, otterrai grosso modo i risultati che hai ottenuto finora. E ti posso anche dire che finche’ lo stress della situazione attuale sara’ meno grave dello stress di cambiare completamente il tuo modo di vivere e pensare al denaro, contiuerai a vivere come hai sempre fatto. Cambiare richiede sforzo e se si giudica che il gioco non valga la candela non si cambia.

  20. Ciao Alfio, vorrei chiederti una cosa. Con tutta la buona volontà una persona disoccupata, senza nulla da investire (se non se stesso), senza un lavoro e senza niente da vendere come può sperare di uscire dalla povertà? mi spiego meglio…la formazione ha un costo, i libri costano ed i corsi ancora di più. Anche se volesse formarsi non potrebbe permetterselo. Ipotizziamo pure che riesca a trovare gratuitamente tutto il materiale di studio…bene…ma come fa dalla teoria a passare alla pratica se non ha un minimo di base economica? Attenzione, non sto accusando le tue teorie, sto solo cercando di capire. Quando uno diventa miliardario ha ragione lui, c’è poco da fare, ma ho la sensazione che le tue teorie, le tue idee, non siano indirizzate a chi è letteralmente nella melma (ho usato un termine carino, ma volevo dire altro…), ma piuttosto a chi, bene o male, può tirar fuori dal conto o da qualche bene di possesso (vendendolo) una base finanziaria da cui partire. “Per fare soldi non servono i soldi” sì la conosco la storia del tizio della graffetta, ma ci sarà pure un motivo se non sono pieni i giornali di gente che da una graffetta è arrivata ad un appartamento. Conosco pure la storia di quell’americano(?) che creò una sorta di pagina web vendendo tot pixel a tot dollari e divenne ricco, ma se non sbaglio molti altri hanno provato a fare la stessa cosa e non hanno ottenuto grandiosi risultati. Tutti i registi e tutti gli attori hanno studiato e investito eppure la maggior parte non ha mai vinto un Oscar, prendi ad esempio il grande Sergio Leone. Ovviamente spero che tu mi smentisca e che soprattutto abbia capito cosa intendo dire. Scusa il monologo… a presto, buon lavoro

    1. “Per fare soldi servono soldi” e’ una frase che suona bene, ma e’ una bugia. Per fare soldi serve capire come si fanno i soldi. E capire che per esempio, il mercato e’ pronto a pagare se hai idee o know-how. Anche senza prendere l’esempio di tanti business internet che hanno magari reso i loro creatori miliardari, banalmente se trovi un immobile in vendita a prezzo affare e poi cerchi un investitore e gli proponi l’affare ci sono ottime probabilita’ che dica di si e che tu possa guadagnare mentre lui mette i soldi. Questo e’ il classico “per fare soldi non occorrono soldi”. Ti ho fatto un esempio semplice, ma ce ne possono essere tanti altri. Il problema non sono i soldi, ma la conoscenza. Se non hai conoscenze che il mercato paga, allora non hai gli strumenti per guadagnare. Scrivo e dico queste cose da anni, se avessi letto anche solo un mio libro lo sapresti. Cio’ che dico non sono teorie, ma sono basate sulla mia esperienza e su quella di tante altre persone che, come me, hanno capito come funziona il sistema. Posso solo augurarti che tu abbia voglia di capirlo, perche’ gli ostacoli sono soprattutto dentro la nostra testa.

  21. Sono contento dei tuoi insegnamenti, del resto sono gli stessi valori in cui ho sempre creduto anche io.
    L’unico appunto che vorrei farti è che tutti i discorsi che fai tu sono gli stessi, uguali, identici discorsi che fa Robert T. Kiyosaki, autore che io stimo tantissimo.
    Ti ripeto, sono contentissimo che sempre più persone insegnino a muoversi nel complesso mondo della libertà finanziaria, solo che, scusa se te lo dico, mi ha dato molto fastidio vedere le stesse identiche cose che dice Kiyosaki ricopiate a puntino qui.

    1. Ho avuto spesso questa critica, ma non sono d’accordo. Cio’ che io insegno ha delle basi di PNL che non esistono in Kyiosaki e credo che in questo modo l’insegnamento sia piu’ efficace. Ma la cosa piu’ importante e’ che io insegno cose pratiche che funzionano in Italia, mentre nei libri di Kyiosaki lei trova informazioni sempre piuttosto generiche o, quando sono minimalmente tecniche, sono riferite alla realta’ americana. Poiche’ lei e’ una persona obiettiva, sono certo che riconoscera’ che e’ cosi’.

  22. ciao leggo per la prima volta un articolo di questo blog, e la prima domanda che mi sorge é come avere un libertà finanziaria partendo da zero? da dove si inizia? grazie in anticipo
    Cordiali saluti,

    Tony

    1. Ciao Tony,

      la cosa bella è che puoi cominciare da dove preferisci, seguendo il tuo tempo, le tue disponibilità economiche e il tuo obiettivo.
      Voglio dire che puoi cominciare leggendo dei libri o scaricando gli ebook gratuiti che trovi sul mio sito. E’ un percorso un po’ lento, ma efficace.
      Se decidi invece che vuoi cambiare ADESSO la tua situazione finanziaria e vuoi avere le informazioni che ti servono per impostare un cambiamento radicale, ti consiglio di partire con un corso. Ne esistono per tutte le tasche, ed ovviamente il livello di contenuto tecnico varia. La mia opinione: leggi questo blog, acquista il tuo biglietto per il prossimo Rich Now di Settembre e nel frattempo creati una cultura finanziaria leggendo dei libri questa estate, per esempio la collana “Quello che devi sapere sul denaro (e che a scuola non ti insegneranno mai)”.

  23. La cosa che piu di ogni altra mi ha convinto a partecipare al corso.. e La regola 7!
    il concetto della ricetta della torta.. che non viene
    Come te l’aspetti la prima volta, ma solo insitendo e osservando i migliori potrai farla bene!

    Spero proprio che il corso di marzo mi dia una mano!

  24. ciao Alfio,io sono una persona che vuole migliorarsi, leggo molti libri ma poi ottengo scarsi risulati e questo mi demotiva e mi porta una tale frustazione cosa psso fare? cosa puoi consigliarmi?grazie

    1. Luigi, sicuramente iniziare a leggere libri è un passo importante ma non basta. Bisogna prendere in mano la propria vita e cambiarla seguendo un obiettivo. Chiama in ufficio e parla con uno dei miei collaboratori: loro sapranno consigliarti la strada migliore.

Rispondi