Una regola che forse non sai per gestire il tuo denaro

Vorrei parlarti di una regola insolita, che però può esserti molto utile nella tua vita, così come lo è stato nella mia. È la regola del 10-10. In cosa consiste?

Qualunque cifra tu guadagni con la tua professione e con le tue entrate automatiche, dovresti destinarne una parte a due cause specifiche:

1) un 10% per aiutare qualcun altro, persone meno fortunate di te
2) un altro 10% a te stesso, quindi alla tua crescita personale.

Perché questa regola?

Per ricordarti di mettere da parte del denaro che può permetterti di avere dei benefici per te stesso, ma anche per qualcun altro!

“Ma a malapena sbarco il lunario” potresti dirmi, magari. Se non riesci a mettere proprio niente da parte a fine mese, in realtà, temo proprio che tu abbia un guaio finanziario, per cui ti consiglio di leggere il mio ebook gratuito sulla psicologia del denaro.

In generale, se ti sforzerai di mettere da parte, mensilmente qualcosa da poter investire, vedrai che riuscirai a fare una cernita di ciò che è più importante per te ed eviterai le spese più futili.

Ma cominciamo con la prima decima.

Se vuoi davvero investire nella tua formazione personale, Wake Up Call è il corso che ti può aiutare ad aprire la mentalità e l’approccio sia sul denaro che sulla tua vita personale

Aiutare chi è meno fortunato di te.

Se hai un’entrata mensile di denaro, sei in salute e hai un tetto sopra la testa, sicuramente troverai qualcuno più sfortunato di te al quale poter dare un aiuto.
Perché dovresti farlo? Per 2 ragioni principali:

  • ha un impatto positivo su di te da un punto di vista psicologico, perché il denaro che produci fa bene a te, ma fa bene anche a qualcun altro.
  • Un’altra persona, più sfortunata di te, grazie a te ha un aiuto, un beneficio oggettivo.

Puoi decidere tu la causa che preferisci, io ne ho 2 o 3 che mi piacciono, che mi ispirano, come il problema dell’alfabetizzazione, per dirne una.
E posso dirti la verità? Sono fermamente convinto che quando fai del bene, la vita in un modo o nell’altro ti ripaga: ogni qualvolta ho fatto qualcosa di buono per qualcun altro in maniera disinteressata, mi sono reso conto che, qualcosina poi è tornato indietro anche a me, in forme e maniere che non mi sarei mai aspettato!

Investire nella tua formazione personale

L’altro 10% deve essere destinato alla tua formazione. Uno studio americano afferma che la formazione personale è l’investimento che paga il più alto tasso di interessi. Addirittura ci sono ricerche che affermano che la formazione paghi circa il 3.000%.

Quale altro investimento paga il 3.000%? Nel mio caso è stato proprio così.

Quindi mi raccomando investi in formazione, ma fai attenzione! Non fare il “vacanziere dei corsi”: fai i corsi e poi, appena torni a casa, metti in pratica quanto hai imparato, non rimandare. L’obiettivo di un corso non è solo apprendimento fine a se stesso, ma è trasformare quanto hai appreso in azioni.

La regola del 10-10 è una regola molto semplice, ma efficace: ricorderai con più facilità di fare del bene a te stesso e agli altri in egual misura, anche se solo un po’ alla volta.

Piccole azioni, come piccole accortezze e piccoli gesti, se ripetuti nel tempo, ti ripagano sempre.

Alla tua Libertà Finanziaria
Alfio Bardolla

Se vuoi davvero investire nella tua formazione personale, Wake Up Call è il corso che ti può aiutare ad aprire la mentalità e l’approccio sia sul denaro che sulla tua vita personale

Condividi con

Rispondi